Stop alle scommesse sulle corse estere fino al 31.12.2018

Quì potrete discutere di tutti gli argomenti che non sono presenti nelle altre categorie del forum.
Rispondi


savinoz

Pronoman
Messaggi: 1908
FC: 400Fanta Coin
Reazioni: 499
Iscritto il: 07/09/2018 - 14:28

#46

Messaggio da savinoz » 06/01/2019 - 21:15

manzotin ha scritto:
06/01/2019 - 20:31
Ciao a tutti . Scrivo due righe guardando il punto di vista scommettitore Anche a me piacciono le corse estere . Il problema è la continuità nel gioco. Nel senso che non c'è possibilità per lo scommettitore italiano di seguire un cavallo . Questo porta a giocare tanto per provare o a provare tanto per giocare. . . Mentre come leggo nei pronostici anche su questo sito si da' molta importanza alla continuità e al curriculum del cavallo...
Mi è successo di rimanere col colpo in canna perché avevo visto un cavallo che per me era da giocare la volta dopo. ... ma la volta dopo quell'ippodromo non era in palinsesto.
Siccome non è possibile comprare tutte le corse inglesi o francesi... fosse per me sarebbero da trasmettere in Italia solo eventi top 1 - 2 al mese non di più.
Con una buona pubblicità raccoglierebbrero secondo me molto piu' di Vaal e compagnia sudafricana. ...
:DD
Savinoz ce la prendiamo tutti con le tue corse preferite !!! ;)
p.s. . ma quante corse maiden fanno in Sudafrica?
>:( :huaha:
Allora ragazzi è bello discutere perchè il confronto arricchisce, detto questo io, anche se seguo il galoppo Sudafricano non ho nè la moglie, nè l'amante  in Sudafrica (magari :D) ,se proprio vogliamo dirla tutta adoro in primis le corse inglesi , poi il resto del mondo del galoppo, per il trotto c'è sempre prima l'italia anche se siamo in crisi e poi Francia e resto del mondo .Dopo aver messo i paletti (da 14 ops scusate la deformazione professionale) :huaha: , il Sudafrica come il Cile e l'Argentina per esempio sono stati per usare un termine borsisitico in crescendo e come tali devono essere incentivati perchè la  loro crescita rafforza il sistema tutto, stesso dicasi per il trotto io vedrei bene l'incentivo di circuiti come quello Sloveno  o addirittura pioneristici come in Irlanda dove si sta provando con forte apporto italiano a lanciare il trotto .
P.S. qualcuno avrà storto il naso sulla mia classifica al trotto ma l'Italia ha tanto e tale vantaggio sul resto del mondo come professionalità che anche la cronica mancanza di mezzi e strutture presenti altrove non possono colmare il Gap  :festa: :festa: :festa: :festa: :festa: :festa:
 
 
1 Immagine 1 Immagine



BetFlag
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6934
FC: 901Fanta Coin
Reazioni: 725
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#47

Messaggio da orecchielunghe » 07/01/2019 - 6:12

savinoz ha scritto:
06/01/2019 - 21:15
Allora ragazzi è bello discutere perchè il confronto arricchisce, detto questo io, anche se seguo il galoppo Sudafricano non ho nè la moglie, nè l'amante  in Sudafrica (magari :D) ,se proprio vogliamo dirla tutta adoro in primis le corse inglesi , poi il resto del mondo del galoppo, per il trotto c'è sempre prima l'italia anche se siamo in crisi e poi Francia e resto del mondo .Dopo aver messo i paletti (da 14 ops scusate la deformazione professionale) :huaha: , il Sudafrica come il Cile e l'Argentina per esempio sono stati per usare un termine borsisitico in crescendo e come tali devono essere incentivati perchè la  loro crescita rafforza il sistema tutto, stesso dicasi per il trotto io vedrei bene l'incentivo di circuiti come quello Sloveno  o addirittura pioneristici come in Irlanda dove si sta provando con forte apporto italiano a lanciare il trotto .
P.S. qualcuno avrà storto il naso sulla mia classifica al trotto ma l'Italia ha tanto e tale vantaggio sul resto del mondo come professionalità che anche la cronica mancanza di mezzi e strutture presenti altrove non possono colmare il Gap  :festa: :festa: :festa: :festa: :festa: :festa:
 
 
Se devo fare una classifica del galoppo, quanto ad interesse personale ed a "scommettibilità", metto al primo posto l'UK, seguita dall'Irlanda e dalla Francia. L'Italia viene al quarto posto. Questo in senso assoluto, ovviamente preferisco una corsa italiana di alto livello piuttosto di una classe 7 in UK o di una G in Francia.
Fosse per me metterei in palinsesto tutte le corse dei quattro stati che ho citato, poi uno sceglie cosa giocare. Forse questo potrebbe avvenire con il palinsesto complementare, ma per questo sei stato molto esauriente in precedenza. In questo periodo sento fortemente la mancanza del galoppo british & irish, non vedo l'ora che tornino i gruppi 1 sia britannici che irlandesi e francesi per poter presentare le corse nel dettaglio come ho fatto nel 2018, sperando che siano tutte in palinsesto, anche se sto seguendo con interesse le corse negli UAE grazie all'amico pacman che ha colmato questo buco, occupandosi della presentazione del Carnival. Sono praticamente all'oscuro di tutto ciò che succede nel resto del mondo.
Quando a Sudafrica, Cile ed Argentina, non sono in grado di valutare l'impatto sul volume di scommesse, e se siano in crescita localmente e/o come interesse nel mondo. Del Sudafrica, paese con cui ho lavorato un po' in passato e che mi è sempre stato descritto come bellissimo una volta fuori dai grossi centri urbani o almeno da alcuni sobborghi di essi, non ho una grande opinione almeno a livello qualità (posso essere tranquillamente smentito), ed anche gli ippodromi e l'interesse non mi sembrano ad alti livelli. Gli orari delle corse ed il frazionamento dei convegni (opportuno) fanno pensare che il tutto sia orientato al 95% verso la scommessa, particolarmente in Europa.
Del Cile non so nulla se non che viene inserito in qualche palinsesto europeo, se non sbaglio qualche buon cavallo attraversa l'oceano o il canale di Panama, mentre per l'Argentina, che come cavalli di alto livello penso sia simile al Cile, so che l'interesse locale è altissimo e per le corse più importanti ci sono anche 60000 spettatori. Solo che il fuso orario al momento sembra sia un limite per i concessionari italiani.
Trovo spesso in altri paesi le corse di Hong Kong inserite in palinsesto, ovviamente quelle di Meydan, non mi è parso di vedere Giappone ed Australia ma posso sbagliarmi.
 
2 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6934
FC: 901Fanta Coin
Reazioni: 725
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#48

Messaggio da orecchielunghe » 07/01/2019 - 19:59

Voci di corridoio non confermate parlano dell'avvenuta firma del contratto per l'inserimento delle corse UK e Irlanda nel palinsesto italiano, ma il motivo per la mancata trasmissione delle stesse finora pare essere di natura esclusivamente tecnica, a seguito del cambio del broadcaster (ora Skyracing) dall'inizio dell'anno nuovo.
Spero vivamente che tale problema possa essere risolto a breve.
1 Immagine 1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6934
FC: 901Fanta Coin
Reazioni: 725
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#49

Messaggio da orecchielunghe » 12/01/2019 - 11:07

Altre voci, anche se un po' contradditorie, parlano di galoppo UK ancora in stand-by ma per motivi definiti genericamente burocratico-contrattuali.
Per la Francia, e qui risiede la contraddizione, pare si voglia dare spazio a convegni in ippodromi importanti come Deauville e Chantilly, particolarmente per riempire i buchi del galoppo italiano. Strano perchè lunedì era stato inserito il convegno di Lyon-La Soie (serie B) e non quello odierno di Chantilly, in presenza di un solo campo di galoppo nostrano (Siracusa).
Ciò lascerebbe pensare che le prossime riunioni di galoppo di Cagnes Sur Mer, 14-15-16 gennaio, non verranno proposte anche in assenza di galoppo italiano il 14 e 15.
Quanto al Carnival di Meydan, pare che presto verrà inserito in palinsesto, anche se non è dato sapere da quando e con quale frequenza. Il Carnival terminerà il 7 aprile.
Se qualcuno avesse ulteriori notizie, è invitato a postarle qui.
 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati



pacman

Utente Dipendente
Messaggi: 274
Reazioni: 191
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#50

Messaggio da pacman » 13/01/2019 - 9:22

orecchielunghe ha scritto:
12/01/2019 - 11:07
Altre voci, anche se un po' contradditorie, parlano di galoppo UK ancora in stand-by ma per motivi definiti genericamente burocratico-contrattuali.
Per la Francia, e qui risiede la contraddizione, pare si voglia dare spazio a convegni in ippodromi importanti come Deauville e Chantilly, particolarmente per riempire i buchi del galoppo italiano. Strano perchè lunedì era stato inserito il convegno di Lyon-La Soie (serie B) e non quello odierno di Chantilly, in presenza di un solo campo di galoppo nostrano (Siracusa).
Ciò lascerebbe pensare che le prossime riunioni di galoppo di Cagnes Sur Mer, 14-15-16 gennaio, non verranno proposte anche in assenza di galoppo italiano il 14 e 15.
Quanto al Carnival di Meydan, pare che presto verrà inserito in palinsesto, anche se non è dato sapere da quando e con quale frequenza. Il Carnival terminerà il 7 aprile.
Se qualcuno avesse ulteriori notizie, è invitato a postarle qui.
 

Senz'altro positiva la notizia su Meydan, personalmente mi auguro sin da questo giovedì perchè il Carnival va avanti e noi restiamo indietro... E questa cosa non va bene!!! Il livello delle corse inizia ad aumentare e l'ippica italiana ha bisogno di unirsi al resto del mondo rendendo fruibile agli appassionati un evento unico nel suo genere come il Carnival perchè, ripeto, un meeting della durata di tre mesi, con questo livello di corse e cavalli, in giro per il mondo non si trova.

Capisco anche chi dice che meglio 5 giorni di Royal Ascot che 10 riunioni di Carnival (anche se per me il Carnival è pane quotidiano per quei 3 mesi), perchè indubbiamente in quei 5 giorni di Royal Ascot vi è molta più regolarità, meno sorprese impensabili e via dicendo, ma lo spettacolo particolare del Carnival merita massima attenzione e considerazione.

Per il resto, siamo ancora a gennaio ma in giro per il mondo l'ippica non si ferma. A fine mese avremo il weekend della Pegasus World Cup, ci verrà proposto? A febbraio vi saranno le riunioni principali sul sintetico di Cagnes, che spero di vedere in palinsesto, così come tante belle corse a Lingfield compreso il Winter Derby, tutti appuntamenti chiave che ci guideranno verso l'apertura della stagione classica sia in Italia che in Europa.

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 6934
FC: 901Fanta Coin
Reazioni: 725
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#51

Messaggio da orecchielunghe » 13/01/2019 - 9:42

pacman ha scritto:
13/01/2019 - 9:22
Senz'altro positiva la notizia su Meydan, personalmente mi auguro sin da questo giovedì perchè il Carnival va avanti e noi restiamo indietro... E questa cosa non va bene!!! Il livello delle corse inizia ad aumentare e l'ippica italiana ha bisogno di unirsi al resto del mondo rendendo fruibile agli appassionati un evento unico nel suo genere come il Carnival perchè, ripeto, un meeting della durata di tre mesi, con questo livello di corse e cavalli, in giro per il mondo non si trova.

Capisco anche chi dice che meglio 5 giorni di Royal Ascot che 10 riunioni di Carnival (anche se per me il Carnival è pane quotidiano per quei 3 mesi), perchè indubbiamente in quei 5 giorni di Royal Ascot vi è molta più regolarità, meno sorprese impensabili e via dicendo, ma lo spettacolo particolare del Carnival merita massima attenzione e considerazione.

Per il resto, siamo ancora a gennaio ma in giro per il mondo l'ippica non si ferma. A fine mese avremo il weekend della Pegasus World Cup, ci verrà proposto? A febbraio vi saranno le riunioni principali sul sintetico di Cagnes, che spero di vedere in palinsesto, così come tante belle corse a Lingfield compreso il Winter Derby, tutti appuntamenti chiave che ci guideranno verso l'apertura della stagione classica sia in Italia che in Europa.

La Pegasus del 27 gennaio credo che non verrà proposta, sensazione mia... l'anno scorso fu inserita in palinsesto una delle due giornate della Breeders' Cup, ma c'erano tante corse, tanti europei, Frankie con Enable ecc ecc. Temo che gli orari la condannino. Non ci resta che presentarla adeguatamente e seguirla, se poi verrà inserita, tanto meglio, oppure farci una vacanza in Florida.
A Cagnes si comincia da domani, con tre riunioni di galoppo fino a mercoledì. Discutendo con Luigi Migliaccio, è stato vago nelle risposte, ma penso che già domani, e forse martedì, avremo qualche bella sorpresa in questo senso, non essendoci in programma galoppo italiano, visto che a Roma è tutto fermo. Il problema maggiore di Meydan è... Pisa, che corre sempre il giovedì come Meydan, e se la politica è quella del tappabuchi, temo che del Carnival vedremo solo le giornate con le corse di gruppo 1.
Quanto al Royal Ascot, beh, diciamo che è una cosa a parte. Già penso alle classiche UK del 2019, a cominciare dalle ghinee, e si parla di aprile... figuriamoci il Royal Ascot, l'anno scorso avevamo esteso anche sul forum la scommessa sul colore del cappello della regina. Credo di non essermi perso nessuna delle corse del Royal Ascot, e penso che anche quest'anno non mi prenderò impegni in quella settimana di giugno ed in quella precedente, per presentare le corse.
In ogni caso non mi sto perdendo quasi nulla del Carnival, che non avevo mai seguito se non nel DWC day o poco altro, e se penso a cosa ci stanno propinando di galoppo, tra alcuni meeting in Italia e quelli del Sudafrica, mi viene da piangere.
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati



pacman

Utente Dipendente
Messaggi: 274
Reazioni: 191
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#52

Messaggio da pacman » 13/01/2019 - 9:48

orecchielunghe ha scritto:
13/01/2019 - 9:42
La Pegasus del 27 gennaio credo che non verrà proposta, sensazione mia... l'anno scorso fu inserita in palinsesto una delle due giornate della Breeders' Cup, ma c'erano tante corse, tanti europei, Frankie con Enable ecc ecc. Temo che gli orari la condannino. Non ci resta che presentarla adeguatamente e seguirla, se poi verrà inserita, tanto meglio, oppure farci una vacanza in Florida.
A Cagnes si comincia da domani, con tre riunioni di galoppo fino a mercoledì. Discutendo con Luigi Migliaccio, è stato vago nelle risposte, ma penso che già domani, e forse martedì, avremo qualche bella sorpresa in questo senso, non essendoci in programma galoppo italiano, visto che a Roma è tutto fermo. Il problema maggiore di Meydan è... Pisa, che corre sempre il giovedì come Meydan, e se la politica è quella del tappabuchi, temo che del Carnival vedremo solo le giornate con le corse di gruppo 1.
Quanto al Royal Ascot, beh, diciamo che è una cosa a parte. Già penso alle classiche UK del 2019, a cominciare dalle ghinee, e si parla di aprile... figuriamoci il Royal Ascot, l'anno scorso avevamo esteso anche sul forum la scommessa sul colore del cappello della regina. Credo di non essermi perso nessuna delle corse del Royal Ascot, e penso che anche quest'anno non mi prenderò impegni in quella settimana di giugno ed in quella precedente, per presentare le corse.
In ogni caso non mi sto perdendo quasi nulla del Carnival, che non avevo mai seguito se non nel DWC day o poco altro, e se penso a cosa ci stanno propinando di galoppo, tra alcuni meeting in Italia e quelli del Sudafrica, mi viene da piangere.

Per come la penso io, Pisa non dovrebbe essere un problema bensì un incentivo per Meydan. San Rossore è il principale campo di galoppo italiano in inverno ed in contemporanea si trasmettono le corse del Carnival che potrebbero dunque diventare appetibili per lo scommettitore. Ma, se come dici tu, la logica è quella del tappabuchi... Temo che avremo un Carnival piuttosto magro. Speriamo di no!!!

Su Cagnes bene, sono contento, il meeting invernale è piacevole e merita considerazione; negli anni precedenti abbiamo assistito anche a tante trasferte italiane, ora non so se ce ne saranno ma di sicuro vedremo protagonisti i nostri connazionali di base in Francia.

Sul Royal Ascot hai detto tutto tu e... Niente, non c'è altro da aggiungere, se non sottolineare che sono corse assolutamente da non perdere.
1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite