Fine dei gruppi 1 in Italia

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.
Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da orecchielunghe » 26/01/2019 - 12:08

Il Comitato Pattern, riunitosi a Londra sotto la presidenza di Brian Kavanagh, leader supremo dall'Irish Racing, ha decretato la retrocessione a gruppo 2 dell'unica corsa di gruppo 1 che era rimasta tale in Italia fino al 2018, Il Lydia Tesio.

Secondo alcune voci, sono state poste delle condizioni all'Italia per rimanere all'interno del Comitato Pattern, che vista la rappresentanza italiana allo stesso, dovranno prima essere ben comprese e successivamente attuate, cose che prevedo difficili.

A quanto pare, è meglio riempirci di corse a basso costo d'acquisto e di dubbia qualità, piuttosto che promuovere il gioco e relative trasmissioni, in diretta e di approfondimento, su eventi tipo la Pegasus World Cup di stasera 26 gennaio a Gulfstream Park, con la presenza tra l'altro di due fantini italiani ed in generale il galoppo dell'area britannica.

Cosa c'entrano le scommesse sulle corse estere di livello ed il Comitato Pattern? Apparentemente poco, ma era per evidenziare lo stato di immobilismo e di conoscenza meno che scolastica dell'argomento da parte dei nostri vertici, tanto che differenza farà mai gruppo 1 o 2 o una corsa da 9 milioni di dollari in USA o da 900 dollari da qualche parte del mondo?

Siamo destinati a correre per il torneo della salamella? No, perchè nemmeno questo è possibile... in Irlanda, ad esempio, fanno le corse "point to point", una specie di cross country nel quale si corre davvero per una birra o due, ma questo è riservato ai "ricchi", cioè quelli che possono permettersi di acquistare e mantenere un cavallo per il solo piacere della competizione. Qui si fa sciopero se i premi non vengono pagati a Natale.

Rassegnamoci alla nostra mediocrità, e per lo spettacolo vero affidiamoci al resto del mondo.

 
1 Immagine


se tutto va bene siamo rovinati



pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#2

Messaggio da pacman » 26/01/2019 - 22:08

Una cosa molto triste è che ogni fine anno ci sono buoni propositi per quello successivo: un anno con la classificazione degli ippodromi, un anno con la riduzione del numero di corse a favore della qualità, un anno la riduzione dei tempi di pagamento per aumentare il numero di pattern ed un altro anno il calendario annuale tanto decantato da tutti, me compreso.

Arriva effettivamente l'anno nuovo e cosa succede? Roma Capannelle chiude, i premi vengono pagati ugualmente dopo tempo immemore, il numero di Pattern scende, le scommesse sulle corse estere vengono assegnate random in base ai buchi da riempire senza tener conto dello SPORT e l'unica corsa di GR1 che poteva farci ancora quasi restare nel limbo dei Paesi di "prima fascia" viene declassata.

Le domande da porsi sono tante, ma il problema è che le risposte noi appassionati le troviamo pure, mentre chi di dovere sembrerebbe proprio di no.

Temo proprio che continuando di questo passo arriveremo addirittura alla dicitura di "GR3 locale", cosa che accade in Paesi come Repubblica Ceca, Polonia o Ungheria... Dove almeno, però, gli ippodromi la domenica sono pieni...

Meditate, gente, meditate.
1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite