Gran premio Locatelli

Se vuoi parlare di Trotto in generale, che sia nazionale o internazionale, questa è la sezione che fa al caso tuo.

Moderatore: Moderatori Trotto

Rispondi

Autore Argomento

patrizio

Utente Guru
Messaggi: 712
FC: 501Fanta Coin
Messaggi/giorno: 0,73
Reazioni: 67
Iscritto il: 19/06/2018 - 21:54

#1

Messaggio da patrizio » 20/02/2021 - 11:52

penso che se Ua Uka riuscirà a prendere il comando abbia ottime possibilità di portarla a casa




Autore Argomento

patrizio

Utente Guru
Messaggi: 712
FC: 501Fanta Coin
Messaggi/giorno: 0,73
Reazioni: 67
Iscritto il: 19/06/2018 - 21:54

#2

Messaggio da patrizio » 20/02/2021 - 19:06

Trotto.
DI paolo allegri
Vitruvio e Deimos Racing rientri di lusso nel Premio Locatellidi Paolo Allegri  MILANO. Sfileranno i big, domenica alla Maura, davanti alla tribuna del trotter milanese. Il  Gran Premio Locatelli, tradizionale gruppo 3 sui 1650 metri, con 7 cavalli per fila dietro l’autostart, ha raccolto le adesioni di 14 cavalli di 5 anni ed oltre. Il tema della prova è il rientro di alcuni big delle corse per free for all sulle piste nazionali.
Milano offre occasione per la premiére stagionale di Vitruvio e di Deimos Racing. Sono i due cavalli di classe della corsa e dovrebbero attirare le attenzioni dei quotisti. Il campione allenato da Alessandro Gocciadoro sarà guidato da Federico Esposito e agirà dal post 13 di seconda fila, mentre lo svedese preparato da Bondo si lancerà dal 6 di prima fila, con l’interpretazione di Roberto Andreghetti. I due si sono affrontati qualche mese fa nel Premio Duomo, con vittoria di Deimos Racing e Vitruvio terzo, tra i due quel giorno Zaccaria Bar, altro candidato di spicco di questo Locatelli ed esponente del team di Noceto, che Alessandro guiderà personalmente.
Sono cinque i candidati della formazione in casacca gialla, a completare le carte dello squadrone scudettato anche Ua Huka, dalla forma scintillante, l’esemplare Virginia Grif e la detentrice del titolo Vanesia Ek, quest’ultima relegata all’ultimo numero, un complicato 14. C’è la pole per Zef, che ha vinto il primo gran premio stagionale della pista milanese, l’Ettore e Mario Barbetta sulla lunga distanza. Avrà all’esterno, con il 2, l’egregia Talisker Horse, specialista del tracciato della Maura sul quale vanta statistiche di rendimento stratosferico.
Prima fila completata dal ‘sudista’ Taurus Del Ronco, un Varenne dalla forma costante, e all’esterno della prima linea Vincerò Gar, carta di Gubellini che ha ritrovato l’antica verve. In seconda fila Aura, la seconda del Città di Taranto, un performer toscano reduce da un eccellente 2020 come Zefiro Gual e una cavalla di qualità come Tamure Roc, non nel suo schema ideale partendo con il numero 12. 
 

 
  •  


Autore Argomento

patrizio

Utente Guru
Messaggi: 712
FC: 501Fanta Coin
Messaggi/giorno: 0,73
Reazioni: 67
Iscritto il: 19/06/2018 - 21:54

#3

Messaggio da patrizio » 21/02/2021 - 16:28

patrizio ha scritto:
20/02/2021 - 11:52
penso che se Ua Uka riuscirà a prendere il comando abbia ottime possibilità di portarla a casa

purtroppo rompe al via in fase di lancio 


Autore Argomento

patrizio

Utente Guru
Messaggi: 712
FC: 501Fanta Coin
Messaggi/giorno: 0,73
Reazioni: 67
Iscritto il: 19/06/2018 - 21:54

#4

Messaggio da patrizio » 22/02/2021 - 7:26

Deimos Racing ha fatto suo il GP Locatelli, oggi alla Maura, dopo un’appassionante retta d’arrivo che ha visto tre cavalli in linea sul traguardo, con lo svedese ripresentato alla grande dall’allenatore Erik Bondo e comandato con precisione millimetrica da Roberto Andreghetti a castigare di un soffio Zaccaria Bar, questo a sua volta di pochissimo venuto a capo dell’inatteso battistrada Vincerò Gar.

Leader inatteso, il cavallo di Gubellini, in quanto dopo lo stacco dalla macchina hanno perso il trotto prima Ua Huka, che sembrava aver ormai respinto proprio Vincerò Gar, e subito dopo Zef, che si avviava con il numero alla corda. Vincerò Gar a quel punto s’è ritrovato leader su Deimos Racing, rapidamente fatto scivolare in corda da Andreghetti, e Showmar, mentre Zaccaria Bar presto spostava all’esterno (28.5 per i primi 400, 42.5 per i 600) per avanzare fino ai fianchi di Vincerò Gar, trascinandosi Aura, mentre Vitruvio cercava una complicata risalita in terza ruota

. Di fronte posizioni immutate (57.4 per gli 800, 1.11.3 per il km), con Vitruvio che ripiegava nella scia di Aura. Zaccaria Bar a quel punto andava in pressing su Vincerò Gar, con Deimos Racing che sull’ultima curva gli si appostava in schiena. In retta Zaccaria Bar faticava ad aver ragione dell’avversario, Andreghetti invece scatenava in mezzo alla pista Deimos Racing che appunto proprio sul traguardo sopravanzava gli altri due. Showmar restava in quota per il quarto, con il quinto posto di Talisker Horse nessuno scommettitore azzeccava il Quinté. Vitruvio chiudeva solo ottavo, ben distante: ci vorrà molto di più, per un eventuale tentativo nel Vitesse del 14 marzo.

Deimos Racing rientrava dal quarto posto nel Nazioni di inizio dicembre. Per l’8 anni della Galla Placidia di Gianmarco Venturi si tratta del secondo successo classico in Italia, dopo il Duomo 2020 (in Svezia a 2 anni aveva vinto lo Svenskt Trav-Kriterium, gruppo 1). «È un cavallo che in corsa aiuta, ti dà sempre una mano - le parole del driver romagnolo in premiazione - La retta è stata tosta, anche perché sicuramente Deimos non credo che fosse pronto al 200%, ma invece ce l’abbiamo fatta». «Per una volta la corsa ci è venuta bene e la fortuna è stata con noi - il commento di Bondo - dopo gli errori al via di alcuni dei più attesi».

FONTE CORRIERE DELLO SPORT

Rispondi

Chi c’è in linea

Ora in questa categoria: Nessuno e 1 ospite