Irish Champions Weekend - 14-15.9.19

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da orecchielunghe » 08/09/2019 - 18:01

Una nazione si fermerà per seguire la due giorni del Longines Irish Champions Weekend, suddivisa tra Leopardstown il 14 ed il Curragh il 15 settembre.

Saranno ben sei le corse di gruppo 1 in programma nei due giorni, più due gruppi 2 ed un gruppo 3.

Speriamo che chi di dovere decida di inserire in palinsesto questo meeting, al momento escluso dall'elenco delle corse estere per le quali si potrà scommettere dall'Italia.

Di seguito i video delle corse di gruppo 1 del 2018, che ovviamente rivedremo nel 2019:

Leopardstown 14 settembre

QIPCO Irish Champion Stakes - 3 anni ed oltre - 10 furlongs - montepremi € 1.250.000
2018 winner: Roaring Lion (John Gosden/Oisin Murphy, 8-11)

Coolmore Fastnet Rock Matron Stakes - femmine di 3 anni ed oltre - 8 furlongs - montepremi € 350.000
2018 winner: Laurens (K.R. Burke/Daniel Tudhope, 10-1)

Curragh 15 settembre

Comer Group International Irish St Leger - 3 anni ed oltre - 14 furlongs - montepremi € 600.000
2018 winner: Flag Of Honour (Aidan O'Brien/Ryan Moore, 2-1)

Moyglare Stud Stakes - femmine di 2 anni - 7 furlongs - montepremi € 400.000
2018 winner: Skitter Scatter (Kevin Prendergast/Ronnie Whelan, 7-2)

Goffs Vincent O'Brien National Stakes - maschi interi e femmine di 2 anni - 7 furlongs - montepremi € 350.000
2018 winner: Quorto (Charles Appleby/William Buick, 11-8)

Derrinstown Stud Flying Five Stakes - 3 anni ed oltre - 5 furlongs - montepremi € 400.000
2018 winner: Havana Grey (K.R. Burke/Richard Kingscote, 15-8)
1 Immagine


se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da orecchielunghe » 13/09/2019 - 16:29

Si parte con il primo della due giorni dell'Irish Champions Weekend, in programma a Leopardstown.

La prima corsa delle due di gruppo 1 della giornata è rappresentata dalle Qipco Irish Champion Stakes (Gr 1), 10 furlongs per cavalli di 3 anni ed oltre, con otto dichiarati partenti.

Screenshot_2019-09-13 Racecard Qipco Irish Champion Stakes (Group 1).png

Ecco una breve descrizione di ciascun concorrente alla caccia del titolo del grande e compianto Roaring Lion, che aggiunge un tocco romantico e forse malinconico alla corsa:

ELARQAM
Percorso distinto nel 2019, con la vittoria nelle York Stakes (Gr 2) e due volte in listed race. Terzo all'ultima ad una lunghezza da Japan/Crystal Ocean nelle Juddmonte International Stakes (Gr 1), costruisce le sue chances su quest'ultima prestazione. Corre dietro i primi ed entra nei miei calcoli.

HUNTING HORN
Pur avendo partecipato a corse di altissimo livello, anche all'Arlington Million, non ha all'attivo risultati positivi recenti, ultimo podio un anno fà nel Prix Niel (Gr 2) di ParisLongchamp del compianto Brundtland. Spesso utilizzato come pacemaker del Coolmore, penso che questa sia l'unica ragione per schierarlo in questa corsa. Chances singole pari a zero e virgole.

DEIRDRE
La giapponese vincitrice a grossa sorpresa delle Nassau Stakes (Gr 1) di Goodwood, sembrava in un momento di flessione dopo gli ottimi risultati ottenuti nelle stagioni precedenti in Asia. Il primo assaggio con l'Europa era stato negativo, con un nulla di fatto al Royal Ascot nelle Prince of Wales's Stakes (Gr 1), ma una volta acclimatatasi ha sorpreso la Gran Bretagna nel suo insieme. Difficile da valutare, penso che stavolta i vecchi draghi europei non si faranno sorprendere, e quindi, pur avendola seguita anche in Giappone, la lascio fuori dai miei calcoli.

MAGIC WAND
La grigia giramondo del Coolmore torna a casa, dopo il secondo posto in un'edizione non particolarmente qualitativa delle Pretty Polly Stakes (Gr 1). Ultima nelle King George Vi and Queen Elizabeth Stakes (Gr 1) quando aveva avuto compiti da pacemaker, era ottima seconda a metà agosto nell'Arlington Million, dal quale rientra. Penso sia ancora destinata a tirare la corsa di Magical.

MAGICAL
Tre vittorie nelle prime tre corse del 2019, in gruppo 3, poi nelle Mooresbridge Stakes (Gr 2) e nella Gold Cup (Gr 1) del Curragh, era seconda nelle successive tre, trovando sulla sua strada dei missili difficilmente battibili da chiunque: Crystal Ocean nelle Prince of Wales's Stakes (Gr 1), Enable nelle Coral Eclipse (Gr 1) ed ancora Enable nelle Yorkshire Oaks (Gr 1). In assenza dei due citati, è la logica favorita della corsa. Anch'io la ritengo la migliore, ma mi riservo di valutare il rapporto qualità/quota.

ANTHONY VAN DYCK
Il vincitore a sorpresa del Derby di Epsom (Gr 1), con quel numero che tutti ricorderanno di Seamie Heffernan che sposta all'interno, delude senza troppe attenuanti nelle King George VI and Queen Elizabeth Stakes (Gr1), finendo nelle retrovie dopo aver seguito i leaders all'interno. Il confronto con gli anziani non ha portato frutti, e penso che anche in questo caso sarà molto dura. Dovrebbe essere al servizio di Magical.

HEADMAN
Dopo la vittoria in un handicap di classe 2, ha attraversato due volte la Manica per andare a prendersi la vittoria in due gruppi 2, nel Prix Eugène Adam e nel Prix Guillaume d'Ornano. Corre all'attesa ed è dotato di un'ottima accelerazione. Intrigante, ma forse il suo livello non è pari a quello di altri avversari, penso di lasciarlo da parte anche per una quota a mio avviso troppo ridotta.

MADHMOON
Cavallo che definirei un'incompiuta, dopo un ottimo inizio di carriera a due anni e la vittoria nelle Champions Juvenile Stakes (Gr 2) si ripresentava come grande promessa a tre anni, ma le prime difficoltà venivano a galla al rientro in listed, secondo anche se dopo una partenza lenta e costretto all'esterno. Solo quarto nelle 2000 Guineas (Gr 1) di Newmarket, viene opportunamente portato sul miglio e mezzo quando è secondo nel Derby di Epsom (Gr 1) e solo quarto nell'Irish Derby (Gr 1) del Curragh. Ritrova il successo all'ultima in gruppo 3, ancora dopo una partenza lenta, e riprova il top level in questa occasione. Mezzi tanti, difficoltà tattiche e di impiego altrettante, passaggio d'età inferiore alle aspettative. Capace di vincere ma anche di deludere. Ci penso su, ma forse tra i due Shadwell preferisco Elarqam.

Sono indeciso nella scelta, nel frattempo aspetto le idee di chi ha già deciso il suo alfiere.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da orecchielunghe » 13/09/2019 - 18:19

Il secondo, in ordine di partenza e di importanza, gruppo 1 della giornata di Leopardstown sono le Coolmore 'Fastnet Rock' Matron Stakes, con al via sette femmine di tre anni ed oltre sul miglio.

Screenshot_2019-09-13 Racecard Coolmore 'Fastnet Rock' Matron Stakes (Group 1).png

Vediamo le chances delle singole partecipanti:

I CAN FLY
Cavalla che ho seguito spesso, nel 2019 ha vinto solamente in un'occasione in un minor event di Dundalk sull'aw. Dopo un viaggio senza aver raccolto nulla a Meydan, paga lo sforzo finendo np nelle Lockinge Stakes (Gr 2) di Newbury. Successivamente seconda nelle Lanwades Stud Stakes (Gr 2), tre volte terza nelle Duke of Cambridge Stakes (Gr 2), nelle Falmouth Stakes (Gr 1) e nelle Sussex Stakes (Gr 1). All'ultima è quarta nel Prix Jean Romanet (Gr 1). Pur agendo da punta di diamante del Coolmore, ha spesso mancato il successo e questa volta, che non è nemmeno la preferita, la vedo ancora più difficile e credo di doverla abbandonare dopo qualche tentativo a vuoto. Corre al coperto alla retroguardia.

LAURENS
Una delle mie pupille presenti in questa corsa, comunque senza dubbio la mia preferita, forse in assoluto nel panorama attuale. Cavalla di carattere e con un cuore grande, non molla mai. Ha perso per mezzo muso l'ultima nelle City of York Stakes (Gr 2), mentre in precedenza aveva faticato più del previsto nel Prix Rothschild (Gr 1), rischiando di venire stampata sul palo. Un po' sottotono nella stagione rispetto al 2018, cominciava con il secondo posto delle Lockinge Stakes (Gr 1) per poi affondare nelle Queen Anne Stakes (Gr 1), spendendo probabilmente in anticipo le sue energie. Non sto ad elencare tutte le vittorie del 2018 altrimenti finirei domani, pur in leggero calo resta sempre una signora miler. Corre tra i primi.

HAPPEN
Nell'anno vanta una vittoria ed un secondo posto in gruppo 3, oltre alla prova negativa nelle Coronation Stakes (Gr 1). Viene inviata negli USA, corsa dalla quale rientra, ottenendo il secondo posto nelle Saratoga Oaks dei primi di agosto. La scelta delle monte sembra orientata verso compiti da gregaria di Hermosa, pur non avendo il profilo da frontrunner, correndo di rimessa.

HERMOSA
Stagione iniziata in modo brillantissimo, con le vittorie delle due 1000 Guineas (Gr 1) di Newmarket e del Curragh, a sorpresa soprattutto a Newmarket essendo stata ritenuta una gregaria del Coolmore, ed invece la sua corsa all'avanguardia l'ha portata fino al palo al comando. Molto meno sorprendente al Curragh, dove dopo corsa di testa si impone nuovamente. Prova poi da favorita alla pari le Coronation Stakes (Gr 1), trovando però l'ospite francese Watch Me a sbarrarle la strada per la tripletta, tra l'altro lasciando una linea non molto positiva visto il successivo flop della laureata delle Coronation. Malissimo infine nelle Nassau Stakes (Gr 1) all'ultima, visibilmente in difficoltà forse per il caldo, sudatissima, in testa come sempre ma alla fine ultima. Deve riscattare questa sconfitta e ne ha le possibilità, anche se non sarà la mia scelta.

IRIDESSA
Cavalla giornaliera, capace di colpi a sensazione e di resurrezioni improvvise, ma anche di prove deludenti che hanno costellato la sua carriera. Vincitrice di due gruppi 1, il Fillies' Mile a due anni e le Pretty Polly Stakes nel 2019, sembra prediligere la battaglia, esaltandosi alla ricerca dei varchi e nei testa a testa. Nell'anno ha all'attivo un quarto posto nelle Irish 1000 Guineas (Gr 1) ed il nulla di fatto nelle 1000 Guineas (Gr 1) di Newmarket. E' abbastanza poco affidabile, preferisco rivolgermi altrove. Corre di solito al coperto a centro gruppo.

JUST WONDERFUL
Mai sul podio da quasi un anno e cinque corse dopo la vittoria a due anni nelle Rockfel Stakes (Gr 2). Sempre impegnata in gruppo 1, retrocessa da capitana del Coolmore nelle 1000 Guineas (Gr 1) di Newmarket a ruolo di semplice gregaria, cosa che le toccherà anche in questa occasione. Non dovrebbe comunque essere la battistrada, avendo caratteristiche da attendista nelle retrovie, ma questa mancata promessa credo che resterà tale e la lascio fuori.

SKITTER SCATTER
Ecco la seconda delle mie pupille, dopo Laurens e prima di I Can Fly. 2018 da incorniciare, quattro vittorie, un secondo e due terzi posti, tra cui il successo nelle Moyglare Stud Stakes (Gr 1). Rientrata malissimo direttamente nelle 1000 Guineas (Gr 1) di Newmarket, si ripresentava ad agosto in un gruppo 3 di Tipperary, ma era solo deludente seconda, prendendola probabilmente troppo allegra invece di rimanere in scia ai primi come in occasione delle corse precedenti. La mia scelta sarà per una delle tre pupille, lei è la meno quotata, ma non per questo la escludo.

Ho da sfogliare la margherita, intanto aspetto le vostre idee.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 1994
FC: 1340Fanta Coin
Reazioni: 1373
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#4

Messaggio da pacman » 13/09/2019 - 19:33

Come sempre fantastica la presentazione dell'amico orecchielunghe che puntualmente ci delizia con analisi precise e competenti.

Domani, sia nell'ambiente anglosassone che in giro per il mondo, assisteremo a diverse corse di grande qualità ed anch'io provo a portarmi avanti con il lavoro fornendo le mie idee per i due GR1 irlandesi.

Irish Champions Stakes: se la corsa fosse stata sul miglio avrei scelto Madhmoon che sto seguendo da inizio stagione ed oltre a correre sempre bene è stato gestito veramente alla grande dal suo team. Tuttavia, sul doppio chilometro, la mia preferenza è per Magical che - tra i cavalli rimasti in attività - per me è seconda solo ad Enable nel palcoscenico europeo. Attenzione, molta attenzione, ad Elarqam che nelle Juddmonte International Stakes di York è riuscito ad agguantare un terzo posto dopo percorso disastroso, senza il quale probabilmente avrebbe lottato per il successo insieme a Japan e Crystal Ocean.
Magic Wand, giramondo che conosciamo molto bene e recente runner-up di Bricks And Mortar nell'Arlington Million, il tentativo per temerari.


Coolmore "Fastnet Rock" Matron Stakes: subendo la favoritissima e campionessa uscente Laurens, che sembra comunque aver ritrovato una vena importante, mi affido a Hermosa che torna a correre sul suo amato miglio dopo un'escursione piuttosto avventata su distanza maggiore e come sorpresa ecco Skitter Scatter che in GR3 a Tipperary ha svolto una buona prova di rientro e se dovesse tornare sui livelli dello scorso anno sarebbe assai pericolosa.
1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#5

Messaggio da orecchielunghe » 14/09/2019 - 15:54

Seconda giornata dell'Irish Champions Weekend, di scena al Curragh il 15 settembre, con quattro corse di gruppo 1 in programma.

Le disamine delle corse saranno, spero comprensibilmente, più ridotte del solito vista la grande quantità di gruppi 1 in programma nella giornata, oltre a tutto il resto.

Cominciamo in ordine di partenza con le Derrinstown Stud Flying Five Stakes, per 3 anni ed oltre sui 5 furlongs, con dodici al via.

Screenshot_2019-09-14 Racecard Derrinstown Stud Flying Five Stakes (Group 1).png

Diamo un'occhiata alle possibilità dei concorrenti:

CASPIAN PRINCE
Strike rate altissima, 19 su 95, ma i tempi migliori sembrano essere passati. I 10 anni si sentono tutti. Solo un podio nel 2019 con un terzo posto in gruppo 3. Devo lasciarlo a casa.

CHESSMAN
Tornato sui 5 furlongs all'ultima in listed ma finito np, due secondi e un terzo posto in listed race du distanze superiori sono i migliori risultati dell'annata. Grossa sorpresa.

HIT THE BID
Quarto dell'edizione 2018, vincitore in gruppo 3 sull'aw di Dundalk, ottiene due ottimi secondi posti su tre corse a Meydan. Torna in listed race a Tipperary finendo np, ma poteva essere una corsa di rientro in vista di questo appuntamento importante. Da non sottovalutare.

INVINCIBLE ARMY
A segno nell'annata in gruppo 2, gruppo 3 e listed race, ha sempre fallito l'attacco ai gruppi 1. Non ritengo che sia questa l'occasione per spezzare l'incantesimo, anche perchè ai massimi livelli non è mai salito sul podio. Accorcia a 5 furlongs in una delle rarissime occasioni della carriera, ed anche questa cosa non mi convince.

URBAN BEAT
Vincitore e piazzato a livello di listed, è al secondo tentativo in carriera in pattern company. Il primo in gruppo 2 non ha portato risultati, in gruppo 1 sarà ovviamente ancora più complicato. Non credo ci stia.

SOLDIER'S CALL
Tra i più attesi, ha seguito Battaash nelle Nunthorpe Stakes (Gr 1) all'ultima. Metri contati, deve partire come un proiettile per avere possibilità di tenere fino in fondo, non ha mai vinto quest'anno ma risponde spesso presente. La selettiva retta del Curragh non mi pare si addica alle sue caratteristiche, a malincuore lo escludo.

TRUE MASON
Fuori forma e categoria, l'anno scorso aveva ottenuto qualche buon risultato, ma il 2019 è stato un fallimento e rischia di continuare nel trend negativo. Non lo prendo in considerazione.

HOUTZEN
Arrivata dall'Australia, male alla prima in Europa ma molto meglio alla seconda, è arrivata a contatto di Battaash nelle King George Stakes (Gr 2) all'ultima. Già questo è sufficiente per considerarla molto attentamente.

MABS CROSS
La mia pupilla dovrebbe essere alla corsa d'addio, e come dichiarato da Michael Dods, ha scelto questa prova invece della difesa del titolo nel Prix de l'Abbaye de Longchamp, cercando un impegno meno difficile e di evitare Battaash, per chiudere la carriera in bellezza. Quarta delle Nunthorpe dopo partenza un po' in ritardo, potrebbe cogliere qualche avversario in crisi nel finale della dura dirittura del Curragh. Anche per un certo tifo personale e per un addio alle competizioni, sarà probabilmente la mia scelta.

SOFFIA
Seconda e poi tre volte prima, in crescendo di categoria, per questa irlandese che non abbandona mai la propria terra. Listed/gruppo 3/gruppo 2 le categorie nelle quali ha vinto le ultime tre, all'ultima in maniera impressionante. Favorita della corsa, ma ho un debole per un'altra... comunque ci penserò.

FAIRYLAND
Spesso in pista e su distanze tra i 5 furlongs ed il miglio, sembra un tentativo alla o la va o la spacca del Coolmore, che pare aver snobbato in qualche modo l'evento per dedicarsi, immagino, all'Abbaye. Promettentissima a due anni, ha ampiamente deluso le aspettative quest'anno, al meglio terza della July Cup (Gr 1). Difficile che ritrovi i suoi migliori motivi in questa corsa.

SO PERFECT
L'ottimo terzo posto delle Nunthorpe non è stato confermato nella Sprint Cup. Un ritorno ai 5 furlongs sarà probabilmente d'aiuto, ma i risultati arrivano con il contagocce. Non è nemmeno la prima scelta del Coolmore, anche se la preferisco alla capitana. Comunque la subisco.

Ho già un'idea su chi scegliere ma mi prendo un po' di tempo. Intanto, mettete pure le vostre idee.

 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#6

Messaggio da orecchielunghe » 14/09/2019 - 16:09

Secondo gruppo 1 della giornata del Curragh sono le Moyglare Stud Stakes, per femmine di 2 anni sui 7 furlongs, con nove nelle gabbie.

Screenshot_2019-09-14 Racecard Moyglare Stud Stakes (Group 1).png

Ecco una breve presentazione delle partecipanti:

ALBIGNA
Cavalla “da corsa” già in tenera età, due su due incluso il successo in gruppo 2 all'ultima. Dovrebbe tenere i 7 furlongs. Ha mostrato qualità importanti ed un modo di galoppare da cavalla classica. Forse sarà la mia scelta.

ASSURANCE
Debutto più difficile non poteva esserci per questa figlia di Teofilo. Nonostante il buon sangue non me la sento di considerarla.

DAAHYEH
Vittoria al debutto seguita dal successo nelle Albany Stakes (Gr 2). “Solo” seconda nelle Duchess of Cambridge Stakes (Gr 2) all'ultima, mai in grado di impensierire Frankie e la sua Raffle Prize. Big player. I 7 furlongs dovrebbero essere meglio per lei.

LOVE
Mi era piaciuta molto quando vinse un gruppo 3 alla penultima, ma ha successivamente deluso nelle Debutante Stakes (Gr 2) finendo quinta. Forse un po' troppo spesso in pista per una due anni con ambizioni classiche. Non avesse corso male su questa C&D sarebbe probabilmente stata la mia scelta, ma comunque entra nei miei calcoli.

PRECIOUS MOMENTS
Retrocessa nella gerarchia del Coolmore dopo non essere riuscita a vincere una corsa, pur essendo stata varie volte la capitana dello squadrone di Ballydoyle. La brutta prestazione delle Lowther Stakes (Gr 2) all'ultima la condanna ai margini.

SO WONDERFUL
Maiden dopo sette corse, spesso in pista, seconda all'ultima in gruppo 3 dopo qualche piazzamento marginale in altre corse di livello. Era stata promossa a capitana di Aidan O'Brien all'ultima, ma stavolta la presenza di Love le ha sbarrato la strada. Credo si possa trovare di meglio.

SOUL SEARCH
Tre corse e tre podi ma nessuna vittoria, arrivata sempre a contatto del vincitore, è in buone mani e non mi sorprenderebbe un ulteriore progresso. La valuterò senz'altro in fase di pronostico.

TANGO
Nessun risultato di prestigio nel suo palmarès, solo fino a livello di maiden, Occhio che al debutto è arrivata ad una testa dalla probabile favorita Albigna, anche se successivamente le due hanno imboccato strade diverse. Zero su tre e nessun podio in corse di gruppo.

UNDER THE STARS
Due su due inclusa la vittoria in gruppo 3 al Royal Ascot, poi un buon quarto posto ad una testa dal terzo nelle Lowther Stakes (Gr 2). Il furlong in più dovrebbe essere un vantaggio, ed entra nei miei calcoli qualora decidessi per una sorpresa.

C'è molto da riflettere, se voi lo avete già fatto, non esitate a postare le vostre impressioni.

 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#7

Messaggio da orecchielunghe » 14/09/2019 - 16:35

Il terzo gruppo 1 di giornata saranno le Goffs Vincent O'Brien National Stakes, per maschi di 2 anni sui 7 furlongs, con otto puledri dichiarati partenti.

Screenshot_2019-09-14 Racecard Goffs Vincent O'brien National Stakes (Group 1).png

Vediamo chi potrà insidiare il chiaro favorito Pinatubo:

ARIZONA
Secondo al debutto, poi due vittorie incluse le Coventry Stakes (Gr 2), solo quarto nel Prix Morny (Gr 1), forse penalizzato dal terreno allentato. Non sarebbe una cattiva scelta a mio parere, ma Ryan Moore preferisce Armory, ed io lo ascolto.

ARMORY
Probabilmente la maggiore insidia per Pinatubo. Terzo all'esordio, cala il tris con le vittorie in gruppo 3 ed in gruppo 2 (Futurity Stakes). Sempre favorito, deve però ancora affrontare il crack in blue.

GEOMETRICAL
Al primo tentativo in pattern company, è terzo di Armory in gruppo 2 nelle Futurity Stakes. Buon soggetto, si ritrova dei missili ai quali sarà difficile opporsi. Quattro corse in poco più di un mese mi sembrano decisamente troppe per impostare una carriera da classiche.

IBERIA
Ben lontano da Armory nelle Futurity Stakes (Gr 2), ha mostrato anche problemi caratteriali di gestione in pista. Dietro nella gerarchia del Coolmore.

MONOSKI
Tipico allievo di Mark Johnston, spessissimo in pista, che deve aver trovato un passaggio sul van per l'Irlanda, altrimenti non si spiegherebbe il suo tentativo in una corsa del genere. Cavallo da buoni handicap e da condizionate, forse con l'obiettivo listed race. No.

PINATUBO
Soggetto con ambizioni super classiche, forse il leader della generazione 2017, che ha infilato quattro successi a seguire incluse le Vintage Stakes (Gr 2), vinte con tanto in mano. Non vedo tra i presenti chi possa metterlo realmente in difficoltà, la quota è ovviamente bassa ma a mio avviso giustificata. Top player.

ROMAN TURBO
Dopo due vittorie ad inizio carriera, prova con discreto successo le Futurity Stakes finendo quarto a due lunghezze abbondanti da Armory e dietro a Geometrical. Buon soggetto ma sembra chiuso.

TORONTO
Sempre dietro ad Armory e sempre di molte lunghezze. Portatore d'acqua per il Coolmore.

Credo non ci sia molto su cui riflettere, ma se a qualcuno si accendesse qualche lampadina, siamo qui apposta per pubblicare le idee di ciascuno.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12415
FC: 516Fanta Coin
Reazioni: 2569
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#8

Messaggio da orecchielunghe » 14/09/2019 - 17:02

La corsa più importante della giornata del Curragh è rappresentata dal Comer Group International Irish St Leger, corsa sui 14 furlongs che ha raccolto 10 soggetti di tre anni ed oltre.

Screenshot_2019-09-14 Racecard Comer Group International Irish St Leger (Group 1).png

Corsa più equilibrata ed aperta a diverse possibiltà, vediamo chi potrebbe avere le chances migliori o la quota più interessante rispetto alla qualità:

CAPRI
Vincitore dell'edizione 2017, ultimo successo in gruppo 3 a Naas ad aprile 2018. Qualche problema fisico ha limitato la sua carriera, avevo iniziato a seguirlo ma l'ho abbandonato da tempo. Quest'anno ha ottenuto un terzo posto in listed race, e non mi sembra sia nelle condizioni ideali per tornare al successo in questa corsa, pur essendo uno stayer.

CROSS COUNTER
Sembrerebbero perfino brevi i 14 furlongs del St Leger, per questo maratoneta, vincitore a fine 2018 della Melbourne Cup (Gr 1) sul doppio miglio (anche se con peso leggero) e della Dubai Gold Cup (Gr 2). Buoni piazzamenti in seguito ma senza impensierire Stradivarius. Comunque positivo anche su distanze inferiori. Ci sta, ma non nei miei calcoli.

CYPRESS CREEK
Nelle ultime quattro corse ne ha battuto complessivamente solo uno. Al servizio della causa del Coolmore.

KEW GARDENS
Vincitore del St Leger di Doncaster, l'ho sempre considerato un soggetto da queste distanze. Rientra dal secondo posto nella Coronation Cup di maggio , puntando dritto a questa corsa. Tra i papabili.

LATROBE
Mio pupillo dai tempi del successo nell'Irish Derby 2018, ho sempre pregato affinchè fosse stabilmente allungato a distanze maggiori, spesso facendo, al contrario, il percorso inverso. Quando ha corso i 14 furlongs, è stato secondo di Twilight Payment nella Curragh Cup, per poi vincere l'ultima in gruppo 3, con l'obiettivo di questa prova. Bella quota da mezza sorpresa, potrebbe essere lui il mio cavallo.

MASTER OF REALITY
Vincitore su questa distanza in gruppo 3 ad aprile, ha poi proseguito con piazzamenti marginali, incluso il terzo posto nella Gold Cup (Gr 1) di Ascot. Buon comprimario, ma come sorpresa preferisco cercare altrove.

SALOUEN
Spesso protagonista di corse di gruppo 1, aveva rischiato di battere Cracksman nella Coronation Cup (Gr 1) 2018. Diversi piazzamenti, spesso snobbato al betting, cerca ancora il primo alloro in pattern company. Prova per la prima volta ad andare oltre il solito miglio e mezzo, ma non sono sicurissimo che tenga la distanza, ma penso che un tentativo lo si possa fare. Io però pesco altrove.

SOUTHERN FRANCE
Stamina assicurata, in occasione della vittoria del St Leger trial di agosto, per il resto non efficacissimo in ottica podio, nei pressi del quale è arrivato spesso. Relegato a riserva del Coolmore, lo lascio in panchina anche io.

TWILIGHT PAYMENT
Ha battuto Latrobe all'ultima, e subito dopo è passato proprio alla yard dello stesso, acquistato quasi per esorcizzare l'inaspettata sconfitta dell'Irish Derby 2018 winner. Abituale su questa distanza, potrebbe ripetersi e fornire una bella sorpresa. Pur avendolo battuto, gli preferisco Latrobe per la classe.

SEARCH FOR A SONG
La quarta delle Irish Oaks (Gr 1) ha poi vinto in listed race all'ultima, provando in questa occasione ad allungare ai 14 furlongs. Un buon prospetto, ma forse questa corsa viene un po' troppo presto, trovandosi anziani navigati ed una distanza da scoprire. Da seguire in futuro, oggi la osservo solamente.

Le riflessioni per questa corsa richiedono più tempo, tornerò quanto prima con le mie idee, eventualmente confrontandole con le vostre.

 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 1994
FC: 1340Fanta Coin
Reazioni: 1373
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#9

Messaggio da pacman » 15/09/2019 - 12:46

La star del giorno per me sarà ovviamente Pinatubo, però credo che anche un altro Godolphin potrà dire molto durante questo bellissimo pomeriggio e parlo di Cross Counter, mio personale favorito dell'Irish St Leger. Ci sono tanti buoni cavalli (Kew Gardens, Southern France, Latrobe) ma la mia idea è che - se al top della condizione - il giramondo di Charlie Appleby potrebbe metterli tutti nel sacco. Attendiamo e vediamo...

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 1994
FC: 1340Fanta Coin
Reazioni: 1373
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#10

Messaggio da pacman » 15/09/2019 - 17:50

Dando per scontata la partecipazione alle Dewhurst Stakes tra poco meno di un mese, secondo voi Pinatubo dove potrà arrivare?

Il passaggio di età è una cosa seria, non di certo uno scherzo, e con Too Darn Hot lo abbiamo visto, così come coloro che debutteranno a 3 anni saranno forti e neanche poco...

Però a me questo sembra uno veramente forte, con un fisico mastodontico ed un'azione esplosiva per l'età che ha  :O
1 Immagine



savinoz

Pronoman
Messaggi: 6045
FC: 159Fanta Coin
Reazioni: 1765
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#11

Messaggio da savinoz » 15/09/2019 - 18:09

pacman ha scritto:
15/09/2019 - 17:50
Dando per scontata la partecipazione alle Dewhurst Stakes tra poco meno di un mese, secondo voi Pinatubo dove potrà arrivare?

Il passaggio di età è una cosa seria, non di certo uno scherzo, e con Too Darn Hot lo abbiamo visto, così come coloro che debutteranno a 3 anni saranno forti e neanche poco...

Però a me questo sembra uno veramente forte, con un fisico mastodontico ed un'azione esplosiva per l'età che ha  :O
 Io ho visto solo 2 cavalli così in vita mia super crack
 
1 Immagine

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 1994
FC: 1340Fanta Coin
Reazioni: 1373
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#12

Messaggio da pacman » 15/09/2019 - 23:10

savinoz ha scritto:
15/09/2019 - 18:09
 Io ho visto solo 2 cavalli così in vita mia super crack
 

Frankel e?



savinoz

Pronoman
Messaggi: 6045
FC: 159Fanta Coin
Reazioni: 1765
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#13

Messaggio da savinoz » 16/09/2019 - 10:56

pacman ha scritto:
15/09/2019 - 23:10
Frankel e?

L'altro non è altrettanto famoso ma rappresenta il mio ingresso al mondo del galoppo  da ragazzino Zafonic  ci sono ragioni affettive altri cavalli su distanze diverse mi hanno impressionato ma sul tema della velocità  pura fa paura vedremo dopo il passaggio di età , certo per fare un paragone con il trotto io ero tifoso di Viking Kronos che da puledro aveva parziali e numeri immensamente migliori di Varenne che se anche non seguendo il trotto  conoscerai! (poi lui si è rotto altrimenti staremmo parlando ancora di lui al trotto e galoppo compreso!)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti