Corsera di oggi 24 Aprile 2019

Quì potrete discutere di tutti gli argomenti che non sono presenti nelle altre categorie del forum.
Rispondi

Autore Argomento

Crivelli

Utente Partecipe
Messaggi: 22
Reazioni: 25
Iscritto il: 15/03/2019 - 10:41

#1

Messaggio da Crivelli » 24/04/2019 - 9:25

Il Corriere della Sera di oggi Mercoledì 24 Aprile 2019………….
[font](24/04/2019 - 09:17)[/font]torna alla pagina delle news

Il Corriere della Sera di oggi Mercoledì 24 Aprile 2019 ha pubblicato, con un certo rilievo, una lettera di Carlo Zuccoli, nella Rubrica Lettere di Aldo Cazzullo, sul problema delle cosiddette “ludopatie”.
Ne trascriviamo il testo integralmente.

“Scrivo in relazione alla lettera della Signora Rita Tuccillo di Giovedì 18 Aprile, "Ludopatia, bisogna parlarne sempre di più".
Nessuno affronta il problema del gambling (betting & gaming): betting (scommesse) and gaming (gioco) sono due categorie completamente differenti da loro sia dal punto di vista giuridico (due diversi articoli del Codice Civile Italiano, 1933 e 1934), sia da tutti gli altri punti di vista.
La piaga è lo Stato "padrone" del gambling in Italia, "Stato strozzino".
Le slot - machines restituiscono al giocatore il 68% dell'ingurgitato: in qualsiasi Isola dei Caraibi, in quei Casinos, il pay – out raggiunge anche il 95% e più dell'ingurgitato e nessuno è affetto da ludopatie.
Per le scommesse, per il mercato delle scommesse a quota fissa, che è identico, anche sotto gli aspetti giuridici, a quello mobiliare in qualsiasi Borsa del mondo, la musica non cambia.
Lo "Stato strozzino" penalizza operatori e investitori e impedisce la pubblicità dei vari mercati e la comunicazione dei prezzi degli eventi sui quali è possibile investire, sanzionando chi sgarra.
Eppure nessun quotidiano è mai stato sanzionato per avere pubblicato i prezzi e le loro variazioni sui mercati mobiliari di tutto il mondo.
Il "gambling di Stato in Italia” è “il” problema: se nessuno interverrà le cliniche da mille Euro al dì e più, sovvenzionate, continueranno a curare malati immaginari di ludopatie e malati veri di "strozzinaggio di Stato”.

Carlo Zuccoli"



Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 12502
FC: 238Fanta Coin
Reazioni: 2592
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da orecchielunghe » 24/04/2019 - 9:37

Crivelli ha scritto:
24/04/2019 - 9:25
Il Corriere della Sera di oggi Mercoledì 24 Aprile 2019………….
(24/04/2019 - 09:17)torna alla pagina delle news

Il Corriere della Sera di oggi Mercoledì 24 Aprile 2019 ha pubblicato, con un certo rilievo, una lettera di Carlo Zuccoli, nella Rubrica Lettere di Aldo Cazzullo, sul problema delle cosiddette “ludopatie”.
Ne trascriviamo il testo integralmente.

“Scrivo in relazione alla lettera della Signora Rita Tuccillo di Giovedì 18 Aprile, "Ludopatia, bisogna parlarne sempre di più".
Nessuno affronta il problema del gambling (betting & gaming): betting (scommesse) and gaming (gioco) sono due categorie completamente differenti da loro sia dal punto di vista giuridico (due diversi articoli del Codice Civile Italiano, 1933 e 1934), sia da tutti gli altri punti di vista.
La piaga è lo Stato "padrone" del gambling in Italia, "Stato strozzino".
Le slot - machines restituiscono al giocatore il 68% dell'ingurgitato: in qualsiasi Isola dei Caraibi, in quei Casinos, il pay – out raggiunge anche il 95% e più dell'ingurgitato e nessuno è affetto da ludopatie.
Per le scommesse, per il mercato delle scommesse a quota fissa, che è identico, anche sotto gli aspetti giuridici, a quello mobiliare in qualsiasi Borsa del mondo, la musica non cambia.
Lo "Stato strozzino" penalizza operatori e investitori e impedisce la pubblicità dei vari mercati e la comunicazione dei prezzi degli eventi sui quali è possibile investire, sanzionando chi sgarra.
Eppure nessun quotidiano è mai stato sanzionato per avere pubblicato i prezzi e le loro variazioni sui mercati mobiliari di tutto il mondo.
Il "gambling di Stato in Italia” è “il” problema: se nessuno interverrà le cliniche da mille Euro al dì e più, sovvenzionate, continueranno a curare malati immaginari di ludopatie e malati veri di "strozzinaggio di Stato”.

Carlo Zuccoli"
Temo sia la legge della domanda e dell'offerta... non solo quali calcoli abbiano fatto questi Statali, ma penso che il conto sia molto semplice: se prendo 20 da 100 utenti, il totale è 2000. Se prendo 5 da 300 utenti, il totale è 1500. Se prendo 30 da 60 utenti, il totale è 1800. Cosa mi conviene fare? Provare ad insistere prendendo 5, cercando di allargare la cerchia degli utenti, permettendo la pubblicità e la promozione per arrivare a prendere 5 da 1000 utenti, o mi accontento dei miei 100 utenti che oggi mi danno 20 ciascuno, ma che continuano a scendere?
Lungimiranza zero, giustizia men che meno... anche lotto, g&v e compagnia bella sono esempi di strozzinaggio, che sia betting o gaming per lo stato cambia poco... anzi, più gente va in clinica, più aumenta il PIL.

 
se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite