UAE Horse Racing - Stagione 2018/2019

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#1

Messaggio da pacman » 20/11/2018 - 10:09

Buongiorno a tutti.

E' con immenso piacere che do vita a questa nuova discussione, a me molto cara, su un argomento che ho portato avanti per anni su un altro Forum: la stagione di corse negli Emirati Arabi Uniti appena iniziata.

I mesi di novembre e dicembre sono di preparazione al Dubai Racing Carnival che avrà inizio a gennaio nell'impianto di Meydan, ma insieme all'amico Marco "orecchielunghe" si è deciso di lanciare questa rubrica che curerò personalmente, quotidianamente e con la massima costanza, per cercare di avvicinarci ad uno dei meeting a mio avviso più interessanti dell'intero panorama ippico.

Invito tutti a partecipare, in modo tale da far crescere questa rubrica e renderla interessante e ricca di spunti e di idee.

 
2 Immagine



Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#2

Messaggio da pacman » 20/11/2018 - 10:15

Il sito internet principale di riferimento è www.emiratesracing.com dove si possono trovare partenti, risultati, file multimediali, classifiche, archivi... Un pò di tutto insomma! E' in lingua inglese ma estremamente intuitivo e comprensibile.

In questa settimana avremo tre giornate di corse: giovedì 22 a Meydan con 7 corse ed un interessante "centrale" sul Dirt, venerdì 23 nell'ippodromo "minore" di Al Ain con 7 modeste corse per i Purosangue Arabi, e domenica 25 ad Abu Dhabi con 6 corse di media qualità suddivise tra Purosangue Inglesi e Purosangue Arabi.

L'attività è suddivisa in 5 ippodromi: Meydan, Abu Dhabi, Jebel Ali, Sharjah e Al Ain. Negli ultimi due si svolgono riunioni di corse con minor qualità, mentre chiaramente il top è rappresentato da Meydan; le domeniche di corse ad Abu Dhabi riservano grandi corse specialmente per i Purosangue Arabi, mentre i venerdì dedicati a Jebel Ali offrono spunti davvero molto interessanti per cavalli che potremmo poi ritrovare anche nel Carnival.

Pian piano snoccioleremo tutte le curiosità e le notizie da sapere per orientarsi al meglio in questo mondo!
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 9848
FC: 282Fanta Coin
Reazioni: 1861
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da orecchielunghe » 20/11/2018 - 10:23

Con l'aiuto del nuovo amico pacman andrò a scuola di arabo, per me quasi sconosciuto, per esplorare questo mondo del quale ho sempre sentito parlare, ma non ho mai avuto l'occasione di approfondire.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#4

Messaggio da pacman » 20/11/2018 - 23:12

Andiamo ad analizzare le 7 corse che saranno in programma nel pomeriggio/serata di giovedì 22 novembre a Meydan. Il campo partenti, con relative prestazioni, si può consultare al seguente link: http://www.emiratesracing.com/node/5?id=2901#tab-11333

1°CORSA - GRUPPO 2 PER PUROSANGUE ARABI - 1400 M - DIRT
GR2 abbastanza probante per 14 buoni PSA. Alcuni rientrano, altri hanno già aperto la stagione; sembra comunque poter essere sfida a due tra Mawahib (3), soggetto regolare e di qualità che è reduce da un bel quarto posto in GR1 ad Abu Dhabi, e Af Al Sajanjle (13), che deve rendere 2 kg ma è un soggetto che nel contesto ci sta alla grande. Per entrambi sussiste l'incognita distanza, che potrebbe risultare un pochino corta. Chi invece la distanza la fa, eccome, è Rb Torch (9), rientrato col freno a mano tirato ma che, se progredito, potrebbe metterli anche tutti nel sacco.


2°CORSA - MAIDEN - 1400 M - DIRT
Si passa ai Purosangue Inglesi, tutti di due anni e 8 su 10 che debuttano in questa Maiden. Poco da dire, corsa solamente da vedere; Queen Monaco (10) ha saggiato il tracciato due settimane fa e potrebbe avere qualcosina in più sul resto del gruppo, mentre Al Hayette (1) conta solamente discrete prestazioni inglesi. Lady Wedad (7) ha buona genealogia.


3° CORSA - HANDICAP - 1200 M - DIRT
Spazio ai velocisti. Tra gli 8 in corsa, nonostante il peso gravoso, mi piace Ejaabi (1) che è al rientro ma corre su distanza a lui congeniale e contesto alla portata. Tra coloro che hanno dimostrato già di essere in forma, circoletto rosso su Lavaspin (7) che sale indubbiamente di categoria ma ad inizio mese ha vinto in bellissimo stile a Meydan; in più è montato dal validissimo Richard Mullen che lo conosce molto bene ed ha una sistemazione ponderale invitantissima. Il resto del campo non mi convince granchè, proverei a dare una chance a Shajjy (4), atteso in progresso dopo aver corso modestamente sia a Meydan che a Jebel Ali quest'anno.


4° CORSA - MAIDEN - 1200 M - DIRT
Maiden di livello decisamente basso con cavalli dai 2 ai 5 anni. Tre cavalli sembrano elevarsi dal resto del gruppo: Beachcomber Bay (1), benino a Meydan ad inizio mese in contesto molto simile, Hucklebuck (6) che con Antonio Fresu in sella è chiamato a confermare i progressi mostrati nell'ultima uscita, e Kawasir (7), pluripiazzato in Inghilterra ed ora in cerca di gloria negli Emirati. Corsa comunque aperta a moltissime sorprese ed una citazione per il fantino italiano Filippo Bizzarri che salirà in sella al numero 11 Bosconero.


5° CORSA - CONDIZIONATA - 1600 M - DIRT
Corsa più qualitativa della serata, sicuramente diversi soggetti li ritroveremo nel Carnival. Sale di categoria, ma il rientro di Taamol (7) è stato notevole, il che, a questo punto della stagione potrebbe anche bastare. Buona sistemazione per Hornsby (9), che con questi ci sta davvero bene, mentre personalmente sono curiosissimo per il rientro di Parfait (2), un Invincible Spirit che non corre da metà 2017 ma che a Newmarket, in contesti importanti, aveva dimostrato di possedere mezzi non indifferenti.


6° CORSA - HANDICAP - 1400 M - DIRT
Sono tanti, ed in tanti sullo stesso livello. E' dura davvero, ci sono parecchi incroci di linee che vedrebbero favorito Syncopation (10), ben messo al peso e che ne ha già battuti tanti. Se tiene la categoria ci sta bene anche Ticket Holder (14), con il pesino, mentre nel resto del gruppo potrebbero elevarsi Tobaco (6), molto alterno ma con i mezzi per essere velenoso, e Murrayfield (12), seppur su distanza un filino corta.


7° CORSA - HANDICAP - 2000 M - DIRT
Sembra molto una "guerra tra poveri". Da seguire il rientro di Mustahdaf (9), molto più a suo agio sul Turf ma sempre piazzato sull'All Weather e che, oggettivamente, mi sembra poter avere qualcosa in più rispetto ai rivali. Il resto ha fatto vedere molto poco, ci potrebbe stare Bois De Boulogne (5), già alla terza uscita stagionale ma con buone linee, oppure soggetti un pochino più qualitativi come Sea Skimmer (1) e Mightily (3), cavallo onesto e di gran regolarità di prestazione.

Siamo chiaramente ancora ad inizio stagione, con tante incertezze ed un livello ancora piuttosto basso, ma ci mettiamo in gioco e proviamo a gettare le basi per un fruttifero Carnival.
2 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 9848
FC: 282Fanta Coin
Reazioni: 1861
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#5

Messaggio da orecchielunghe » 21/11/2018 - 5:19

Massiccia partecipazione di jockeys europei, tra cui, oltre a Filippo Bizzarri, vedo molto impegnato il bravo Antonio Fresu, da sempre in giro per il mondo e oramai quasi residente negli Emirati. I cavalli mi pare siano tutti di training locale, per gli arrivi dal resto del mondo immagino che dovremo attendere altre prove più avanti nella stagione. Intanto per entrare in sintonìa con il mondo arabo, ci gustiamo questa riunione.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#6

Messaggio da pacman » 21/11/2018 - 9:10

orecchielunghe ha scritto:
21/11/2018 - 5:19
Massiccia partecipazione di jockeys europei, tra cui, oltre a Filippo Bizzarri, vedo molto impegnato il bravo Antonio Fresu, da sempre in giro per il mondo e oramai quasi residente negli Emirati. I cavalli mi pare siano tutti di training locale, per gli arrivi dal resto del mondo immagino che dovremo attendere altre prove più avanti nella stagione. Intanto per entrare in sintonìa con il mondo arabo, ci gustiamo questa riunione.

Osservazione corretta. I vari Richard Mullen, Tadhg O'Shea, Pat Cosgrave e via dicendo, sono da anni ormai tra i più attivi nei 5 mesi abbondanti di corse negli UAE, dove la stagione, per ovvi motivi ambientali, si svolge da fine ottobre a fine marzo/inizio aprile. Antonio Fresu è ormai alla terza stagione consecutiva in loco, dopo due annate in cui si è tolto bellissime soddisfazioni e la strada per fare bene sembra essere stata intrapresa anche quest'anno.

Per quanto riguarda i cavalli, vero, attualmente sono tutti di training locale seppur tantissimi abbiano già corso in Europa o in America; per vedere all'opera qualche nome un pò più conosciuto bisogna aspettare dicembre o ancor meglio gennaio.

Intanto, qualche nome buono al training: Satish Seemar, Doug Watson, Ali Rashid Al Rayhi per quanto riguarda i PSI, mentre per i PSA la sfida è principalmente tra Eric Lemartinel ed Ernst Oertel, di chiara origine europea ma da almeno un decennio ormai al vertice negli UAE.
1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#7

Messaggio da pacman » 21/11/2018 - 13:45

Un articolo appena pubblicato riguardo le corse di domani a Meydan: http://www.emiratesracing.com/news/carn ... eydan-card

Come preannunciato anche ieri dal sottoscritto, avremo diversi spunti che ci potranno essere utili in ottica Carnival. Diciamo che diverse idee citate nell'articolo sono diverse dalle mie, sicuramente domani vedremo chi avrà avuto ragione; la cosa certa è che ad inizio stagione assolutamente nulla è scontato.

Riguardo il centrale di serata, viene citato il 4 anni allenato da Doug Watson, Cosmo Charlie, vincitore lo scorso anno di questa corsa, al seguito di cui ha addirittura provato la rincorsa alla DWC disputando un ottimo Carnival, ma il rientro di Jebel Ali a mio avviso è stato piuttosto bruttino. Vero che è passato quasi un mese e dovrebbe essere venuto avanti di condizione, ma solo domani scopriremo se potrà essere un cavallo da seguire per tutto l'inverno.

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 9848
FC: 282Fanta Coin
Reazioni: 1861
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#8

Messaggio da orecchielunghe » 21/11/2018 - 14:07

pacman ha scritto:
21/11/2018 - 13:45
Un articolo appena pubblicato riguardo le corse di domani a Meydan: http://www.emiratesracing.com/news/carn ... eydan-card

Come preannunciato anche ieri dal sottoscritto, avremo diversi spunti che ci potranno essere utili in ottica Carnival. Diciamo che diverse idee citate nell'articolo sono diverse dalle mie, sicuramente domani vedremo chi avrà avuto ragione; la cosa certa è che ad inizio stagione assolutamente nulla è scontato.

Riguardo il centrale di serata, viene citato il 4 anni allenato da Doug Watson, Cosmo Charlie, vincitore lo scorso anno di questa corsa, al seguito di cui ha addirittura provato la rincorsa alla DWC disputando un ottimo Carnival, ma il rientro di Jebel Ali a mio avviso è stato piuttosto bruttino. Vero che è passato quasi un mese e dovrebbe essere venuto avanti di condizione, ma solo domani scopriremo se potrà essere un cavallo da seguire per tutto l'inverno.
A proposito di Cosmo Charlie, leggo che al rientro di Jebel Ali ha subito dei piccoli e non meglio specificati tagli che potrebbero avergli impedito di correre al 100%. Tra l'altro, la scelta del primo fantino di scuderia, Pat Dobbs, è stata per Cosmo Charlie mentre l'altro fantino di Doug Watson, Sam Hitchcott, salirà su Thegreatcollection. Forse questa scelta è indicativa della forma, di nuovo al 100%, di Cosmo Charlie.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#9

Messaggio da pacman » 21/11/2018 - 16:34

orecchielunghe ha scritto:
21/11/2018 - 14:07
A proposito di Cosmo Charlie, leggo che al rientro di Jebel Ali ha subito dei piccoli e non meglio specificati tagli che potrebbero avergli impedito di correre al 100%. Tra l'altro, la scelta del primo fantino di scuderia, Pat Dobbs, è stata per Cosmo Charlie mentre l'altro fantino di Doug Watson, Sam Hitchcott, salirà su Thegreatcollection. Forse questa scelta è indicativa della forma, di nuovo al 100%, di Cosmo Charlie.

Potrebbe essere! Il cavallo è interessante, lo abbiamo detto, a me un'altra cosa che non aveva convinto a pieno era stato il rientro a Jebel Ali piuttosto che a Meydan, su un tracciato totalmente diverso (Jebel Ali è ricco di saliscendi e con una retta finale infinita). Stando a ciò che dice l'articolo dobbiamo aspettarcelo in forma ed in progresso, staremo a vedere.

Ne approfitto per sottolineare nuovamente il rientro di Parfait in quella stessa corsa, dopo un anno e mezzo di inattività. Andando a rivedere le prestazioni inglesi si intuisce facilmente come sia un cavallo che, senza intoppi, in una corsa del genere avrebbe fatto la differenza.

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 9848
FC: 282Fanta Coin
Reazioni: 1861
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#10

Messaggio da orecchielunghe » 21/11/2018 - 16:45

pacman ha scritto:
21/11/2018 - 16:34
Potrebbe essere! Il cavallo è interessante, lo abbiamo detto, a me un'altra cosa che non aveva convinto a pieno era stato il rientro a Jebel Ali piuttosto che a Meydan, su un tracciato totalmente diverso (Jebel Ali è ricco di saliscendi e con una retta finale infinita). Stando a ciò che dice l'articolo dobbiamo aspettarcelo in forma ed in progresso, staremo a vedere.

Ne approfitto per sottolineare nuovamente il rientro di Parfait in quella stessa corsa, dopo un anno e mezzo di inattività. Andando a rivedere le prestazioni inglesi si intuisce facilmente come sia un cavallo che, senza intoppi, in una corsa del genere avrebbe fatto la differenza.

Un Parfait al 100%, anche meno, penso che sia molto superiore. Ha vinto due handicap di classe 2 ed è quarto di gruppo 3 nelle ultime tre prima dello stop. Non conosco, me lo dirai tu, la scorrevolezza della pista di Meydan, ma il fatto che Parfait abbia corso tra i 6 ed i 7 furlongs mi lascia qualche dubbio, oltre all'incognita del rientro, sulle effettive attuali possibilità del soggetto. Potrebbe forse fare un rientro tranquillo per poi puntare a qualcos'altro. Forse sarebbe stato più indicato qualcosa di meno impegnativo della corsa più importante della giornata, ma forse (e di questo ne sai molto di più tu), non c'erano corse adatte a portata di mano a Meydan.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#11

Messaggio da pacman » 21/11/2018 - 16:51

orecchielunghe ha scritto:
21/11/2018 - 16:45
Un Parfait al 100%, anche meno, penso che sia molto superiore. Ha vinto due handicap di classe 2 ed è quarto di gruppo 3 nelle ultime tre prima dello stop. Non conosco, me lo dirai tu, la scorrevolezza della pista di Meydan, ma il fatto che Parfait abbia corso tra i 6 ed i 7 furlongs mi lascia qualche dubbio, oltre all'incognita del rientro, sulle effettive attuali possibilità del soggetto. Potrebbe forse fare un rientro tranquillo per poi puntare a qualcos'altro. Forse sarebbe stato più indicato qualcosa di meno impegnativo della corsa più importante della giornata, ma forse (e di questo ne sai molto di più tu), non c'erano corse adatte a portata di mano a Meydan.

Mah, sai, sulla scorrevolezza possiamo utilizzare un valore intermedio per valutarla. Parliamo di un All Weather di recente costruzione ed assolutamente in piano, totalmente diverso dai saliscendi inglesi, ai quali si accosta leggermente un pochino di più il tracciato di Jebel Ali, seppur dotato di un unica superficie, il Dirt. Nel futuro prossimo ci sarebbe stata poca roba per lui, qualcosina in più a ridosso del Natale, ma a mio avviso se rientra bene ed ha un 80% delle potenzialità che aveva dimostrato di avere prima del lunghissimo stop potrà puntare a qualcosa di interessante nel Carnival. 
1 Immagine



boris55

Utente Dipendente
Messaggi: 303
FC: 1410Fanta Coin
Reazioni: 168
Iscritto il: 08/01/2018 - 13:21

#12

Messaggio da boris55 » 21/11/2018 - 21:30

toh...i siti francesi tengono meydan,forse che sanno cos'è la programmazione?  :)
1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#13

Messaggio da pacman » 22/11/2018 - 1:05

boris55 ha scritto:
21/11/2018 - 21:30
toh...i siti francesi tengono meydan,forse che sanno cos'è la programmazione?  :)

La sospensione delle corse estere in Italia è stato sicuramente un brutto colpo, in un periodo in cui il trotto francese entra nel vivo ed il galoppo "degli sceicchi" meriterebbe assolutamente maggior risalto, invece dovremo aspettare, ed ancora non abbiamo neanche la certezza, le riunioni del Carnival.

Personalmente, inoltre, riterrei preferibile la messa in palinsesto di queste corse piuttosto che il deserto sudafricano, per quanto mi renda anche conto che vadano a riempire un orario spesso vuoto. 

Che dire, fortunatamente c'è la passione che nel mio caso, in questo campo, riesce ancora ad andare oltre ogni tipo di scommessa!!!

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 9848
FC: 282Fanta Coin
Reazioni: 1861
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#14

Messaggio da orecchielunghe » 22/11/2018 - 7:28

pacman ha scritto:
22/11/2018 - 1:05
La sospensione delle corse estere in Italia è stato sicuramente un brutto colpo, in un periodo in cui il trotto francese entra nel vivo ed il galoppo "degli sceicchi" meriterebbe assolutamente maggior risalto, invece dovremo aspettare, ed ancora non abbiamo neanche la certezza, le riunioni del Carnival.

Personalmente, inoltre, riterrei preferibile la messa in palinsesto di queste corse piuttosto che il deserto sudafricano, per quanto mi renda anche conto che vadano a riempire un orario spesso vuoto. 

Che dire, fortunatamente c'è la passione che nel mio caso, in questo campo, riesce ancora ad andare oltre ogni tipo di scommessa!!!
Sono completamente d'accordo, a mio avviso le uniche due ragioni per la diffusione del galoppo sudafricano sono l'orario ed il costo basso, altrimenti ci sarebbero corse ben più interessanti e qualificate.
Diciamo che il galoppo sudafricano vive essenzialmente per riempire i buchi vuoti degli orari delle corse nei paesi ippicamente più evoluti.
Io per primo non lo seguo, non ritenendolo all'altezza del resto, ma questa è un'opinione personale.
Con le tre ore di differenza di fuso orario con gli Emirati, sarebbe interessante aggiungere qualche corsa dopo la fine del programma italiano del galoppo, che in molti casi durante l'inverno termina molto presto, mentre ad esempio il convegno odierno di Meydan si chiude alle 19 ora italiana.

 
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 1583
FC: 2550Fanta Coin
Reazioni: 1019
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#15

Messaggio da pacman » 22/11/2018 - 9:38

orecchielunghe ha scritto:
22/11/2018 - 7:28
Sono completamente d'accordo, a mio avviso le uniche due ragioni per la diffusione del galoppo sudafricano sono l'orario ed il costo basso, altrimenti ci sarebbero corse ben più interessanti e qualificate.
Diciamo che il galoppo sudafricano vive essenzialmente per riempire i buchi vuoti degli orari delle corse nei paesi ippicamente più evoluti.
Io per primo non lo seguo, non ritenendolo all'altezza del resto, ma questa è un'opinione personale.
Con le tre ore di differenza di fuso orario con gli Emirati, sarebbe interessante aggiungere qualche corsa dopo la fine del programma italiano del galoppo, che in molti casi durante l'inverno termina molto presto, mentre ad esempio il convegno odierno di Meydan si chiude alle 19 ora italiana.

 

Mediamente anche le corse del Carnival rispecchiano questi orari, per cui come orari ci siamo per riempire tutto il pomeriggio. Ti assicuro che nei freddi mesi invernali la compagnia di Meydan è davvero ottima per poi ripartire carichi con la primavera europea!
1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite