Riviviamo la storia

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#1

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 0:11

In questo periodo così delicato e complesso per l'intera umanità direi che non possiamo e non dobbiamo piangerci addosso, bensì avere la forza di unirsi e lottare tutti insieme - chi sul campo e chi a casa propria sostenendo chi è in prima linea - per sconfiggere il nemico comune che tutti ben conosciamo.

Ognuno di noi ha sicuramente passioni attraverso le quali scaricare lo stress lavorativo, familiare o personale o semplicemente hobby incontrati lungo il cammino di vita; il nostro si chiama ippica e penso che anche e soprattutto attraverso il mondo equestre adesso possiamo distogliere la mente dai cattivi pensieri e rigenerarci per affrontare le dure giornate che ci aspettano.

I vari canali sportivi stanno trasmettendo le partite più emozionanti della storia del calcio, le corse ciclistiche più appassionanti, i trionfi dell'Italia natatoria e via dicendo...

Quindi, perchè non fare lo stesso con il nostro amato sport? Scateniamoci!

Io apro il thread qui per il galoppo... Invito gli amici trotters a fare lo stesso nella categoria gemella  :)
2 Immagine 1 Immagine



Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#2

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 0:20

Inizio io...

Dubai World Cup 2006, Electrocutionist in giubba Godolphin con Frankie Dettori in sella: la proprietà è araba ma per tutta Italia come se fosse un nostro portacolori.

Ero poco più che un ragazzino ma già seguivo e mi addentravo in idee e pronostici vari; lo stesso identico binomio aveva già demolito gli avversari nell'Al Maktoum Challenge R3 22 giorni prima nell'allora Super Thursday però la paura di vederlo perdere nel giorno più importante era molta.

C'erano gli americani, i sudamericani, c'era Maraahel, c'era pure un giapponese, ma quel giorno la stella di Electrocutionist era troppo luminosa per non brillare su tutti. Un'emozione pazzesca gioire insieme a Frankie che tagliò il traguardo frusta al cielo!

1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 16020
FC: 619Fanta Coin
Messaggi/giorno: 18,48
Reazioni: 4058
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da orecchielunghe » 25/03/2020 - 7:14

Nonostante io segua l'ippica dagli anni '70, i miei ricordi sono molto più freschi.

Di tanto in tanto, approfittando del tempo a disposizione e della mancanza di corse, proporrò qualcosa in questa rubrica ideata dall'amico pacman, con attenzione verso qualche cavallo in particolare che ho seguito nel passato.

Vorrei ricordare con un video uno dei miei cavalli preferiti, se non il preferito, che purtroppo ci ha lasciato nel 2019, i cui primi ed ultimi eredi stanno nascendo quest'anno. Roaring Lion, che prima della brevissima carriera da stallone, aveva chiuso quella agonistica con otto vittorie, due secondi posti ed un terzo posto in tredici corse.

Scelgo come video una delle sue vittorie più emozionanti, le Irish Champion Stakes di Leopardstown edizione 2018, nelle quali batteva il rivale dichiarato di sempre, Saxon Warrior.


 
1 Immagine 1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 16020
FC: 619Fanta Coin
Messaggi/giorno: 18,48
Reazioni: 4058
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#4

Messaggio da orecchielunghe » 25/03/2020 - 9:04

Altra cavalla del cuore, alla quale ho dedicato il mio avatar dopo la sua prematura scomparsa nel 2019, è Sea Of Class.

Le dedico il filmato delle Irish Oaks 2018, indimenticabile volata con rimonta dal fondo del gruppo e pennellata sul palo, che mi fece esultare davanti allo schermo.


 
3 Immagine 1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati



savinoz

Pronoman
Messaggi: 10130
FC: 197Fanta Coin
Messaggi/giorno: 16,13
Reazioni: 3054
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#5

Messaggio da savinoz » 25/03/2020 - 12:03

Gentilmente l'amico Marco potrebbe postare il Morny del 1992  c'è un cavallino che ho sempre adorato ;)
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 16020
FC: 619Fanta Coin
Messaggi/giorno: 18,48
Reazioni: 4058
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#6

Messaggio da orecchielunghe » 25/03/2020 - 12:21

Le immagini del Morny 1992 non sono disponibili, quantomeno presso le mie risorse abituali.
Spero di fare cosa gradita postando il video di un'altra corsa del tuo cavallo del cuore, le Dewhurst Stakes 1992 :)

1 Immagine 1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#7

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 13:17

Zafonic, che cavallo!

Colori Juddmonte, Andre Fabre al training e Pat Eddery in sella: impossibile perdere. Pinatubo lo ha ricordato molto per la stagione a 2 anni (a proposito, speriamo di non perdere la stagione dei 3 anni di un cavallo che sembra super come il Godolphin), poi a 3 ha incontrato qualche problema sul terreno di Maisons Laffitte e Goodwood ma le 2000 Ghinee stravinte su Barathea sono state la ciliegina sulla torta di una carriera breve ma fantastica.

Benino come stallone, anche se forse ci si aspettava di meglio, lo abbiamo salutato a quasi 13 anni nel 2003 purtroppo.

Invito l'amico savinoz ad aggiungere qualcosa sul suo cavallo del cuore... Con un cuore grande così!  :cuore:
1 Immagine 1 Immagine



savinoz

Pronoman
Messaggi: 10130
FC: 197Fanta Coin
Messaggi/giorno: 16,13
Reazioni: 3054
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#8

Messaggio da savinoz » 25/03/2020 - 13:47

pacman ha scritto:
25/03/2020 - 13:17
Zafonic, che cavallo!

Colori Juddmonte, Andre Fabre al training e Pat Eddery in sella: impossibile perdere. Pinatubo lo ha ricordato molto per la stagione a 2 anni (a proposito, speriamo di non perdere la stagione dei 3 anni di un cavallo che sembra super come il Godolphin), poi a 3 ha incontrato qualche problema sul terreno di Maisons Laffitte e Goodwood ma le 2000 Ghinee stravinte su Barathea sono state la ciliegina sulla torta di una carriera breve ma fantastica.

Benino come stallone, anche se forse ci si aspettava di meglio, lo abbiamo salutato a quasi 13 anni nel 2003 purtroppo.

Invito l'amico savinoz ad aggiungere qualcosa sul suo cavallo del cuore... Con un cuore grande così!  :cuore:
Ci sarebbe da scrivere un paio di libri , forse il mio giudizio è viziato dall'età, quella adolescenziale, dove  tutto viene amplificato e sfiora il confine tra mito e leggenda (l'inizio degli anni 90 per ogni sport o quasi avevo una leggenda generalmente fuori dagli schemi così per dire Salvatore Antibo nel Mezzofondo, Gianni Bugno nel ciclismo , forse l'unico universale era Ayrton Senna). Ora a mente satura di Ippica (non è vero c'è sempre spazio), posso dire che era in possesso di una frazione di 200/300 metri che nemmeno i più grandi visti successivamente sono stati in grado di replicare. Se proprio vogliamo, Frankel aveva frazioni vicine ma Frankel partiva da una velocità di base molto più alta e sapeva replicare più frazioni almeno tre simili e ciò fa la differenza tra campione e leggenda. Sul giudizio stalloniero sono d'accorso in parte perché se guardiamo ai numeri crudi e diretti si potrebbe anche essere d'accordo ma poi allargando lo spettro alle fattrici e ad alcuni dei suoi figli direi che il giudizio dovrebbe essere rivisto !Sarò ripetitivo ma in questo caso il mio giudizio è troppo di parte per poter parlare di un'analisi lucida quindi nella speranza di rivivere altre emozioni da conservare nel cassetto dei ricordi continuo a sognare di vedere nascere crescere e vincere nuovi campioni , campionissimi e perché no anche leggende ..........
2 Immagine



Tanen1973

Newbie
Messaggi: 10
Messaggi/giorno: 0,15
Reazioni: 16
Iscritto il: 21/03/2020 - 1:26

#9

Messaggio da Tanen1973 » 25/03/2020 - 16:34

Non so se la ricordate come me, ma il suo modo di correre era assolutamente scioccante: la chiamavano Queen of Racing per le sue 19 vittorie su 20; vincitrice nel 2008 della Breeders'Cup Ladies, della Breeders'Cup Classic nel 2009 e drammaticamente seconda di una corta testa nell'edizione 2010; correva ultima staccata disinteressata della corsa e poi divorava i suoi avversari in retta d'arrivo; non ho mai visto altri cavalli correre e vincere in quel modo...
Campionessa assoluta
Il suo nome?  Zenyatta
3 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#10

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 19:36

savinoz ha scritto:
25/03/2020 - 13:47
Ci sarebbe da scrivere un paio di libri , forse il mio giudizio è viziato dall'età, quella adolescenziale, dove  tutto viene amplificato e sfiora il confine tra mito e leggenda (l'inizio degli anni 90 per ogni sport o quasi avevo una leggenda generalmente fuori dagli schemi così per dire Salvatore Antibo nel Mezzofondo, Gianni Bugno nel ciclismo , forse l'unico universale era Ayrton Senna). Ora a mente satura di Ippica (non è vero c'è sempre spazio), posso dire che era in possesso di una frazione di 200/300 metri che nemmeno i più grandi visti successivamente sono stati in grado di replicare. Se proprio vogliamo, Frankel aveva frazioni vicine ma Frankel partiva da una velocità di base molto più alta e sapeva replicare più frazioni almeno tre simili e ciò fa la differenza tra campione e leggenda. Sul giudizio stalloniero sono d'accorso in parte perché se guardiamo ai numeri crudi e diretti si potrebbe anche essere d'accordo ma poi allargando lo spettro alle fattrici e ad alcuni dei suoi figli direi che il giudizio dovrebbe essere rivisto !Sarò ripetitivo ma in questo caso il mio giudizio è troppo di parte per poter parlare di un'analisi lucida quindi nella speranza di rivivere altre emozioni da conservare nel cassetto dei ricordi continuo a sognare di vedere nascere crescere e vincere nuovi campioni , campionissimi e perché no anche leggende ..........

I cavalli che segnano la gioventù, l'adolescenza in particolar modo, ce li portiamo nel cuore sempre. Potrei anche risponderti a tutti gli altri esempi: tu Bugno, io Pantani, tu Senna, io prima Damon Hill e poi Schumacher... Ma qui mi si stringe davvero il cuore.

Avevo chiesto un ulteriore tuo intervento proprio per questo, perchè sai riconoscere e confrontare determinate caratteristiche in questi soggetti ed è un piacere leggerti. Poi sono stati due tra i migliori Juddmonte, quindi quale paragone più azzeccato...

 

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#11

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 20:05

Tanen1973 ha scritto:
25/03/2020 - 16:34
Non so se la ricordate come me, ma il suo modo di correre era assolutamente scioccante: la chiamavano Queen of Racing per le sue 19 vittorie su 20; vincitrice nel 2008 della Breeders'Cup Ladies, della Breeders'Cup Classic nel 2009 e drammaticamente seconda di una corta testa nell'edizione 2010; correva ultima staccata disinteressata della corsa e poi divorava i suoi avversari in retta d'arrivo; non ho mai visto altri cavalli correre e vincere in quel modo...
Campionessa assoluta
Il suo nome?  Zenyatta
Come dimenticare Zenyatta? Impossibile!

Vorrei partire nel mio ricordo dalla pagina più dolorosa della sua carriera, quella della sconfitta nella BC Classic 2010. Sicuramente la cavalla non era quella degli anni precedenti ma Mike Smith ci mise molto del suo: troppo, troppo confident e troppa voglia di sbalordire il mondo all'inverosimile come se ce ne fosse ancora bisogno dopo 19 vittorie consecutive. Lei sicuramente non era nata front-runner e forse neanche per correre a centro gruppo, ma un pò le sue caratteristiche ed un pò la passione del buon Mike di correre spesso ultimo e staccato con i cavalli più forti (vedi Midnight Bisou nella scorsa BC Distaff) hanno fatto sì che tutto ciò diventasse una peculiarità classica del binomio.


Ricordo la "guerra fredda" con l'altrettanto forte Rachel Alexandra: un duello tante volte annunciato, altrettante volte provato ad organizzare addirittura in un "1 vs 1", ma mai avvenuto. Quindi per me sempre "guerra fredda" resta.


E comunque azzardo a dire una cosa: la Rachel Alexandra dei 3 anni era più forte della Zenyatta a 4 anni, fermo restando che quest'ultima è stata una cavalla molto tardiva.

Grazie per aver condiviso con noi il ricordo di questa strepitosa atleta, è stato un piacere rivedere quella Breeders' e ripercorrere la sua carriera  :cuore: :cuore: :cuore:
 
1 Immagine 1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#12

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 20:13

orecchielunghe ha scritto:
25/03/2020 - 7:14
Nonostante io segua l'ippica dagli anni '70, i miei ricordi sono molto più freschi.

Di tanto in tanto, approfittando del tempo a disposizione e della mancanza di corse, proporrò qualcosa in questa rubrica ideata dall'amico pacman, con attenzione verso qualche cavallo in particolare che ho seguito nel passato.

Vorrei ricordare con un video uno dei miei cavalli preferiti, se non il preferito, che purtroppo ci ha lasciato nel 2019, i cui primi ed ultimi eredi stanno nascendo quest'anno. Roaring Lion, che prima della brevissima carriera da stallone, aveva chiuso quella agonistica con otto vittorie, due secondi posti ed un terzo posto in tredici corse.

Scelgo come video una delle sue vittorie più emozionanti, le Irish Champion Stakes di Leopardstown edizione 2018, nelle quali batteva il rivale dichiarato di sempre, Saxon Warrior.


I cavalli grigi hanno sempre un fascino particolare... E Roaring Lion per il nome strong, per il mantello e per la grinta che aveva in corsa non poteva non affascinare.

E' stato "incredibilmente" battuto due volte da Masar, vincitore dell'Epsom Derby (terzo il nostro Roaring Lion) e poi sparito, ma in futuro - ed anche in passato aveva - ha dimostrato di che pasta era fatto.

Lui fa parte di una storia piuttosto recente, ma negli albi d'oro ci sarà per sempre. E speriamo di poter vedere ad altissimi livelli anche i suoi eredi, che dovrebbero correre in Oceania se non ricordo male vista la sua carriera da stallone da quelle parti (Nuova Zelanda?).

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 16020
FC: 619Fanta Coin
Messaggi/giorno: 18,48
Reazioni: 4058
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#13

Messaggio da orecchielunghe » 25/03/2020 - 20:15

Il dentista dell'amico manzotin, che al contrario suo cito con il nickname per esteso :mal: , mi ha pregato di pubblicare questo video, che gli ricorda una situazione imbarazzante :O , visto che il diretto interessato non si decide :allora:

Per chi non conosce le avventure del losco figuro citato qui sopra, questa è la Dubai World Cup 2019 vinta da Thunder Snow :)

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2941
FC: 1710Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,29
Reazioni: 2313
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#14

Messaggio da pacman » 25/03/2020 - 20:21

orecchielunghe ha scritto:
25/03/2020 - 20:15
Il dentista dell'amico manzotin, che al contrario suo cito con il nickname per esteso :mal: , mi ha pregato di pubblicare questo video, che gli ricorda una situazione imbarazzante :O , visto che il diretto interessato non si decide :allora:

Per chi non conosce le avventure del losco figuro citato qui sopra, questa è la Dubai World Cup 2019 vinta da Thunder Snow :)


Guardando questo video potrei far uscire gli ormoni dalla "quarantena"... O più elegantemente, potrei scrivere un libro  :huaha:

Prima di lasciare il mio report attendo però un commento unificato dell'amico manzotin e del suo dentista, spero in tempi rapidi.

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 16020
FC: 619Fanta Coin
Messaggi/giorno: 18,48
Reazioni: 4058
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#15

Messaggio da orecchielunghe » 25/03/2020 - 20:24

pacman ha scritto:
25/03/2020 - 20:13
I cavalli grigi hanno sempre un fascino particolare... E Roaring Lion per il nome strong, per il mantello e per la grinta che aveva in corsa non poteva non affascinare.

E' stato "incredibilmente" battuto due volte da Masar, vincitore dell'Epsom Derby (terzo il nostro Roaring Lion) e poi sparito, ma in futuro - ed anche in passato aveva - ha dimostrato di che pasta era fatto.

Lui fa parte di una storia piuttosto recente, ma negli albi d'oro ci sarà per sempre. E speriamo di poter vedere ad altissimi livelli anche i suoi eredi, che dovrebbero correre in Oceania se non ricordo male vista la sua carriera da stallone da quelle parti (Nuova Zelanda?).
Fu proprio la sconfitta nel Derby di Epsom ad opera di Masar, per il modo in cui arrivò, che mi fece pensare che quel grigio della Qatar Racing avesse ancora moltissimo da dire nella sua breve carriera agonostica, terminata con il nulla di fatto sulla sabbia della Breeder's Cup a novembre 2018.

Funzionò come stallone in Nuova Zelanda, dove si ammalò prima di essere riportato in Inghilterra. Coprì ben 133 fattrici, di cui 46 nerettate. Non so dire con esattezza se tutte in Nuova Zelanda, comunque è stato lo stallone più richiesto nel 2019 tra i debuttanti.

I suoi primi ed ultimi prodotti stanno nascendo ora, e li vedremo in pista a cominciare dal 2022.
 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Ora in questa categoria: Nessuno e 1 ospite