British Champions Day - 20.10.18

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.
Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da orecchielunghe » 11/10/2018 - 9:37

Si avvicina la conclusione della stagione classica in UK, con la disputa delle finali delle cinque divisioni delle British Champions Series, oltre al ricco Balmoral handicap, nel British Champions Day.

Il 20 ottobre ad Ascot si correranno le seguenti corse, di cui una di gruppo 2 e ben quattro di gruppo 1, oltre al suddetto handicap.

Ecco l'elenco delle corse di gruppo del British Champions Day:

QIPCO British Champions Long Distance Cup - gruppo 2 - 3200 metri per 3 anni ed oltre - montepremi
£ 500.000

QIPCO British Champions Sprint Stakes - gruppo 1 - 1200 metri per 3 anni ed oltre - montepremi £ 600.000

QIPCO British Champions Fillies & Mares Stakes - gruppo 1 - 2400 metri per femmine di 3 anni ed oltre - montepremi £ 600.000

Queen Elizabeth II Stakes (Sponsored by QIPCO) - gruppo 1 - 1600 metri per 3 anni ed oltre - montepremi £ 1.100.000

QIPCO Champion Stakes - gruppo 1 - 2000 metri per 3 anni ed oltre - montepremi £ 1.300.000

Nei prossimi giorni torneremo in argomento per le ultime notizie, i campi partenti e le quote, per arrivare al sabato 20 ottobre mattina per i pronostici ed al pomeriggio per la trasmissione in diretta streaming su "diretta corse".

Per il momento, ci riguardiamo le British Champion Stakes 2017 di Cracksman, per la connection John Gosden/Frankie Dettori.



 





 
1 Immagine


se tutto va bene siamo rovinati

BetFlag
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da orecchielunghe » 16/10/2018 - 4:04

Cominciano a delinearsi i campi partenti delle prove del British Champions Day di sabato 20.10.2018 ad Ascot.

QIPCO British Champions Long Distance Cup - gruppo 2 - 3200 metri per 3 anni ed oltre
I rimasti iscritti sono 10, tra i quali spiccano i nomi di Stradivarius (10-11), Flag Of Honour -da supplementare- (5-2), Thomas Hobson (9-1) e Kew Gardens (14-1)

QIPCO British Champions Sprint Stakes - gruppo 1 - 1200 metri per 3 anni ed oltre 
17 rimasti iscritti, tra cui troviamo The Tin Man (3-1), Librisa Breeze (11-2), Harry Angel (6-1) e Brando (9-1)

QIPCO British Champions Fillies & Mares Stakes - gruppo 1 - 2400 metri per femmine di 3 anni ed oltre 
Sono 14 le femmine rimaste iscritte, con i favori dell'ante-post per Lah Ti Dar (6-4), Kitesurf (9-2), Coronet (11-2) e Hydrangea (8-1)

Queen Elizabeth II Stakes (Sponsored by QIPCO) - gruppo 1 - 1600 metri per 3 anni ed oltre 
Ancora 22 sono i milers rimasti iscritti, tra i quali troviamo Recoletos (10-3), Roaring Lion (7-2), Laurens (9-2) e Lord Glitters (7-1)


QIPCO Champion Stakes - gruppo 1 - 2000 metri per 3 anni ed oltre - montepremi £ 1.300.000
L'evento clou della giornata registra 14 rimasti iscritti, con Cracksman (11/10), Crystal Ocean (3-1), Roaring Lion (5-1) e Capri (8-1)

A chiudere la giornata ci sarà il Balmoral Handicap (Sponsored by Qipco) - classe 2 - 1600 metri per 3 anni ed oltre - montepremi £ 250.000, con 44 rimasti iscritti ed i favoriti sono al momento Raising Sand (5-1), Flaming Spear (9-1), Kynren (10-1), Ripp Orf e Safe Voyage (12-1).

Seguiranno tutti gli aggiornamenti in settimana.

  
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da orecchielunghe » 17/10/2018 - 19:52

Pronostici ed indicazioni a parte, si può fare il tifo per un cavallo? Sì!
British Champion Stakes, Ascot, sabato 20 ottobre
Come on Lion and go Oisin!!!

https://www.facebook.com/britishchampio ... 062457175/
Immagine
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#4

Messaggio da orecchielunghe » 18/10/2018 - 19:41

Sono stati definiti i campi partenti ufficiali delle prove del Qipco British Champions Day.

La prima corsa di gruppo 1 in programma sabato 20 ottobre alle ore 15 italiane saranno le Qipco British Champions Sprint Stakes, sui 1200 metri per cavalli di tre anni ed oltre, che hanno raccolto i seguenti 14 partecipanti:

1 - Bacchus - 58 (Brian Meehan/William Buick) 33-1
2 - Brando - 58 (Kevin Ryan/Jamie Spencer) 8-1
3 - Donjuan Triumphant - 58 (Andrew Balding/James Doyle) 25-1
4 - Dream Of Dreams - 58 (Sir Michael Stoute/Ryan Moore) 33-1
5 - Harry Angel - 58 (Clive Cox/Adam Kirby) 6-1
6 - Librisa Breeze - 58 (Dean Ivory/Robert Winston) 5-1
7 - Limato - 58 (Henry Candy/Harry Bentley) 16-1
8 - Projection - 58 (Roger Charlton/Kieran Shoemark) 20-1
9 - Sir Dancealot - 58 (David Elsworth/Gérald Mossé) 20-1
10 - Son Of Rest - 58 (J.A. Stack/Chris Hayes) 20-1
11 - Tasleet - 58 (William Haggas/Jim Crowley) 9-1
12 - The Tin Man - 58 (James Fanshawe/Oisin Murphy) 3-1
13 - Sands Of Mali - 57,5 (Richard Fahey/Paul Hanagan) 20-1
14 - Speak In Colours - 57,5 (Joseph O'Brien/Donnacha O'Brien) 25-1

Conosciamo più da vicino i concorrenti:

BACCHUS
Vittorioso a sorpresa al Royal Ascot nelle Wokingham Stakes, heritage handicap di classe 2 con 28 partenti, è solo quarto in gruppo 3 e fuori quadro all'ultima nel Prix Maurice De Gheest (gr. 1) di Deauville. Finora sul terreno buono/morbido si è ben comportato, anche se il gruppo 1 sembra essere qualche categoria sopra la sua. Poche possibilità di piazzamento.

BRANDO
Solo una vittoria nell'anno in gruppo 3, male nel Maurice De Gheest, ma a per il resto ha ottenuto buoni piazzamenti, tra cui il secondo posto nelle July Stakes (gr. 1) di Newmarket, davanti a tre degli avversari di questa corsa, ed il secondo posto nelle Sprint Cup Stakes (gr. 1) di Haydock Park, sul pesante, a mezza lunghezza da The Tin Man e davanti a ben sei concorrenti che ritrova qui. Lo ritengo una mezza sorpresa possibile, con una quota adeguata alle sue possibilità, ed a mio avviso migliore di altri con quota più bassa di lui.

DONJUAN TRIUMPHANT
Nessuna vittoria nell'anno, l'ultima risale ad un handicap di classe 2 più di un anno fà. A livello di pattern races nel 2018 siamo a due quarti posti, uno nelle Lennox Stakes (gr. 2) di Goodwood vinte da Sir Dancealot ed uno più prestigioso nelle Sprint Cup Stakes, ad un paio di lunghezze da The Tin Man. Perfettamente a suo agio sui terreni allentati, sembra però che l'asticella sia posta davvero troppo in alto, forse non basterebbe nemmeno la sua migliore prestazione in carriera per salire sul podio.

DREAM OF DREAMS
Viene da tre secondi posti a seguire, prima di un terzo e due quinti, tutti in gruppo 3 a parte il secondo posto nelle Hungerford Stakes (gr. 2) di Newbury dietro a Sir Dancealot. Il salto a livello di gruppo 1 sembra un tentativo al di sopra delle sue possibilità, qualche chance in più gliela si può attribuire vista l'adattabilità al terreno allentato.

HARRY ANGEL
Tre corse nel 2018, con una vittoria nelle Duke Of York Stakes (gr.2) di York da nettissimo favorito, davanti a Brando e Sir Dancealot, senza poi riuscire a confermarsi nelle prove successive a livello di gruppo 1, finendo non piazzato nelle Jubilee Stakes del Royal Ascot e nelle Sprint Cup Stakes. L'annata 2017 sembra un ricordo sbiadito per il quarto arrivato dell'edizione 2017, nonchè vincitore delle Sprint Cup Stakes e delle July Cup Stakes. Su questi risultati, forse più che sulla forma attuale, viene attribuita una quota a mio avviso troppo bassa.

LIBRISA BREEZE
Detentore del titolo, ha avuto un 2018 molto difficile, nel quale il miglior risultato è stato il quarto posto nel Maurice De Gheest. Bene su terreni allentati, ma quota decisamente bassa nonostante la vittoria in questa corsa nel 2017. Le altre prove del 2018, gruppi 1 di Meydan e del Royal Ascot, oltre ad un gruppo 2, sono state da dimenticare.

LIMATO
Dopo successi importanti in passato e qualche problema fisico, da agosto è tornato sulla retta via, in questo percorso di avvicinamento a questa corsa. Fino a luglio era del tutto irriconoscibile, con tre corse di gruppo 1 con arrivo nelle retrovie. Da agosto, tre corse e tre vittorie, le prime due in listed race e l'ultima, solo sei giorni fà, in gruppo 2 a Newmarket. Strike rate di 12 su 25 per il 6 anni di Henry Candy. Nonostante sia alla ventiseiesima corsa, il terreno così allentato non lo ha ancora provato, quindi l'adattabilità rimane un punto interrogativo. E' la classica mina vagante, che considero una sorpresa possibile.

PROJECTION
Prima vittoria dell'anno dodici giorni fà in gruppo 3, per il resto diversi piazzamenti tra gruppo 3 e listed race, con un buon quinto posto nelle Jubilee Stakes. La categoria è probabilmente troppo alta per le sue possibilità, comunque si è ben disimpegnato sul terreno allentato.

SIR DANCEALOT
Spesso in posta, quest'anno ha già collezionato quattro vittorie, due volte in gruppo 2, una in gruppo 3 e l'altra in un minor event. Altro dei battuti nelle Sprint Cup Stakes, sembra un po' in difficoltà su terreni allentati, ed ultimamente è  andato meglio sui 7 furlongs che non sui 6. Vincente di razza ma stavolta è dura.

SON OF REST
Rimane sulla vittoria nella Ayr Gold Cup, heritage handicap di classe 2 con 25 partenti, sul terreno pesante, da favorito. Ottimo secondo nelle Flying Five Stakes (gr. 1) del Curragh, ha dimostrato più volte di gradire il terreno allentato. Lo ritengo, tra quelli a quota alta, uno dei migliori insieme a Limato se non il migliore di questi.

TASLEET
Dopo l'ottimo 2017, con il secondo posto nella passata edizione, nel 2018 ha corso solo due volte, con un terzo posto in gruppo 2 al Curragh e un non piazzato nelle Sprint Cup Stakes. La quota sembra basata più sulla forma del 2017 che non su quella attuale, che stenta a ritrovare.

THE TIN MAN
Favorito della corsa, ne ha messi alle spalle molti di questi vincendo le Sprint Cup Stakes, con una monta ispiratissima di Oisin Murphy, che dopo una vita con Tom Queally in sella, ha magistralmente condotto il 6 anni di James Fanshawe attraverso varchi e portandolo di peso alla vittoria, sul terreno faticoso. Strike rate in carriera di 9 vittorie in 20 uscite, nell'anno aveva vinto in listed race in primavera, per poi ottenere un quarto ed un terzo posto in gruppo 1, rispettivamente nelle Jubilee Stakes del Royal Ascot e nel Maurice De Gheest di Deauville, comunque mai dietro ad alcun avversario di questa corsa. Riconfermato in sella Oisin Murphy, sembra tutto pronto per la vittoria.

SANDS OF MALI
Uno dei due tre anni in corsa, con un percorso diverso avendo preso parte alla stagione dei suoi coetanei. Nel 2018 ha vinto in gruppo 2 ad Haydock Park e è stato secondo nella Commonwealth Cup (gr. 1) del Royal Ascot. Successivamente non è andato bene nelle July Cup Stakes (gr. 1) di Newmarket e, con gli anziani, nel Maurice De Gheest. All'ultima è quinto nelle solite Sprint Cup Stakes, che sembrano dettare la linea di questa corsa. Non mi sembra in grado di salire sul podio.

SPEAK IN COLOURS
L'altro tre anni in pista ha qualche risultato in meno del coetaneo. La sua unica vittoria del 2018 è stata in gruppo 3, poi è arrivato a centro gruppo nei due gruppi 1 tentati, la Commowealth Cup e le Sprint Cup Stakes. Mi sorprenderebbe vederlo sul podio.

Sabato mattina riparleremo della corsa con i pronostici, e nel pomeriggio potremo guardare la corsa in streaming su diretta corse.

Nell'attesa, riguardiamoci la vittoria di Librisa Breeze (Dean Ivory/Robert Winston), a segno nel 2017 alla quota di 10-1.









 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati



Viking

Pronoman
Messaggi: 2485
FC: 1040Fanta Coin
Reazioni: 910
Iscritto il: 10/05/2018 - 9:42

#5

Messaggio da Viking » 18/10/2018 - 20:32

:bravo: :bravo:Complimenti .....dico solo una cosa, sabato al galoppo (estero ovviamente) ci sono queste corse, a Taranto al trotto c'è un GP per anziani con 6 e dico 6 partenti (ma non può essere diversamente visto che è schiacciato in mezzo a gran premi ben più importanti e remunerativi) con tra l'altro tre cavalli in rapporto di scuderia.....si continua sulla linea di una programmazione che si fa fatica a capire.....però da quello che vedo nel Gp inglese non c'è proprio un favorito nettissimo....meglio, così ti puoi scatenare nel pronostico...... :P

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#6

Messaggio da orecchielunghe » 18/10/2018 - 21:33

Viking ha scritto:
18/10/2018 - 20:32
:bravo: :bravo:Complimenti .....dico solo una cosa, sabato al galoppo (estero ovviamente) ci sono queste corse, a Taranto al trotto c'è un GP per anziani con 6 e dico 6 partenti (ma non può essere diversamente visto che è schiacciato in mezzo a gran premi ben più importanti e remunerativi) con tra l'altro tre cavalli in rapporto di scuderia.....si continua sulla linea di una programmazione che si fa fatica a capire.....però da quello che vedo nel Gp inglese non c'è proprio un favorito nettissimo....meglio, così ti puoi scatenare nel pronostico...... :P

Grazie, questa è solo la prima delle quattro di gruppo 1, poi ce n'è una di gruppo 2 che vale un gruppo 1 ed un handicap da 20. A San Siro domenica ci sono corse di gruppo, ma non so se faranno 5 partenti nel Jockey Club. Almeno dovremmo avere qui Oisin Murphy.
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#7

Messaggio da orecchielunghe » 19/10/2018 - 5:09

La seconda prova di gruppo 1 in programma sabato 20 ottobre alle 15,40 italiane saranno le Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes, con 11 femmine di tre anni ed oltre al via sui 2400 metri:

1 - Coronet - 59,5 (John Gosden/Olivier Peslier) 11-2
2 - God Given - 59,5 (Luca Cumani/Jamie Spencer) 20-1
3 - Hydrangea - 59,5 (Aidan O'Brien/Donnacha O'Brien) 9-1
4 - Kitesurf - 59,5 (André Fabre/Mickael Barzalona) 5-1
5 - Broadway - 56,5 (Aidan O'Brien/James Doyle) 66-1
6 - Bye Bye Baby - 56,5 (Aidan O'Brien/Wayne Lordan) 40-1
7 - Flattering - 56,5 (Aidan O'Brien/Oisin Murphy) 100-1
8 - Lah Ti Dar (John Gosden/Frankie Dettori) 11-8
9 - Magical (Aidan O'Brien/Ryan Moore) 8-1
10 - Pilaster (Roger Varian/David Egan) 12-1
11 - Sizzling (Aidan O'Brien/William Buick) 66-1

Ecco l'analisi delle undici partecipanti alla corsa:

CORONET
Il terreno pesante, previsto per le corse sul round course, sembra non essere un problema per la stimata allieva di John Gosden. Quattro vittorie in carriera su 13 uscite, è ancora alla ricerca del sigillo in gruppo 1. Quattro corse nel 2018, con una vittoria nelle Middleton Stakes (gr. 2) di York, un secondo posto in listed race ed uno nelle Yorkshire Oaks (gr. 1) a 2 lunghezze e 1/4 da Sea Of Class, ed un terzo nelle King George VI And Queen Elizabeth Stakes (gr. 1) a circa 9 lunghezze dal duo Poet's Word/Crystal Ocean. Linee importanti ma mai vicina al successo ai massimi livelli.

GOD GIVEN
Vincitrice all'ultima nelle Park Hill Stakes (gr. 2) di Doncaster su distanza superiore, ha una vittoria in gruppo 3 ed altri piazzamenti a livello di gruppo 2. E' alla prima esperienza in gruppo 1 nell'annata, corre bene su terreno faticoso, sembra comunque una categoria sotto le migliori, ma ha qualche chance di piazzamento.

HYDRANGEA
Vincitrice dell'edizione 2017 di questa corsa, quest'anno è andata maluccio. Dopo il secondo posto nelle Lanwades Stud Stakes (gr. 2) del Curragh, non si è confermata in seguito ad Ascot, finendo fuori quadro nelle Duke Of Cambridge Stakes (gr. 2) e nelle King George VI, mestamente ultima. E' una delle innumerevoli pedine di Aidan O'Brien, la prima o la seconda, forse più per la vittoria del 2017 che per la forma attuale. Ritengo la quota troppo bassa.

KITESURF
Stimatissima ospite francese, vincitrice della versione francese di questa corsa, il Prix Vermeille (gr. 1) a Longchamp. In precedenza a segno nel Prix De Pomone (gr. 2) di Deauville. Si presenta ad Ascot in ottima forma per tentare l'assalto alla favorita Lah Ti Dar. A mio avviso, il Vermeille 2018 non è stato di livello particolarmente alto, e la relativa linea appare più debole di quanto non sembri. Il terreno pesante non dovrebbe essere un problema.

BROADWAY
Gregaria del Coolmore, vincitrice in gruppo 3 a Gowran Park sul pesante, ma già in gruppo 2 appare in difficoltà, giungendo quinta nelle Blandford Stakes (gr. 2) del Curragh. Chances singole quasi nulle.

BYE BYE BABY
Altra del Coolmore destinata al sacrificio per il bene della squadra, vince sul pesante in gruppo 3 al Curragh, successivamente impegnata sempre in gruppo 1, con un terzo (Oaks di Epsom), due quarti (Pretty Polly Stakes e Irish Oaks) ed un non piazzato (Yorkshire Oaks), sempre lontana dai primi. Sarebbe abbastanza sorprendente ritrovarla sul podio, nonostante sia sempre stata stimata dal team.

FLATTERING
Aidan O'Brien schiera anche lei, altra vincitrice di gruppo 3, ma per il resto della stagione a fare da gregaria per i compagni di allenamento. Al meglio quarta in gruppo 2, non ha praticamente possibilità.

LAH TI DAR
Favorita della prova, ha subito Kew Gardens nel St. Leger (gr. 1) di Doncaster su distanza più lunga, rinunciando quasi a sorpresa alla partecipazione all'Arc De Triomphe. Quattro corse in carriera, tre vittorie prima del St. Leger anche se nessuna a livello di pattern. Molto stimata e promettentissima, ha dovuto spesso saltare appuntamenti importanti a causa di problemi fisici, che ora sembrano sistemati. Si è ben comportata sia a 2000 metri che a 3000, manca la prova sul terreno pesante ma non sembra essere un problema, comunque rimane un'incognita. A me sembra una cavalla più da St. Leger e da distanze lunghe che non da miglio e mezzo, anche se ha vinto proprio a 2000 e 2400 metri. John Gosden ha puntato diretto su questa corsa, quindi attendiamo la sua allieva con molta fiducia.

MAGICAL
Con la scelta di Ryan Moore da parte di Aidan O'Brien, la 3 anni sembra essere la punta del gruppo Coolmore per questa corsa. Una vittoria nel 2018 nelle Kilboy Estate Stakes (gr. 2) del Curragh sui 1800 metri su terreno buono, un quarto posto in gruppo 3 ed un altro nelle Matron Stakes (gr. 1) del Curragh sul miglio, prima del decimo posto nel Prix De L'Arc De Triomphe dove era a 40-1. Affronta per la seconda volta dopo Longchamp il miglio e mezzo, che sembra un azzardo, mentre il terreno allentato non potrà che avvantaggiarla. Difficile pensare che tenga la distanza.

PILASTER
Bene su distanze lunghe, l'allieva di Roger Varian ha vinto tre delle quattro corse nel 2018, di cui una di gruppo 2, le Langtry Stakes di Goodwood sui 2800 metri, seguite da un terzo posto all'ultima sui 2900 metri delle Park Hill Stakes (gr. 2) di Doncaster. Non ha mai corso su terreni più faticosi del buono/morbido, sul quale non si è piazzata al debutto, per il resto ha corso due volte sull'artificiale, una sul buono ed un'altra sul buono/duro. Se dovesse adattarsi al pesante, potrebbe impensierire le più forti.

SIZZLING
Ultima delle carte di Aidan O'Brien, vincente a livello di gruppo 3 e di listed race, ma praticamente nulla a livelli superiori. Molto impegnata in pista, non ha il profilo nè la preparazione della campionessa, oltre a non aver dato prova di adattabilità al terreno pesante. Destinata alle ultime posizioni.

Dopo aver descritto ognuna delle concorrenti, non ci resta che ritrovarci sabato mattina per il pronostico, ed al pomeriggio per la diretta insieme alle altre corse della giornata stellare di Ascot.

Possiamo riammirare Hydrangea (Aidan O'Brien/Ryan Moore) nella vittoriosa impresa del 2017.











 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#8

Messaggio da orecchielunghe » 19/10/2018 - 15:31

Il terzo gruppo 1 della giornata di Ascot sono le Queen Elizabeth II Stakes (Sponsored by Qipco), al via alle 16.15 italiane, con i seguenti 15 soggetti di 3 anni ed oltre impegnati sul miglio: 

1 – Addeybb – 59 (William Haggas/James Doyle) 8-1
2 – Beat The Bank – 59 (Andrew Balding/Jim Crowley) 16-1
3 – Century Dream – 59 (Simon Crisford/William Buick) 18-1
4 – Gabrial – 59 (Richard Fahey/Paul Hanagan) 100-1
5 – Lightning Spear – 59 (David Simcock/Andrea Atzeni) 16-1
6 – Lord Glitters – 59 (David O'Meara/Jamie Spencer) 7-1
7 – Recoletos – 59 (Carlos Laffon-Parias/Olivier Peslier) 6-1
8 – Stormy Antarctic – 59 (Ed Walker/Gérald Mossé) 66-1
9 – Aljazzi – 57,5 (Marco Botti/Adam Kirby) 66-1
10 – Hey Gaman – 57,5 (James Tate/Frankie Dettori) 66-1
11 – Roaring Lion – 57,5 (John Gosden/Oisin Murphy) 9-4
12 – Romanised – 57,5 (K.J. Condon/Shane Foley) 66-1
13 – Happily – 56 (Aidan O'Brien/Ryan Moore) 16-1
14 – I Can Fly – 56 (Aidan O'Brien/Donnacha O'Brien) 66-1
15 – Laurens – 56 (K.R. Burke/P.J. McDonald) 7-1 

Vediamo da vicino quali sono le chances dei partecipanti uno ad uno: 

ADDEYBB
E' ai box da 5 mesi, dopo la negativa prova nelle Lockinge Stakes (gr. 1) di Newbury. Le altre due corse del 2018 sono due vittorie, nel Bet365 Mile (gr. 2) sul morbido davanti a Stormy Antarctic e Aljazzi e nel Lincoln Heritage Handicap di classe 2 sul pesante. L'attesa dei terreni allentati sembra mirata da parte della yard di William Haggas, il miglio è la distanza ideale. Un piazzamento è senz'altro alla sua portata, anche se gli avversari sono davvero tosti. 

BEAT THE BANK
Altro miler classico, nell'anno ha vinto in due occasioni in gruppo 2, nelle Summer Mile Stakes davanti a Lord Glitters e Century Dream e nelle Celebration Mile Stakes, su Stormy Antarctic (3°). I due tentativi in gruppo 1 non sono stati coronati da successo, probabilmente è una categoria al di sotto dei migliori. Il terreno morbido lo ha affrontato con profitto. 

CENTURY DREAM
Una vittoria in gruppo 3 sui 1800 metri, quarto in gruppo 1 nelle Queen Anne Stakes, dietro a Lord Glitters e Lightning Spear ma davanti a Beat The Bank e Recoletos, ed anche in gruppo 2 nelle Summer Mile Stakes di Beat The Bank su Lord Glitters. Le linee si incrociano spesso, è valutabile sui livelli di Beat The Bank, forse qualcosa di meno, e chances ridotte di podio, anche se il terreno morbido è gradito dal soggetto. 

GABRIAL
Onesto performer ma senza molti risultati di rilievo ed impegni in pista non certo da cavallo di questi livelli. Quest'anno vanta un terzo posto in gruppo 2 nelle Huxley Stakes di Chester ed un secondo in gruppo 3. Lo mettiamo da parte. 

LIGHTNING SPEAR
Compagno di colori ma non di allenamento di Roaring Lion, ha conquistato i tre gradini del podio in tre gruppi 1, con il secondo posto nelle Lockinge Stakes, il terzo nelle Queen Anne Stakes dietro Lord Glitters e la vittoria nelle Sussex Stakes davanti a lord Glitters e Beat The Bank. Fuori quadro all'ultima nel Prix Du Moulin De Longchamp di Recoletos. Anche per questo soggetto le linee si incrociano spesso con alcuni degli avversari, con chances di secondo/terzo piano simili a quelle di Beat The Bank e forse di Lord Glitters. 

LORD GLITTERS
Vittorioso sui 1800 metri scarsi in gruppo 3 all'ultima, è sempre tra i primi tre nel 2018, con due secondi ed un terzo oltre alla vittoria già citata. Terzo in gruppo 1 nelle Sussex Stakes e secondo nelle Queen Anne Stakes, ed ancora secondo in gruppo 2 nelle Summer Mile Stakes. La quota mi sembra un po' troppo bassa, in quanto le sue chances mi sembrano simili a quelle di altri con quota in doppia cifra. Benissimo sul terreno allentato e fresco al punto giusto, è una possibile sorpresa per il podio insieme a molti altri. 

RECOLETOS
Ospite francese, favorito prima dell'arrivo di Roaring Lion, si trova come uno dei controfavoriti, sulla scorta della vittoria nel Moulin De Longchamp e del secondo posto nel Prix Jacques Le Marois, entrambi di gruppo 1. Prima del risultato al di sotto delle aspettative nelle Queen Anne dove è settimo, si era imposto anche nel Prix D'Hispahan (gr. 1) e nel Prix Du Muguet (gr. 2). Il terreno morbido non pare essere un problema, forse lo è di più la pista di Ascot, anche se l'anno scorso è stato quarto nelle Champion Stakes di Cracksman. Senz'altro un big player, forse l'avversario più pericoloso di Roaring Lion. 

STORMY ANTARCTIC
Solo due corse nel 2018, battuto solo da Addeybb nel Bet365 Mile e terzo nelle Celebration Mile Stakes (gr. 2) di Beat The Bank. Sulla scorta di queste due prove, sembra chiuso da cavalli non particolarmente stimati, quindi direi che le chances sono poche, nonostante il terreno morbido sia ok. 

ALJAZZI
A segno nelle Duke Of Cambridge Stakes (gr. 2) del Royal Ascot, ha parzialmente fallito nel Prix Rothschild (gr. 1) dove è quarto, mentre nelle Sun Chariot Stakes (gr. 1) il fallimento è completo. Terza ad aprile nel Bet365 Mile di Addeybb e Stormy Antarctic, sembra in calo di condizione e non riesco ad accreditare possibilità all'allieva di Marco Botti. 

HEY GAMAN
Secondo nelle 2000 ghinee francesi (gr. 1), in una corsa che non ha prodotto granchè a livello di qualità, fallisce il Prix Jean Prat (gr. 1) ed il Derby francese (gr. 1). All'ultima è buon terzo del Prix Daniel Wildenstein (gr. 2) nel weekend dell'Arc, ma nonostante la monta di Frankie, penso che non abbia possibilità di piazzamento. 

ROARING LION
Decisione all'ultimo istante per l'allievo di John Gosden, che sembrava destinato alle Champion Stakes, ma la presenza di Cracksman sul terreno preferito ha suggerito di dividere i due compagni di allenamento e cercare di portare a casa l'intera posta. Roaring Lion non avrebbe bisogno di presentazioni, comunque nell'annata vanta quattro successi, in gruppo 2 nelle Dante Stakes ed in gruppo 1 nelle Eclipse Stakes, nelle Juddmonte International Stakes e nelle Irish Champion Stakes, giungendo terzo nel Derby di Epsom in una corsa venutagli davvero male. La classe non è minimamente in discussione, l'attitudine al miglio un po' di più, poiche nelle 2000 ghinee di Newmarket è solo quinto, dopo il terzo posto in gruppo 3. Sempre sul miglio aveva corso nel 2017, ma a due anni è normale. La rinuncia all'Arc De Triomphe sembrava indirizzarlo direttamente alle Champion Stakes, sulla distanza che ritengo ideale per il cavallo, cioè il miglio e un quarto. Qualche dubbio per il terreno, sul buono/morbido ha corso bene nel 2017, quest'anno non l'ha mai trovato. Personalmente adoro questo cavallo e ritengo che possa imporsi anche su distanza, e forse terreno, non esattamente i più adatti. Per me è sempre il numero uno. 

ROMANISED
Vive sull'exploit del Curragh, quando si impose a 25-1 nelle 2000 ghinee irlandesi, sul miglio, con una spettacolare rincorsa dall'ultima posizione. Ha fallito le prove successive,prima le St. James's Palace Stakes e poi il Prix Jacques Le Marois, entrambi di gruppo 1. Sembra anche inadatto a terreni allentati. A mio avviso, la vittoria nelle 2000 ghinee del Curragh è stato un exploit temporaneo e probabilmente unico, che conterà molto in fase di carriera riproduttiva, ma che non mi suggerisce di considerarlo tra i possibili piazzati. 

HAPPILY
Prima scelta del Coolmore, seconda di Laurens nelle Sun Chariot Stakes per una testa, nell'annata ha all'attivo altri buoni piazzamenti, e qualche insuccesso, in corse di gruppo 1. Oltre al posto d'onore delle Sun Chariot, vanta un secondo nelle 1000 ghinee di Newmarket, un terzo nelle 1000 ghinee irlandesi, un quarto nel Prix De Diane di Laurens e due quinti nelle Eclipse Stakes e nelle Matron Stakes. Praticamente ha sempre visto la coda di Laurens, che la chiude a doppia mandata già lei, mentre altri sembrano superiori. Comunque qualche possibilità di piazzamento gliela concedo, sulla buona forma dimostrata all'ultima. 

I CAN FLY
Bella vittoria nelle Boomerang Stakes (gr, 2) di Leopardstown dall'ultima posizione al successo, un altro successo in listed race ed il quarto due settimane fa nelle Sun Chariot, ben lontano dalle prime. Direi che la possiamo considerare una gregaria di Happily. 

LAURENS
Quattro vittorie in gruppo 1 nell'anno e cinque in carriera più un secondo posto, ne fanno una delle più pericolose avversarie di Roaring Lion, a mio avviso la più pericolosa in assoluto. Dopo il secondo posto nelle 1000 ghinee di Newmarket dietro alla meteora Billesdon Brook, ha vinto in gruppo 1 il Prix Saint Alary, il prix De Diane, le Matron Stakes e le Sun Chariot Stakes, fallendo completamente solo le Yorkshire Oaks, dimostrando che il miglio e mezzo è probabilmente troppo. Io la vedo sul podio, non so su quale gradino. 

La corsa si presenta stellare, forse perfino più interessante delle Champion Stakes. Ma del pronostico ne riparleremo domattina, e nel pomeriggio non ci potremo perdere la diretta streaming su diretta corse. 

Rivediamo nell'attesa la vittoria di Persuasive, per la connection John Gosden/Frankie Dettori, a segno nell'edizione 2017.

 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#9

Messaggio da orecchielunghe » 19/10/2018 - 18:45

L'ultima corsa di gruppo 1 della giornata del Qipco British Champions Day saranno le attesissime Qipco British Champion Stakes, in programma alle 16.50 italiane, con 8 cavalli di 3 anni ed oltre al via sui 2000 metri:

1 – Capri – 59,5 (Aidan O'Brien/Ryan Moore) 13-2
2 – Cracksman – 59,5 (John Gosden/Frankie Dettori) 5-6
3 – Crystal Ocean – 59,5 (Sir Michael Stoute/William Buick) 11-4
4 – Maverick Wave – 59,5 (John Gosden/Kieran O'Neill) 150-1
5 - Monarchs Glen – 59,5 (John Gosden/Robert Havlin) 14-1
6 – Subway Dancer – 59,5 (Zdeno Koplik/Tadek Koplik) 100-1
7 – Rhododendron – 58 (Aidan O'Brien/Donnacha O'Brien) 40-1
8 – Verbal Dexterity – 57,5 (J.S. Bolger/K.J. Manning) 20-1

Vediamo la carta dei partecipanti alla corsa che chiude la stagione classica in piano in UK per il 2018:

CAPRI
Dopo due lunghi stop, di sei mesi e mezzo tra ottobre 2017 ed aprile 2018 e di cinque mesi da aprile a settembre 2018, il grigio di Aidan O'Brien ha ottenuto un buon quinto posto nel Prix De L'Arc De Triomphe, dopo essere rientrato abbastanza male nel Prix Foy (gr. 2) in preparazione all'Arc. Tra le due soste si era imposto in gruppo 3 a Naas, lasciando intravedere uno spiraglio per il recupero di questo cavallo, vincitore del St. Leger (gr. 1) di Doncaster nel 2018. L'incoraggiante prestazione dell'Arc non lo esclude dalle possibilità di piazzamento. Perfettamente a suo agio sul terreno pesante che dovrebbe trovare domani.

CRACKSMAN
Siamo giunti alla corsa d'addio del quattro anni di John Gosden, che con Frankie Dettori in sella ha stravinto l'edizione di questa corsa nel 2017, il Prix Ganay (gr. 1) a Longchamp, e sia pure con una certa fatica, la Coronation Cup (gr. 1) di Epsom. Ha subito Poet's Word nelle Prince Of Wales's Stakes (gr. 1) del Royal Ascot, per poi fermarsi in attesa dell'autunno. Cavallo terrenopatico, che sul pesante rende il triplo, ha rinunciato a tutte le corse estive per presentarsi per l'Arc De Triomphe, o in subordine, per queste Champion Stakes, trovando finalmente il tanto atteso terreno faticoso che è mancato a Longchamp, costringendolo a rinunciare all'Arc. Sembra non avere avversari, ora che Roaring Lion, suo compagno di allenamento, è stato dirottato all'ultimo momento sulle Queen Elizabeth II Stakes. Non penso che possa perdere questa corsa.

CRYSTAL OCEAN
Forse il rivale più accreditato di Cracksman, ha fatto da spettatore all'ultima in gruppo 3 seguendo la campionessa Enable nella corsa di preparazione all'Arc, mentre lui metteva a punto la condizione in vista di questa corsa. Nell'anno ha ottenuto tre vittorie, di cui due in gruppo 3 ed una in gruppo 2 nella Hardwicke Stakes del Royal Ascot sui 2600 metri da netto favorito, per poi terminare dietro Poet's Word, ad un collo, nelle King George II and Queen Elizabeth Stakes (gr. 1). Il terreno pesante pare non essere un problema, comunque se guardiamo la linee nei confronti di Poet's Word, Crystal Ocean sarebbe addirittura davanti a Cracksman, ma il terreno penso che faccia tutta la differenza del mondo. Comunque mi sembra quasi matematico come piazzato, e lo vedo come secondo.

MAVERICK WAVE
Non c'entra nulla in questo contesto, è stato schierato da John Gosden unicamente in appoggio a Cracksman. Rientra da un anno esatto, quando era ottavo su dieci nell'edizione 2017 di questa corsa.

MONARCHS GLEN
Altra pedina di John Gosden, che proverà a puntare ad un piazzamento. Solo due corse nel 2018, con la vittoria in listed race al Royal Ascot preceduta da un deludente Dubai Turf (gr. 1) a Meydan. Nient'altro da segnalare.

SUBWAY DANCER
Un secondo posto in gruppo 3 a Deauville, un non piazzato ancora in gruppo 3 ed un sesto posto nel Prix Dollar (gr. 2) ne fanno un ospite senza troppe speranze. Sembra strano che Carlos Laffon-Parias abbia deciso per questa trasferta, sulla carta quasi impossibile.

RHODODENDRON
Forse mai stata ad una quota così alta, nella seconda parte dell'anno non ne ha azzeccata nemmeno una, anche se sempre impegnata in corse di gruppo 1. Non pare essere questa l'occasione propizia per tornare a brillare. Ha vinto le Lockinge Stakes (gr. 1) sul miglio, dopo il quarto posto nel Prix Ganay sui 1900 metri. Non sembra più essere quella del 2017, quando si impose nel Prix De L'Opéra. Soffre di emorragia, come dichiarato dal suo team dopo essere stata fermata
nel Prix Jean Romanet. Il terreno pesante non pare sia un problema, ma è la forma che latita da troppo tempo.

VERBAL DEXTERITY
Unico tre anni in corsa, vincitore in gruppo 1 a due anni, mentre non c'è stato l'atteso salto di qualità con il passaggio d'età. Fermo per 10 mesi, è rientrato con un quarto posto in gruppo 3 ed è stato ultimo nelle Irish Champion Stakes di Leopardstown. Mi sembra fuori dai giochi, con una quota fin troppo bassa.

Ora non ci resta che attendere la corsa, che potremo guardare in diretta streaming su diretta corse, dopo che nella mattinata di domani verranno pubblicati i pronostici di questa e di tutte le altre corse della giornata di Ascot. 

Il video della vittoria di Cracksman del 2017 è disponibile all'inizio del topic.
1 Immagine
Ultima modifica di orecchielunghe il 19/10/2018 - 20:39, modificato 2 volte in totale.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#10

Messaggio da orecchielunghe » 19/10/2018 - 19:10

La giornata del Qipco British Champions Day comprende altre due prove molto interessanti, la prima avrà luogo alle 14.25 e saranno le Qipco British Champions Long Distance Cup (gruppo 2), che vale un gruppo 1, con 7 cavalli al via sulle due miglia per 3 anni ed oltre.
Il netto favorito è Stradivarius (John Gosden/Frankie Dettori), plurivincitore delle prove per fondisti, al poker nella stagione, offerto a 10-11, mentre i due del Coolmore sono gli altri più seguiti. Flag Of Honour (Aidan O'Brien/Ryan Moore) a 5-2 e Sir Erec (Aidan O'Brien/Donnacha O'Brien) a 9-1.

A chiudere la giornata alle 17.30 italiane sarà il Balmoral Handicap (Sponsored by Qipco), classe 2 sul miglio per tre anni ed oltre, con 20 cavalli al via ed i favori del pronostico per Raising Sand (Jamie Osborne/Nicola Currie) a 11-2, davanti ad Argentello (John Gosden/Frankie Dettori) a 8-1.

Possiamo rivedere la vittoria di Order Of St. George (Aidan O'Brien/Ryan Moore) nell'edizione 2017 della Qipco British Champions Long Distance Cup.

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#11

Messaggio da orecchielunghe » 20/10/2018 - 18:04

Nella Qipco British Champions Long Distance Cup (gruppo 2), successo del favorito Stradivarius, per la connection John Gosden/Frankie Dettori, anche grazie all'allargamento all'ingresso in retta di Flag Of Honour, che ha permesso a Stradivarius di passare all'interno e di involarsi verso il traguardo, inseguito da Thomas Hobson che ottiene un ottimo secondo posto. 

Rivediamo la corsa, dove possiamo notare l'errore di Ryan Moore, che offre la vittoria a Frankie su un vassoio d'argento.

se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#12

Messaggio da orecchielunghe » 20/10/2018 - 18:10

Successo a grossa quota di Sands Of Mali (Richard Fahey/Paul Hanagan) nelle QIPCO British Champions Sprint Stakes, dove il favorito The Tin Man perde qualche battuta in partenza e non riesce mai ad entrare nel vivo della corsa. Secondo Harry Angel, che non riesce ad avvicinare l'avversario.

Rivediamo la volata sui 6 furlongs di Ascot.

se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#13

Messaggio da orecchielunghe » 20/10/2018 - 18:17

Aidan O'Brien a segno con Magical nelle Qipco British Champions Fillies & Mares Stakes, dove delude Lah Ti Dar solo terza, mentre il secondo posto viene ottenuto da Coronet, che tenta invano di raggiungere la fuggitiva.

Ecco il video della corsa.

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#14

Messaggio da orecchielunghe » 20/10/2018 - 18:24

La corsa forse più spettacolare della giornata sono state le Queen Elizabeth II Stakes (Sponsored by Qipco), dove Roaring Lion, ancora John Gosden stavolta per Oisin Murphy, riesce a sbucare tra i cavalli e mettere la testa avanti, riportando l'ennesimo gruppo 1 della stagione. Sorpresissima per il secondo posto, dove I Can Fly, libero da impegni da gregario in assenza di Happily che non ha partecipato per problemi alle gabbie, ha sfiorato l'impresa.

Guardiamo la progressione del grigio in un arrivo davvero entusiasmante.

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6422
FC: 2048Fanta Coin
Reazioni: 555
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#15

Messaggio da orecchielunghe » 20/10/2018 - 18:29

Ultima corsa di gruppo 1 della giornata, forse la più attesa, sono state le Qipco British Champion Stakes, che hanno visto l'ultima impresa in pista di Cracksman (manco a dirlo John Gosden/Frankie Dettori), che ha fugato i dubbi sulla sua condizione dominando la corsa e vincendo per dispersione, nonostante lo svolgimento della stessa non sia stato particolarmente favorevole. A distanza, Crystal Ocean resiste all'assalto degli avversari e mantiene il posto d'onore.

Guardiamo l'ultima impresa del 4 anni, che aspettiamo nella carriera di riproduttore.


 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite