il futuro della Milano ippica

Quì potrete discutere di tutti gli argomenti che non sono presenti nelle altre categorie del forum.
Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Utente Fedele
FC: 2142
Reazioni: 18
Messaggi: 178
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da orecchielunghe » 05/04/2018 - 7:08

Si leggono quasi ovunque voci più o meno accreditate, con successive smentite e controsmentite, che riguardano la vendita di buona parte dei siti ippici di Milano.

Le prime avvisaglie c'erano state quando si parlava della vendita delle storiche, anche se abbandonate, scuderie De Montel.

Anche se le voci su una probabile dismissione di varie aree ippiche circolavano da qualche mese, recentemente si è appreso dai vari social che trattano dell'argomento che Snaitech, proprietaria delle aree in questione, sia in procinto di venderne almeno tre delle quattro ad aziende operanti nel settore dell'edilizia.

Le aree a rischio vendita sono il vecchio trotter di San Siro, l'ex pista di allenamento del galoppo La Maura (dal 2015 utilizzata per le corse al trotto) e l'attuale pista di allenamento del galoppo di Trenno, con scuderie annesse.

Nel frattempo, gli operatori presenti nella pista di Trenno lamentano condizioni delle piste al limite della praticabilità, con conseguenti enormi difficoltà nel condurre gli allenamenti dei propri purosangue, con gravi rischi per la sicurezza e l'integrità fisica di uomini ed animali.

Se davvero le tre aree venissero vendute, quale sarebbe il futuro dell'ippica milanese, e forse di tutta l'ippica italiana?

Una delle voci più accreditate riguarda lo spostamento del trotto dalla Maura a San Siro galoppo, con la costruzione della pista per i trottatori all'interno di quelle del galoppo e con la conseguente rimozione degli ostacoli per le corse in siepi, steeple-chase e cross country.

La stessa soluzione è già stata adottata a Firenze (dopo la chiusura delle Mulina, il trotto si è spostato all'interno del Visarno) ed a Roma (dopo la chiusura di Tordivalle si è andati all'interno di Capannelle), con risultati modesti a detta degli addetti ai lavori.

L'unica area della quale al momento non si tratta la vendita è quella dell'ippodromo di San Siro galoppo, protetto da vincoli artistici e di destinazione d'uso. Ma se venissero a mancare le piste di allenamento, dove verrebbero trasferiti i cavalli stanziali? Se non si trovassero dei centri di allenamento esterni e privati o se non ne venissero approntati di nuovi fuori dall'area urbana, diventerebbe praticamente inutile l'ippodromo del galoppo. E' forse questa la strategia dei proprietari delle aeree, cioè quella di fare terra bruciata intorno all'ippodromo per poi poterlo alienare, essendo questa l'area più produttiva per una successiva riconversione a zona residenziale?

A voi i commenti e suggerimenti.


se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Utente Fedele
FC: 2142
Reazioni: 18
Messaggi: 178
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da orecchielunghe » 12/04/2018 - 9:14

Snaitech vende a Playtech, multinazionale attiva nel campo dei software e dei servizi per l'online gaming.
se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite