UAE Horse Racing - Stagione 2018/2019

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.
Rispondi

Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#616

Messaggio da pacman » 11/02/2019 - 10:01

orecchielunghe ha scritto:
11/02/2019 - 9:58
Mi aspetta un lavoro intenso, considerando che i pronostici li faccio anche per le altre corse europee di galoppo. Ma arriverò a coprire tutto il panorama delle corse per PSI, sperando di conseguire risultati migliori.
La selezione delle foto non è casuale... riesco a trovare quelle dei vincitori delle varie corse, e tra questi scelgo quelli da me pronosticati... se sono quattro foto, in fondo non è andata malissimo :vip: :).

Beh allora per questa settimana speriamo di poter vedere una fila interminabile di post con foto dei vincenti pronosticati!!!
1 Immagine



BetFlag

Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#617

Messaggio da pacman » 11/02/2019 - 22:49

Noto ora un qualcosa più unico che raro: le sei cavalle iscritte, e probabilmente partenti, nelle Balanchine Stakes saranno le stesse, identiche, che insieme a Victory Wave presero parte alle Cape Verdi Stakes.

Un qualcosa del genere credo sia capitato pochissime volte in giro per il mondo: due corse, due GR2, letteralmente fotocopia.
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#618

Messaggio da orecchielunghe » 12/02/2019 - 19:20

La prima delle quattro riunioni della settimana degli Emirati, senz'altro la più importante e facente parte del Carnival, si disputa a Meydan il 14 febbraio.
Ecco qualche idea per le corse riservate ai PSI:

2° corsa - Meydan Sprint Sponsored By Gulf News - Group 2 – 1000M – Turf - USD 250,000

Non riesco ad andare contro Blue Point, nonostante sia al rientro da agosto ed al debutto negli UAE. Specialista del chilometro secco, vincitore delle King's Stand Stakes (gr. 1) del Royal Ascot, meno bene nelle July Cup Stakes (gr. 1) di Newmarket ma sui 6 furlongs, è poi terzo nelle terribili Nunthorpe Stakes (gr. 1) di York. Secondo l'anno passato in questa prova, battuto dal favorito Ertijaal, ha una buona occasione per cercare la vittoria in questa volata di Meydan. Connection Charles Appleby/William Buick ai massimi.

3° corsa - Firebreak Stakes Sponsored By Reach By Gulf News - Group 3 – 1600M – Dirt - USD 200,000

Provo ad andare contro il probabile favorito Heavy Metal, proponendo Muntazah, due lunghezze dietro al rivale a marzo 2018, rientro tranquillissimo a Jebel Ali e terzo all'ultima, lontano dal reattore nucleare North America ed a poco meno di due lunghezze dal compagno di training Kimbear, che in teoria lo chiuderebbe, ma conto su Jim Crowley, che raddoppia gli sforzi ogni volta che veste la giubba di Hamdan Al Makthoum.

4° corsa - Meydan Trophy Sponsored By Friday – Conditions – 1900M – Turf - USD 100,000

Corsa che definirei poco riuscita, nella quale propongo nuovamente la connection Charles Appleby/William Buick, con il debutto negli UAE di Art Du Val, che allunga ulteriormente la distanza in un percorso di crescita arrivando ai 1900 metri, dopo la vittoria al debutto in novices in UK ed il secondo posto sul miglio in una listed race di Deauville ad ottobre. Lo indico più per l'opposizione non particolarmente agguerrita che per le sue potenzialità, in quanto il debutto sul tracciato, il rientro da tre mesi e mezzo e l'allungamento della distanza, da affrontare tutte in una volta, non gli rendono il compito molto agevole.

5° corsa - Balanchine Sponsored By gulfnews.com - Group 2 - 1800M – Turf - USD 250,000

Corsa praticamente identica al Cape Verdi (gr. 2) del 17 gennaio, cambia solo la distanza che aumenta di un furlong. Aveva vinto Poetic Charm con quattro lunghezze di margine su Asoof, e via via tutti gli altri. Stavolta provo ad andare contro il probabile favorito e vado con Asoof, che guadagna un chilo e mezzo e lo ritengo più centrato sui 9 furlongs rispetto a Poetic Charm. Anche la connection Saeed Bin Suroor/Christophe Soumillon è di qualità altissima.

6° corsa – Handicap - 1200M – Dirt - USD 135,000

Sentivo la mancanza di Lavaspin, che praticamente corre solo sui 6 furlongs sul dirt, con una sola eccezione sui 7 furlongs. Tre vittorie, un secondo ed un terzo posto in sei uscite per questo esponente della forma locale, proveniente da categorie inferiori, ma che con peso basso e gabbia nr . 2 potrebbe fare il colpo e mettere tutti d'accordo. Manca dalle piste da novembre, e cercherà di mantenere l'imbattibilità nella stagione 2018/2019, nella quale ha stravinto le due corse finora disputate.

7° corsa - Wheels - Handicap – 2410M – Turf - USD 175,000

Sette rappresentanti di Godolphin in pista per questo handicap sul miglio e mezzo in chiusura di giornata, nel quale provo ad andare contro la pattuglia azzurra proponendo nuovamente Sharpalo, a livello di sorpresa. So che sarà difficile non vedere un Godolphin tagliare il traguardo per primo, comunque i buoni risultati recenti autorizzano qualche speranza, forse più di piazzamento che di vittoria, per questo sette anni presentato da Ahmad Bin Harmash ed affidato a Connor Beasley. Le recenti prove sul miglio e mezzo hanno dato esiti positivi, con un terzo ed un secondo posto nelle ultime due.
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#619

Messaggio da orecchielunghe » 13/02/2019 - 9:32

Le altre riunioni della settimana avranno luogo ad Al Ain il 15, a Sharjah il 16 ed ad Abu Dhabi il 17 febbraio.
Limitatamente alle prove per PSI, provo ad indicare qualche pronostico:

Al Ain – 15 febbraio

2° corsa - Handicap – 2600M – Dirt - AED 80,000

Sono per il top weight Aslan, male al rientro nella stagione 2018/2019 ma con buone prestazioni nella stagione agonistica precedente, con tre vittorie ed un secondo posto sul dirt in sei corse. Affronta un viaggio più lungo del solito, ma se avesse ritrovato la condizione potrebbe emergere in un campo di qualità ridotta, con diversi soggetti in gara con peso schiacciato.

Sharjah – 16 febbraio

4° corsa - Handicap – 2000M – Dirt - AED 40,000

Provo con Cranesbill, soggetto molto regolare anche se tuttora maiden, alla sesta prova stagionale, iniziata con un secondo posto e proseguita con due terzi, un quarto ed un quinto all'ultima. Torna in handicap dopo qualche maiden sul dirt ed un altro handicap sull'erba, sperando prima o poi di trovare la sua giornata. L'occasione potrebbe essere questa, in un campo di basso livello anche se numeroso.

Abu Dhabi – 17 febbraio

6° corsa - Al Bateen - Handicap – 2200M – Turf - AED 100,000

Ottimo il rientro di Brass Ring, con vittoria sul miglio e mezzo di Abu Dhabi a dicembre. Se i due mesi di riposo non lo hanno arrugginito, il vecchio allievo di Ismail Mohammed potrebbe raddoppiare per mantenere l'imbattibilità nella stagione. La vittoria di dicembre era arrivata in una categoria superiore rispetto a quelle frequentate in media dagli avversari odierni, molti dei quali comunque in forma e candidati alla vittoria, in una corsa aperta a molte soluzioni.
se tutto va bene siamo rovinati


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#620

Messaggio da pacman » 13/02/2019 - 13:40

L'amico orecchielunghe è d'accordo con chi redige i palinsesti italiani, domani 6 corse su 7 di Meydan, mi hanno tolto i Purosangue Arabi!!!  :huaha:

Ancora non ho visto i tuoi pronostici caro amico, mi sto mettendo ora al lavoro con i miei in modo che possa farli senza essere "influenzato".
1 Immagine


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#621

Messaggio da pacman » 13/02/2019 - 16:00

Settima riunione del Dubai World Cup Carnival 2019, un meeting leggermente diverso - soprattutto numericamente - rispetto a quelli degli anni precedenti ma come sempre altamente spettacolare, il quale ci sta regalando belle emozioni in un palcoscenico unico al mondo. I numeri dei cavalli al via sono calati, soprattutto nelle grandi corse, ma per gli appuntamenti "faro" del Super Saturday e del DWC Day mi attendo, e sono annunciati, tantissimi arrivi di qualità da ogni angolo del mondo.
Per questo giovedì di San Valentino il programma ci proporrà un GR2 per Purosangue Arabi in apertura, seguito dal Meydan Sprint (GR2) per i velocisti che vorranno puntare l'Al Quoz Sprint, le Firebreak Stakes (GR3) sul miglio del Dirt per coloro che vorranno avere una chance da protagonisti nel Godolphin Mile e le Balanchine Stakes (GR2) per ottime femmine sui 1800 metri della pista in erba che saranno un vero e proprio remake delle Cape Verdi Stakes del mese scorso. A far da contorno avremo un'interessante Condizionata per tre anni, il Meydan Trophy, e due affollatissimi e come al solito complicatissimi Handicap da decifrare.

Ci tuffiamo dunque nel vivo del programma ed andiamo ad analizzare queste sette corse che ci faranno divertire ed appassionare.


1° CORSA - MAZRAT AL RUWAYAH - GRUPPO 2 (PUROSANGUE ARABI) - 1600 METRI - DIRT - ORE 15.30 ITALIANE

Come anticipato in precedenza la giornata prenderà il via con questa bella corsa per PSA di qualità, alla quale hanno aderito in nove, che andranno a sfidarsi sul miglio del tracciato in sabbia.
Chissà che non sia finalmente arrivato il momento della vittoria di Mawahib (9), accreditato di un rating di 119 in seguito a numerose belle prestazioni effettuate in stagione, di cui l'ultima un secondo posto di rilievo nell'Al Maktoum Challenge R2 sui 2200 metri, ma in passato aveva dimostrato di saper fare bene anche sul miglio.
Gli avversari sono agguerriti ed io li raccolgo in un gruppo di tre cavalli: Af Al Sajanjle (6) è un piazzato di ferro che quest'anno sta facendo davvero belle cose, quindi se non dovesse risentire della stanchezza della sesta corsa da novembre o, ancor di più, della seconda in due settimane, secondo me sarà ancora lì a lottare con i primi; Cakouet De Bozouls (3) è un sette anni che non corre dal secondo posto conquistato lo scorso novembre nel Bani Yas (GR2) sui 1400 metri ma negli anni passati ha ottenuto gran bei risultati in parecchie corse di gruppo e va tenuto assolutamente in considerazione, al pari di Rb Torch (7) che se in giornata potrebbe metterli anche tutti nel sacco ma quest'anno sta alternando belle prestazioni ad altre incolori e per questo non può che essere la quarta scelta del campo, con licenza comunque di sorprendere.
Due cavalli a cui prestare attenzione: Rb So Rich (1), rientrato brillantemente ad Abu Dhabi sui 1200 metri ma sul miglio ha sempre un pò sofferto negli ultimi anni, e Cheik Roque (8) che con Antonio Fresu in sella proverà a dar continuità ad una prestazione abbastanza positiva effettuata nell'Al Maktoum Challenge R2.

Pronostico: 9 Mawahib - 6 Af Al Sajanjle - 3 Cakouet De Bozouls




2° CORSA - MEYDAN SPRINT - GRUPPO 2 - 1000 METRI - TURF - ORE 16.05 ITALIANE

Sono rimasti in sei, dopo il ritiro di Roussel, in questo Meydan Sprint, corsa di introduzione abbastanza recente ma già Gruppo 2 che guiderà cavalli, addetti ai lavori ed anche noi appassionati all'Al Quoz Sprint di fine marzo.
C'è ben poco da dire: Blue Point (1) si presenta con un rating di 120, portabandiera dell'accoppiata terribile Appleby-Buick e nel 2018 ha vinto le King'S Stand Stakes al Royal Ascot ed è stato terzo delle Nunthorpe Stakes a York, per cui direi tutti ottimi motivi per migliorare il secondo posto dello scorso anno in questa corsa.
Faatinah (5) ha disputato due gran belle corse in stagione proprio sul chilometro secco ed anche con peso difficile, quindi teniamolo d'occhio perchè la forma c'è ed ha corso in 57.47 con 60 kg in sella, un bel numero direi.
Terza forza del campo, per forza di cose, il De Kock Mujaafy (4), un quattro anni proveniente dal Sudafrica dove si è messo bene in mostra in ottimi palcoscenici per velocisti.
Gli altri tre: Rebel Streak (6) è un cavallo che stimo ma questo tentativo, dopo il sesto posto della settimana scorsa in Handicap, mi sembra abbastanza azzardato, Portamento (2) sui 1000 metri ci ha corso, anche bene, ad inizio carriera ma qui - nonostante la sua crescita e la forma dei cavalli di Al Rayhi - lo vedo nettamente chiuso, mentre Johann Strauss (7) è il classico acquisto, con tanto di rigenerazione, da parte di Rashed Bouresly che lo fa rientrare in questa corsa dopo due anni di assenza dai campi (precedentemente era stato allenato da De Kock e ancora prima da O'Brien).

Pronostico: 1 Blue Point - 5 Faatinah - 4 Mujaafy




3° CORSA - FIREBREAK STAKES - GRUPPO 3 - 1600 METRI - DIRT - ORE 16.40 ITALIANE

Ancora pochi ma buoni: sette al via di queste Firebreak Stakes, edizione 2019, che sicuramente porteranno diversi di questi cavalli al Godolphin Mile di sabato 30 marzo.
Ci sono diverse linee che si incrociano ma la più solida sembra essere quella dell'Al Maktoum Challenge R1, disputatosi ad inizio gennaio con la stessa proposizione di corsa, nella quale Kimbear precedette Muntazah e, molto più indietro, finì Heavy Metal, campione uscente di questa corsa.
Che dire, Heavy Metal (1) resta sulla carta superiore, lo scorso anno ha vinto anche il Godolphin Mile ed il rientro di quest'anno nell'Al Maktoum Challenge R1 è stato definito "sfortunato" e di sicuro mi aspetto un suo evidente progresso che potrebbe portarlo a vincere qui, ma il mio colpo ad effetto si chiama Kimbear (5), a mio avviso uno dei più validi del lotto sulla distanza e sul tracciato; la monta di Pat Dobbs in stagione è una garanzia, Doug Watson - il suo allenatore - lo sta centellinando bene e a questa terza apparizione stagionale me lo aspetto davvero prepotentemente in lotta per la vittoria.
Un cavallo pericoloso, molto pericoloso, pericolosissimo, è Muntazah (7), annunciato in costante progresso ed anche lui in questa terza uscita stagionale me lo aspetto in gran forma e sicuramente tra i primi.
Una piccola analisi su altri due nomi sicuramente interessanti: Silent Attack (4) lo presenta bin Suroor e questo già significa tanto, sul Dirt ha alcune prestazioni inglesi davvero buone e la distanza la fa sicuramente, nonostante qui a Meydan non abbia mai trovato il piglio giusto e per questo gli antepongo i cavalli sopra citati, anche se soprattutto Heavy Metal quest'anno è ancora da prendere con le pinze, sia in positivo che in negativo, mentre Secret Ambition (2) ha vinto il Jebel Ali Mile a gennaio e corre molto bene in questo schema, per cui - seppur forse gli manca qualcosa a livello di qualità - va assolutamente seguito.

Pronostico: 5 Kimbear - 7 Muntazah /// 1 Heavy Metal - 4 Silent Attack




4° CORSA - MEYDAN TROPHY - CONDIZIONATA - 1900 METRI - TURF - ORE 17.15 ITALIANE

Per questo Meydan Trophy, Condizionata riservata ai tre anni, saranno al via in dodici, alcuni di buona qualità ed altri che tenteranno in salto di categoria complici buone prestazioni recenti.
Andare contro Godolphin è un pò un rischio ma a me piace molto Victory Command (3) che ha debuttato abbastanza bene secondo me qui a Meydan sui 1900 metri del Dirt, mettendo in mostra anche un buon finale seppur a debita distanza dai primi (Manguzi ed Estihdaaf), per cui sicuramente sulla distanza non ha problemi, così come non dovrebbe assolutamente averne con la superficie in erba, affrontata sempre positivamente in Gran Bretagna, senza dimenticare che a settembre fu quarto di Too Darn Hot.
Art Du Val (4) è un cavallino dalle belle speranze, con sole due corse - positive - in carriera ed un approdo a Meydan che, se positivo, potrebbe portarlo anche all'UAE Derby del prossimo 30 marzo; la connection è quella giusta, i mezzi sembrano esserci e, con tutte le incognite del rientro e del debutto sul tracciato, va assolutamente seguito.
Trolius (2), irlandese da buona genealogia (Cape Cross) che non ha particolarmente brillato nelle due uscite (meglio alla prima) fin qui sostenute sul tracciato ma ha destato l'impressione che allungando la distanza potrebbe migliore, per cui anch'egli è un soggetto che va tenuto in considerazione soprattutto per una piazza a mio avviso.
Gli altri: Soumillon sale a bordo di Burj (1), anonimo nelle due corse disputate finora in stagione e credo che per lui l'unica speranza possa essere l'allungamento della distanza, Bila Shak (5) è un locale che si è appena tolto la qualifica di Maiden proprio in una corsa sul Turf e con Oisin Murphy in sella può risultare abbastanza velenoso, mentre il resto del gruppo non sembra essere all'altezza dei migliori, per quanto in una corsa di tre anni ad inizio stagione potrebbe succedere veramente di tutto.

Pronostico: 3 Victory Command - 4 Art Du Val - 2 Trolius




5° CORSA - BALANCHINE STAKES - GRUPPO 2 - 1800 METRI - TURF - ORE 17.50 ITALIANE

Edizione numero sedici di questa corsa, inaugurata nel 2004 come Listed Race, passata a GR3 nel 2009 e all'attuale livello di GR2 nel 2011, è stata sempre, o meglio spesso, teatro di sfide tra Godolphin e Mike De Kock, il quale comunque detiene il numero maggiore di vittorie con ben cinque, mentre Godolphin è fermo a quattro anche se quest'anno ha grosse chances di pareggiare il conto.
Nell'albo d'oro di questa corsa, tra le varie Moon Dazzle, Sun Classique, Deem, River Jetez, Mahbooba, Sajjhaa e Cladocera, troviamo il nome di My Central, vincitrice nel 2009 con Johnny Murtagh in sella per i colori della Scuderia SIBA ed il training di Herman Brown.
La corsa di quest'anno ha una particolarità: tutte le sei cavalle al via hanno preso parte alle Cape Verdi Stakes del mese scorso, nelle quali a completare il campo vi era anche Victory Wave.
Guardando quella corsa non vedo perchè Poetic Charm (6) non debba essere candidata all'accoppiata, dopo le quattro lunghezze rifilate ad Asoof ed una progressione finale nella quale ha dimostrato grande condizione e scioltezza nell'azione.
Tuttavia, questa volta "regala" 1,5 kg alle rivali che potrebbero sfruttare questo piccolo vantaggio, in primis proprio Asoof (1) che peraltro, a mio avviso, per quanto fatto vedere precedentemente potrebbe gradire più della compagna di colori i 200 metri in più da affrontare in questa occasione rispetto alle Cape Verdi, quindi occhi aperti su questa allieva di bin Suroor che potrebbe fare anche lo scherzetto a Poetic Charm.
Ed un'altra che dovrebbe gradire l'allungamento della distanza è Furia Cruzada (5), sempre con Antonio Fresu in sella, che quest'anno stenta a trovare la miglior condizione ma nel 2018 è seconda di misura in questa corsa e credo proprio che, nel campo ristretto, potrebbe essere lì a lottare quanto meno per una piazza.
Le altre sulla carta contano un pochino meno, io comunque farei attenzione a colei che avevo pronosticato la scorsa volta, la turca Peri Lina (3), un'altra candidata a progredire sui 9 furlongs, nonostante la carta dice che ancora potrebbe mancarle qualcosa per lottare con le migliori.
In sintesi, Poetic Charm chiara favorita per quanto fatto vedere la scorsa volta e con quel finale messo in mostra non dovrebbe spaventarla il furlong in più, sul quale invece cercheranno di far leva Asoof, Furia Cruzada e forse pure Peri Lina per cercare di colmare il gap.

Pronostico: 6 Poetic Charm - 1 Asoof - 5 Furia Cruzada




6° CORSA - INSIDE OUT - HANDICAP - 1200 METRI - DIRT - ORE 18.25 ITALIANE

Dopo l'abbuffata di Pattern Races si torna ai classici Handicap indecifrabili che vanno a chiudere praticamente ogni giornata di Carnival. Il primo dei due odierni riguarda i velocisti, per la precisione dieci, che si daranno battaglia sui 6 furlongs del tracciato sabbioso.
Difficile effettuare una selezione precisa, anche se a me personalmente piace un soggetto che sulla pista ha dimostrato di andare molto bene e porta il nome di Nine Below Zero (4), con steccato un pochino scomodo ma già vincitore in bello stile in un Handicap un pò più "tranquillo" ma successivamente quarto, non lontanissimo dai primi, nell'Al Shindangha Sprint (GR3).
Hanno peso interessante Almanaara (8) e Pop The Hood (7), soggetti oggettivamente dotati di buoni mezzi ma ancora parzialmente inespressi, e sinceramente qui trovano una ghiotta occasione per poterlo fare, sia come livello degli avversari non impossibile che come perizia.
Ho curiosità per il debutto locale del turco Good Curry (1), di gran lunga il migliore qualitativamente ma si sa come il debutto a Meydan spesso sia difficile, mentre due punti interrogativi per chiudere l'analisi: perchè Victory Wave (5) scende a 1200? E come sta Lavaspin (9) dopo le terapie a cui si è sottoposto in questi mesi che hanno costretto il suo team a ritirarlo due volte? Due domande a cui per ora è difficile dare risposte ma seguiteci perchè magari nell'immediato pre-corsa saprò fornire una risposta...

Pronostico: 4 Nine Below Zero - 8 Almanaara - 7 Pop The Hood




7° CORSA - WHEELS - HANDICAP - 2410 METRI - TURF - ORE 19.00 ITALIANE

Si chiude con il tutto esaurito, o quasi, infatti ci sarà grande spettacolo in questo Handicap di fine giornata sul miglio e mezzo al quale prenderanno parte in quindici, alcuni dei quali davvero di gran qualità.
In questo campo partenti bello ma complesso ho tirato fuori 8 cavalli, che ho deciso di suddividere in tre fasce.

1° FASCIA - I FAVORITI DELLA "PUNTA"
- Walton Street (2): molto molto bene a Meydan l'anno scorso, già vincitore in contesto analogo, affronta il rientro in un contesto a lui congeniale e credo che abbia buone chances di lottare per la vittoria.
- Mountain Hunter (6): altro Godolphin, sponda bin Suroor, che è rientrato col freno a mano tirato ma a distanza di quasi un mese me lo aspetto progredito come condizione fisica ed atletica ed è un altro soggetto a mio avviso da tenere in grossa considerazione.

2° FASCIA - I "MIEI" CAVALLI
Qui ho raccolto un gruppo di quattro cavalli con chances di piazzarsi o comunque correre molto bene, soprattutto Zaman (3), davvero molto bene al rientro due settimane fa e finora mai fuori dal marcatore a Meydan, ma anche Sharpalo (4), gestito benissimo dal suo team, potrebbe raccogliere ancora un altro bellissimo risultato in uno schema che nelle precedenti due corse ha interpretato alla grandissima.
Suspicious Mind (11), poi, ha sorpreso tutti alla prima sul tracciato quando è finito vicinissimo ad Ispolini, un Godolphin che molto probabilmente vedremo al via della Dubai Gold Cup, mentre per lo spagnolo Parsifal (14), autore anch'egli di un debutto interessante sul tracciato, è stato ingaggiato Oisin Murphy e con questo peso ha l'autorizzazione per sorprendere.

3° FASCIA - I PUNTI INTERROGATIVI
Qui due cavalli con due punti di domanda: Red Galileo (7) e Appeared (9). Il primo viene ripresentato solamente sette giorni dopo il secondo posto in un Handicap sul doppio miglio, battuto sonoramente da Dubhe; i mezzi ci sono ma se Soumì lo lascia al giovane Rowan Scott un motivo ci sarà, quindi - in sintesi - potrebbe non essere questa la sua corsa.
Per quanto riguarda l'irlandese montato da Christopher Hayes, finora ha due quarti posti all'attivo sul tracciato con l'impressione che gli sia sempre mancato quel 10% di forma per raggiungere risultati migliori: che sia questa la volta buona?

Provando dunque a sintetizzare: a me, per come ha corso l'ultima volta, piace molto Zaman (3), un neo 4 anni che sa correre con intelligenza ed ha dimostrato di essere in buona forma.
Walton Street (2) e Mountain Hunter (6) saranno appoggiatissimi, almeno in Inghilterra, ma - seppur rischiando - li tengo dietro al più giovane Zaman, mentre Sharpalo (4) e Appeared (9) sono due cavalli di gran regolarità che non mi stupirei di vedere ancora lottare con i primi, anche per via di una gestione molto accurata dei loro rispettivi programmi stagionali.

Pronostico: 3 Zaman - 6 Mountain Hunter - 2 Walton Street /// 4 Sharpalo - 9 Appeared




I FAVORITI
- MAWAHIB
- BLUE POINT
- KIMBEAR
- VICTORY COMMAND
- POETIC CHARM
- NINE BELOW ZERO
- ZAMAN



I POSSIBILI
- CAKOUET DE BOZOULS
- FAATINAH
- MUNTAZAH
- ART DU VAL
- ASOOF 
- GOOD CURRY
- SHARPALO









 


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#622

Messaggio da pacman » 13/02/2019 - 16:05

orecchielunghe ha scritto:
12/02/2019 - 19:20
La prima delle quattro riunioni della settimana degli Emirati, senz'altro la più importante e facente parte del Carnival, si disputa a Meydan il 14 febbraio.
Ecco qualche idea per le corse riservate ai PSI:

2° corsa - Meydan Sprint Sponsored By Gulf News - Group 2 – 1000M – Turf - USD 250,000

Non riesco ad andare contro Blue Point, nonostante sia al rientro da agosto ed al debutto negli UAE. Specialista del chilometro secco, vincitore delle King's Stand Stakes (gr. 1) del Royal Ascot, meno bene nelle July Cup Stakes (gr. 1) di Newmarket ma sui 6 furlongs, è poi terzo nelle terribili Nunthorpe Stakes (gr. 1) di York. Secondo l'anno passato in questa prova, battuto dal favorito Ertijaal, ha una buona occasione per cercare la vittoria in questa volata di Meydan. Connection Charles Appleby/William Buick ai massimi.

3° corsa - Firebreak Stakes Sponsored By Reach By Gulf News - Group 3 – 1600M – Dirt - USD 200,000

Provo ad andare contro il probabile favorito Heavy Metal, proponendo Muntazah, due lunghezze dietro al rivale a marzo 2018, rientro tranquillissimo a Jebel Ali e terzo all'ultima, lontano dal reattore nucleare North America ed a poco meno di due lunghezze dal compagno di training Kimbear, che in teoria lo chiuderebbe, ma conto su Jim Crowley, che raddoppia gli sforzi ogni volta che veste la giubba di Hamdan Al Makthoum.

4° corsa - Meydan Trophy Sponsored By Friday – Conditions – 1900M – Turf - USD 100,000

Corsa che definirei poco riuscita, nella quale propongo nuovamente la connection Charles Appleby/William Buick, con il debutto negli UAE di Art Du Val, che allunga ulteriormente la distanza in un percorso di crescita arrivando ai 1900 metri, dopo la vittoria al debutto in novices in UK ed il secondo posto sul miglio in una listed race di Deauville ad ottobre. Lo indico più per l'opposizione non particolarmente agguerrita che per le sue potenzialità, in quanto il debutto sul tracciato, il rientro da tre mesi e mezzo e l'allungamento della distanza, da affrontare tutte in una volta, non gli rendono il compito molto agevole.

5° corsa - Balanchine Sponsored By gulfnews.com - Group 2 - 1800M – Turf - USD 250,000

Corsa praticamente identica al Cape Verdi (gr. 2) del 17 gennaio, cambia solo la distanza che aumenta di un furlong. Aveva vinto Poetic Charm con quattro lunghezze di margine su Asoof, e via via tutti gli altri. Stavolta provo ad andare contro il probabile favorito e vado con Asoof, che guadagna un chilo e mezzo e lo ritengo più centrato sui 9 furlongs rispetto a Poetic Charm. Anche la connection Saeed Bin Suroor/Christophe Soumillon è di qualità altissima.

6° corsa – Handicap - 1200M – Dirt - USD 135,000

Sentivo la mancanza di Lavaspin, che praticamente corre solo sui 6 furlongs sul dirt, con una sola eccezione sui 7 furlongs. Tre vittorie, un secondo ed un terzo posto in sei uscite per questo esponente della forma locale, proveniente da categorie inferiori, ma che con peso basso e gabbia nr . 2 potrebbe fare il colpo e mettere tutti d'accordo. Manca dalle piste da novembre, e cercherà di mantenere l'imbattibilità nella stagione 2018/2019, nella quale ha stravinto le due corse finora disputate.

7° corsa - Wheels - Handicap – 2410M – Turf - USD 175,000

Sette rappresentanti di Godolphin in pista per questo handicap sul miglio e mezzo in chiusura di giornata, nel quale provo ad andare contro la pattuglia azzurra proponendo nuovamente Sharpalo, a livello di sorpresa. So che sarà difficile non vedere un Godolphin tagliare il traguardo per primo, comunque i buoni risultati recenti autorizzano qualche speranza, forse più di piazzamento che di vittoria, per questo sette anni presentato da Ahmad Bin Harmash ed affidato a Connor Beasley. Le recenti prove sul miglio e mezzo hanno dato esiti positivi, con un terzo ed un secondo posto nelle ultime due.
Stavolta idee simili ma favoriti diversi.

Su un paio di corse comunque mi trovi molto d'accordo, soprattutto sulla scelta di Asoof nelle Balanchine Stakes; ripeto, come detto nel pronostico, il furlong in più non dovrebbe spaventare Poetic Charm, ma comunque è un fattore, così come lo è il chilo e mezzo di sovraccarico che la stessa dovrà portare. Sappiamo bene poi che i cavalli di bin Suroor vengono sempre avanti corsa dopo corsa, per cui può anche essere che in questo periodo Asoof abbia ridotto il gap con la rivale e la sfida sarà molto più avvincente. Lo stesso potrebbe valere per Furia Cruzada nonostante ancora non abbia mostrato la brillantezza degli anni passati.

E poi su Muntazah gran bella analisi, è un cavallo che viene annunciato migliorato di volta in volta e non è escluso che potrebbe fare il colpaccio ma in ogni caso, nonostante i pochi cavalli al via, queste Firebreak Stakes saranno davvero belle da seguire.
 
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#623

Messaggio da orecchielunghe » 13/02/2019 - 18:45

Leggendo la tua accuratissima analisi, mi soffermo un attimo su Lavaspin. Hai parlato di cure... Sai quale fosse il problema che le ha rese necessarie, e quali fossero queste cure? Potrei modificare il mio pronostico.
se tutto va bene siamo rovinati


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#624

Messaggio da pacman » 13/02/2019 - 19:27

orecchielunghe ha scritto:
13/02/2019 - 18:45
Leggendo la tua accuratissima analisi, mi soffermo un attimo su Lavaspin. Hai parlato di cure... Sai quale fosse il problema che le ha rese necessarie, e quali fossero queste cure? Potrei modificare il mio pronostico.

Purtroppo no, ho solamente letto sul sito ufficiale di Emirates Racing Authority che in occasione dei due ritiri nelle ultime due volte in cui era stato dichiarato partente la motivazione era "Therapy", però non so riguardo cosa. Sto cercando comunque di informarmi in giro per il web.

Ne approfitto per qualche spunto venuto fuori dalla newsletter rilasciata oggi:

- Doug Watson ha molta fiducia in Muntazah, tanto che prova già a proiettarlo verso l'Al Maktoum Challenge R3 (9 marzo) passando per questa corsa. E qui torna in auge un mio discorso di qualche tempo fa, ossia che determinati cavalli, ottimi ma non campionissimi, possono sfruttare la forma invernale per raggiungere obiettivi "transitori", comunque prestigiosi, che non sono però corse in programma nel DWC Day.

- Kimbear ha avuto problemi ad un piede dopo l'ultima uscita che ne hanno un pò rallentato la preparazione, anche se ora sembra tutto ok. Peccato che lo abbia letto solo dopo il pronostico, che comunque lascio immutato, anche se magari (sicuramente) influenzerà il mio approccio al betting.

- Pop The Hood, nell'Handicap per velocisti sul Dirt, proverà a farsela di testa e nel caso in cui ci riuscisse aumenterebbero di molto le sue chances.

- Nella stessa corsa approderà a Meydan il turco Good Curry, molto stimato in patria ma con il dubbio del debutto locale e del tracciato a mano sinistra. L'obiettivo, comunque, è il Mahab Al Shimaal (GR3) del Super Saturday con eventuale occhio sul Golden Shaheen.

- Poetic Charm ha lavorato poco dopo le Cape Verdi Stakes ed Appleby ha qualche dubbio, leggero in verità, sulla tenuta alla distanza. Cosa importante comunque è che dopo questa corsa tornerà in Europa per preparare la stagione classica, quindi in ogni caso (a meno di prestazione davvero super) niente Dubai Turf per lei. Ecco, anche qui, con questa notizia, ci sarà da ragionare se scegliere lei o Asoof, vedremo anche le quote... Per quanto i cavalli di Appleby stiano veramente volando in questo periodo.
1 Immagine


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#625

Messaggio da pacman » 13/02/2019 - 22:23

Una rapida analisi delle quote inglesi del giorno prima, vediamo come la pensano i bookmakers d'Oltremanica...

- Blue Point un paio d'ore fa era a 1/5, ora a 1/4, mentre si è leggermente abbassata la quota di Faatinah, dato a 7/2. Effettivamente Blue Point a quella quota sarebbe solo un rischio giocarlo...

- Heavy Metal resiste favorito a 6/4 su Muntazah (7/2) e Kimbear (4/1), anche se i tipsters si schierano tutti con Muntazah, offerto ad una quota per me compatibile con le sue chances.

- Vero che contano in pochi ma Art Du Val a 5/4 e Victory Command a 2/1... Forse un pò pochino. 

- Poetic Charm a 2/5 e Asoof a 4/1 io provo tutta la vita quest'ultima. Furia Cruzada a 5/1 terza forza del campo, le altre oltre a 50/1.

- Favoritissimo Lavaspin a 9/4, non me l'aspettavo. Nine Below Zero e Pop The Hood a 6/1 e Good Curry a 7/1 direi tentativi più che validi.

- I tre Godolphin da me citati vanno dal 2/1 di Walton Street a 11/2 di Zaman (ottimo!), passando per Mountain Hunter a 4/1. Certo che Sharpalo a 10...

La cosa che mi conforta è che in tutte le corse le quote ricalcano il pronostico, segno che lo studio comunque è stato fatto bene. Ora la parola sta al campo per vedere se la lettura sarà stata corretta o meno!



savinoz

Pronoman
Messaggi: 2535
FC: 416Fanta Coin
Reazioni: 640
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#626

Messaggio da savinoz » 14/02/2019 - 0:36

Sguardo della notte alle corse in programma giovedì a Meydan e mie personali impressioni:
MEYDAN SPRINT - GRUPPO 2 - 1000 METRI - TURF bella corsa sono per Blue Point senza se e senza ma perché ha incrociato i migliori velocisti al mondo con ottimi esiti i 1000 metri gli calzano a pennello npn credo nel Sudafricano Mujaafy perché lo ritengo non tra i migliori velocisti del suo paese e non in possesso delle giuste frazioni per correre bene il km secco;
FIREBREAK STAKES - GRUPPO 3 - 1600 METRI - DIRT corsa davvero modesta più un handicap che un gruppo 3 dove vedo bene Heavy Metal per qualità ;
MEYDAN TROPHY - CONDIZIONATA - 1900 METRI - TURF mi piace Art Du Val che andando a memoria esordì a Sandown con un modo di galoppare molto verde ma lasciando intravedere mezzi e necessità di più distanza per far girare al meglio il suo motore;
 BALANCHINE STAKES - GRUPPO 2 - 1800 METRI - TURF Asoof per me è il più forte ma occhio alla gestione dei parziali se si scende sotto 1.52 può intervenire con costrutto Furia Cruzada ;
INSIDE OUT - HANDICAP - 1200 METRI - DIRT Lavaspin è meglio di questi ma in lavoro non ha del tutto convinto , dovesse fallire sono curioso come molti di vedere l'effettivo valore di Pop The Hood;
 WHEELS - HANDICAP - 2410 METRI - TURF
bello veramente mi piacciono due cavalli Sharpalo un vero bancomat su pista e distanza e Appared con peso giusto per lottare la corsa 

Tra poco si inizierà a fare sul serio .....;)
2 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#627

Messaggio da orecchielunghe » 14/02/2019 - 6:27

Pur essendo decisamente meno esperto dei due compagni di viaggio, sono anch'io soddisfatto delle indicazioni che ho dato, che anche nel mio caso ricalcano sostanzialmente le quote UK, ovviamente al di là di quelli che saranno i risultati sul campo.
La quota a mio avviso più sorprendente è quella di Lavaspin, che pensavo più alta. Quanto ai dubbi per i due ritiri sul campo ed alle "terapie", questi vengono un po' ridimensionati proprio dalla quota, ma d'altro canto aumentati dalle notizie di savinoz sui lavori non propriamente convincenti.
In definitiva, stavolta i miei pronostici sono più simili a quelli di savinoz che non a quelli di pacman... vediamo se anche manzotin vorrà dare il suo contributo, vedo con piacere che cominciamo ad essere in tanti a pronosticare le corse del Carnival.
A più tardi per il live :)
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati


Autore Argomento

pacman

Utente Guru
Messaggi: 548
FC: 1005Fanta Coin
Reazioni: 381
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#628

Messaggio da pacman » 14/02/2019 - 12:08

Che piacere leggere savinoz e le sue idee! Dai che oggi vi aspetto tutti per il live, facciamo crescere questo appuntamento e cerchiamo di divertirci tutti insieme!!! A proposito... manzotin dov'è???

Per quanto riguarda i pronostici di oggi diciamo che io ho scelto una linea che vede prevalere i Godolphin e gli europei in generale, complice da una parte una condizione generale che sta crescendo sempre più e dall'altra un avvicinamento alla stagione classica che dovrebbe rendere i cavalli più pronti. Dei locali mi spaventa soprattutto Muntazah nelle Firebreak Stakes perchè è uno di quelli che è venuto avanti gradualmente e potrebbe sparare proprio in questo mese le cartucce migliori.

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 7724
FC: 1338Fanta Coin
Reazioni: 1002
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#629

Messaggio da orecchielunghe » 14/02/2019 - 12:13

pacman ha scritto:
14/02/2019 - 12:08
Che piacere leggere savinoz e le sue idee! Dai che oggi vi aspetto tutti per il live, facciamo crescere questo appuntamento e cerchiamo di divertirci tutti insieme!!! A proposito... manzotin dov'è???

Per quanto riguarda i pronostici di oggi diciamo che io ho scelto una linea che vede prevalere i Godolphin e gli europei in generale, complice da una parte una condizione generale che sta crescendo sempre più e dall'altra un avvicinamento alla stagione classica che dovrebbe rendere i cavalli più pronti. Dei locali mi spaventa soprattutto Muntazah nelle Firebreak Stakes perchè è uno di quelli che è venuto avanti gradualmente e potrebbe sparare proprio in questo mese le cartucce migliori.

Ho contattato manzotin... Vediamo se troverà tempo e modo di mettere almeno i pronostici :)
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati



manzotin

Utente Dipendente
Messaggi: 225
FC: 1590Fanta Coin
Reazioni: 146
Iscritto il: 08/12/2018 - 18:59

#630

Messaggio da manzotin » 14/02/2019 - 14:22

Buonasera e buon San Valentino :cuore:
provo le mie idee ... Il mio commento è stringato in parte per mancanza di tempo ma soprattutto per incompetenza :
la numerazione delle corse è quella ufficiale. Per l'Italia. .. Quella ufficiale ... - 1 .
prima corsa
n.8 Cheik Roque dal rientro ha fatto tre corse in crescendo. .. incognita distanza ... ma vedo che le ha provate un po' tutte.

seconda corsa
n.5 Faatinah ultima terzo da favorito... Se blu Point fosse a corto di fiato ... potrebbe batterlo.... mah

terza corsa
n.3 Behavioral Bias tanti piazzamenti discreti in USA. .. Alla prima a jabel ali Buon terzo... Mi sa che sarà quota grossa ... Per la piazza.

quarta corsa
n.7 Bosconero tre violenti np. .. poi un sesto e un quarto posto sui 1800 metri ... quota da capogiro.
quindi calma. Non si piazza ... ma se si piazza. ...

quinta corsa
n.5 Furia Cruzada Fresu

sesta corsa
n.2 Switzerland atteso ma deludente al debutto sulla pista con ryan moore. .. vediamo se barzalona riesce a farlo andare di più.

settima corsa
n.3 Zaman molto bene al rientro sulla pista . monta top . scuderia ... discreta... :DD
un anno fa a meydan vinceva con quota 3/10 ....

Forse sarò in live per l'ultima corsa ....
1 Immagine 1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite