Galoppo nel "Resto del Mondo"

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#46

Messaggio da pacman » 31/08/2019 - 21:16

Questa sera a Saratoga sono in programma le Woodward Stakes (GR1) in cui doveva rivedersi Thunder Snow ma del bi-vincitore della DWC nessuna traccia, quindi ecco Yoshida nelle vesti del favorito in una corsa per nulla semplice e probabilmente assai incerta.

Domani, invece, tra i mille appuntamenti internazionali vorrei sottolineare il Grosser Preis von Baden (GR1) nel quale si rivederà Ghaiyyath, deludente terzo nel Ganay ad aprile dopo un rientro con i fiocchi; cavallo oggettivamente misterioso, soggetto spesso ad intoppi fisici che non gli consentono di esprimersi al meglio e domani vedremo se sarà tornato al 100% o meno. Da battere il derbywinner tedesco Laccario che affronta gli anziani e direi anche il Johnston Communique che nel Grosser Preis von Berlin è secondo di French King davanti a Old Persian.
1 Immagine



Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#47

Messaggio da orecchielunghe » 01/09/2019 - 7:44

Nelle Woodward Stakes (Gr 1) di Saratoga, numero di Preservationist (James Jerkens/Junior Alvarado, 7-2), che dopo aver corso allo steccato in terza/quarta posizione, trova varchi millimetrici riuscendo a passare al comando nelle fasi finali, grazie ad una monta spericolata quanto coraggiosa e abilissima da parte del suo interprete. Al secondo posto giunge la sorpresa Bal Harbour, che per poco non la portava a casa, ed al terzo Yoshida.

Ecco il video della corsa :)

1 Immagine 2 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#48

Messaggio da pacman » 02/09/2019 - 12:56

Ma cosa ha fatto ieri Ghaiyyath???

Gestito il ritmo a proprio piacimento e già in curva allunga inesorabilmente per andare a vincere con 14 lunghezze di vantaggio sul secondo, Donjah, il quale precede il derbywinner Laccario.

Per carità, fenomeni non ce n'erano e qualche punto interrogativo su questo cavallo ancora resta ma ora sarà interessante vederlo confrontarsi con i migliori del panorama europeo (e magari non solo) sul miglio e mezzo; è iscritto all'Arc e alle Champion, vediamo quale sarà il suo percorso anche se penso che il tentativo alla corsa francese verrà fatto visto che di mezzofondisti in buona forma in casa Godolphin non si vede neanche l'ombra.

 
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#49

Messaggio da orecchielunghe » 02/09/2019 - 13:30

pacman ha scritto:
02/09/2019 - 12:56
.Ma cosa ha fatto ieri Ghaiyyath???

Gestito il ritmo a proprio piacimento e già in curva allunga inesorabilmente per andare a vincere con 14 lunghezze di vantaggio sul secondo, Donjah, il quale precede il derbywinner Laccario.

Per carità, fenomeni non ce n'erano e qualche punto interrogativo su questo cavallo ancora resta ma ora sarà interessante vederlo confrontarsi con i migliori del panorama europeo (e magari non solo) sul miglio e mezzo; è iscritto all'Arc e alle Champion, vediamo quale sarà il suo percorso anche se penso che il tentativo alla corsa francese verrà fatto visto che di mezzofondisti in buona forma in casa Godolphin non si vede neanche l'ombra.
"Le fantastic Ghaiyyath", così definito da un telecronista francese in occasione della vittoria nel Prix d'Harcourt (Gr 2) di aprile, ha fatto un vero numero, disperdendo i pur non eccelsi avversari nel Grosser Preis Von Baden del 1.9.2019.
Rivediamo la corsa di Ghaiyyat, che ha preso il comando sulla prima curva senza mai essere avvicinato nè impensierito dagli avversari.

 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#50

Messaggio da pacman » 08/09/2019 - 11:00

A Seul, in Corea del Sud, segnalo un secondo posto per Luigi Riccardi con il suo Cheongdam Dokki nella Keeneland Korea Cup (GR1 locale) sui 1800 metri del Dirt nel quale correva anche Dolkong, alla fine quinto, che abbiamo avuto modo di ammirare lo scorso inverno a Meydan anche nella DWC.

Nella notte appena trascorsa, invece, Spanish Mission e Jamie Spencer sono andati a prendersi le Jockey Club Derby Invitational Stakes sul miglio e mezzo in erba assicurandosi così un posto per la prossima BC Turf.

 
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#51

Messaggio da orecchielunghe » 09/09/2019 - 9:36

pacman ha scritto:
08/09/2019 - 11:00
A Seul, in Corea del Sud, segnalo un secondo posto per Luigi Riccardi con il suo Cheongdam Dokki nella Keeneland Korea Cup (GR1 locale) sui 1800 metri del Dirt nel quale correva anche Dolkong, alla fine quinto, che abbiamo avuto modo di ammirare lo scorso inverno a Meydan anche nella DWC.

Nella notte appena trascorsa, invece, Spanish Mission e Jamie Spencer sono andati a prendersi le Jockey Club Derby Invitational Stakes sul miglio e mezzo in erba assicurandosi così un posto per la prossima BC Turf.
Appena recuperato il video delle Jockey Club Derby Invitational Stakes (Gr 1), vinte come detto da Spanish Mission (David Simcock/Jamie Spencer, 3-1) su Pedro Cara e San Huberto.


Nella riunione di Belmont Park si sono disputate anche le Jockey Club Oaks Invitational Stakes (Gr 1), con il successo di un'altra europea, Edisa (Alain De Royer-Dupré/Flavien Prat, 5-2) davanti all'altra francese Wonderment ed a Dyna Passer.

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#52

Messaggio da pacman » 13/09/2019 - 20:08

Sarà un weekend molto intenso, partiamo dalla giornata di domani (sabato), al cui centro - oltre alla terra britannica - ci sarà l'ippodromo di Woodbine, Canada.

Nel Woodbine Mile partirà da favorito Got Stormy, Tyler Gaffalione in sella e reduce da una stupenda vittoria in contesto analogo a Saratoga. Dall'Europa occhio ad Awesometank che ha già corso - e bene - in America e con l'esperto John Egan in sella si candida ad un ruolo da protagonista.

Nelle Northern Dancer Turf Stakes, altra Grade 1 della serata, scenderanno in pista sei ottimi mezzofondisti tra i quali spicca il nome di Old Persian, vincitore dello Sheema Classic a marzo e quasi "allergico" all'Europa, per cui Charlie Appleby lo presenta in questa prestigiosa corsa per riprendere il discorso interrotto a Meydan. Avversari validi ma non fenomenali, il Godolphin è stato rivisto in discrete condizioni ad Hoppegarten dopo qualche mese di stop e sarà questo un bel banco di prova per testare le sue condizioni in vista di un eventuale impegno nella BC Turf e molto più probabilmente nel DWC Carnival 2020.

-----------------------------------------------------------------

Ci sarà da divertirsi anche in Australia, a Flemington, con un GR1 per milers in cui viene presentato Rostropovich con il nuovo team locale anche se forse non è propriamente il cavallo più adatto per questa distanza.
Mystic Journey, rientrato benissimo a Caulfield ed imbattuto da quasi un anno, reclama i favori del pronostico e sinceramente lo vedo anche come il classico soggetto che in inverno potrebbe viaggiare verso Dubai, anche se il Godolphin Hartnell - più piazzato che vincente - promette battaglia.
1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#53

Messaggio da pacman » 16/09/2019 - 19:28

Pronostici più o meno rispettati, tanti secondi posti ma la vittoria che più ci è piaciuta è stata quella di Old Persian, ottenuta in bellissimo stile e dando l'impressione che i mesi di pausa gli servivano davvero.

Quali ora i suoi programmi? Difficile da stabilirlo, il team sta valutando le sue condizioni e poi deciderà; vedo difficile una partecipazione all'Arc in appoggio a Ghaiyyath, leggermente più probabile quella alla BC Turf nella quale lo vedrei piuttosto bene ma la cosa più certa è che dovremmo rivederlo da gennaio a Meydan per il Carnival.

Sempre in casa Godolphin, bellissimo successo di Ispolini - runner up di Cross Counter nella scorsa Dubai Gold Cup - nel St Leger locale. Appleby ha dichiarato che sarà la punta di diamante di Sheikh Mohammed nella prossima Melbourne Cup in programma a Flemington giovedì 5 novembre in quanto per Cross Counter i programmi non sono ancora ben definiti.
1 Immagine



Markus

Utente Dipendente
Messaggi: 332
FC: 468Fanta Coin
Reazioni: 250
Iscritto il: 03/12/2018 - 9:33

#54

Messaggio da Markus » 17/09/2019 - 9:18

Domenica c'era una delle pochissime giornate di galoppo a Vienna (Austria) dove montava anche Maniezzi. 8 corse di trotto, 5 di galoppo e 1 di cammelli (?!). Cliccando sulle icone della telecamera a sinistra ci sono tutte le corse registrate... i cammelli erano alla sesta corsa (non è a rallentatore  :DD ):
https://www.aroc.at/index.php/rennen/an ... ag?id=1750
2 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#55

Messaggio da orecchielunghe » 17/09/2019 - 9:23

Markus ha scritto:
17/09/2019 - 9:18
Domenica c'era una delle pochissime giornate di galoppo a Vienna (Austria) dove montava anche Maniezzi. 8 corse di trotto, 5 di galoppo e 1 di cammelli (?!). Cliccando sulle icone della telecamera a sinistra ci sono tutte le corse registrate... i cammelli erano alla sesta corsa (non è a rallentatore  :DD ):
https://www.aroc.at/index.php/rennen/an ... ag?id=1750

Eh no ragazzi... così non vale... uno dei cammelli è partito prima, devono costruire le gabbie apposite :) .
Ma dove sono andati a prenderli questi cammelli e questi "fantini"? :huaha:
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#56

Messaggio da orecchielunghe » 17/09/2019 - 10:09

pacman ha scritto:
13/09/2019 - 20:08
Sarà un weekend molto intenso, partiamo dalla giornata di domani (sabato), al cui centro - oltre alla terra britannica - ci sarà l'ippodromo di Woodbine, Canada.

Nel Woodbine Mile partirà da favorito Got Stormy, Tyler Gaffalione in sella e reduce da una stupenda vittoria in contesto analogo a Saratoga. Dall'Europa occhio ad Awesometank che ha già corso - e bene - in America e con l'esperto John Egan in sella si candida ad un ruolo da protagonista.

Nelle Northern Dancer Turf Stakes, altra Grade 1 della serata, scenderanno in pista sei ottimi mezzofondisti tra i quali spicca il nome di Old Persian, vincitore dello Sheema Classic a marzo e quasi "allergico" all'Europa, per cui Charlie Appleby lo presenta in questa prestigiosa corsa per riprendere il discorso interrotto a Meydan. Avversari validi ma non fenomenali, il Godolphin è stato rivisto in discrete condizioni ad Hoppegarten dopo qualche mese di stop e sarà questo un bel banco di prova per testare le sue condizioni in vista di un eventuale impegno nella BC Turf e molto più probabilmente nel DWC Carnival 2020.

-----------------------------------------------------------------

Ci sarà da divertirsi anche in Australia, a Flemington, con un GR1 per milers in cui viene presentato Rostropovich con il nuovo team locale anche se forse non è propriamente il cavallo più adatto per questa distanza.
Mystic Journey, rientrato benissimo a Caulfield ed imbattuto da quasi un anno, reclama i favori del pronostico e sinceramente lo vedo anche come il classico soggetto che in inverno potrebbe viaggiare verso Dubai, anche se il Godolphin Hartnell - più piazzato che vincente - promette battaglia.
In aggiunta alla bellissima corsa per cammelli (veri) di Vienna, ecco i contributi video per le corse in Canada ed in Australia del weekend passato:

Woodbine, Canada - 14 settembre

Woodbine Mile (Gr 1) - El Tormenta (Gail Cox/Eurico Da Silva, 20-1)

Northern Dancer Turf Stakes (Gr 1) - Old Persian (Charles Appleby/James Doyle, 1-2)

Flemington, Australia - 14 settembre
Makybe Diva Stakes (Gr 1) - Gatting (Jamie Kah/Darren Mcauliffe, 100-1 :O )
 
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#57

Messaggio da pacman » 18/09/2019 - 8:23

C'era pure Scardino tra gli italiani, anche se ormai di base da anni in Germania. Mi è sembrato sia stato una sorta di "Derby-Day" ma non ne sono troppo certo; ebbi modo diversi anni fa di visitare l'ippodromo di Vienna in occasione di un viaggio in loco e vi assicuro che non è affatto male come struttura con due piste per il galoppo, una per il trotto, tribuna molto meglio di tante italiane ed accoglienza ed eventi collaterali davvero niente male.

Però, ecco, come avete giustamente fatto notare voi... La qualità è quella che è  :D
1 Immagine

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#58

Messaggio da pacman » 30/09/2019 - 10:34

E' stato un weekend interessante in giro per il mondo, quando ormai manca circa un mese al weekend della Breeders' Cup e poco più di venti giorni all'apertura della stagione emira, senza dimenticare i grandi appuntamenti di fine novembre e dicembre che riguarderanno soprattutto Giappone ed Hong Kong. Andiamo per ordine...

STATI UNITI: velocisti protagonisti nel sabato notte di Belmont con Imperial Hint, terzo dell'ultimo Golden Shaheen, vincitore di una Grade 1 ristretta e discretamente frequentata. Come rientro non c'è male ma per fare bene nello Sprint bisognerà crescere.
Tra i candidati alla Classic vinceva Vino Rosso, poi però declassato e costretto a lasciare il successo a Code Of Honor: i due comunque sullo stesso piano e visti molto bene, al contrario di Tacitus apparso un pochino in ombra dopo una stagione comunque intensa.
Capitolo femmine: altra bellissima prestazione di Midnight Bisou che fa 7 su 7 nel 2019 e si presenterà da favoritissima nella BC Fillies&Mares.
A Santa Anita, nella notte appena trascorsa, è invece arrivata un'inattesa sconfitta per McKinzie, battuto dalla sorpresissima Mongolian Groom, penultimo del campo con quota di 25/1.


AUSTRALIA: sappiamo come in terra d'Oceania i velocisti siano tra i migliori al mondo e ci terrei a sottolineare la crescita esponenziale del Godolphin Bivouac che a Rosehill, sui 1400 metri, porta a casa il primo GR1 della sua carriera. Teniamolo dunque d'occhio per eventuali appuntamenti internazionali.


GERMANIA: GR3 sul miglio allungato a Dusseldorf che si è aggiudicato una vecchia conoscenza come Kronprinz, peraltro in maniera assai brillante avendo vinto con 4 lunghezze di margine sul secondo. Non una corsa di primissimo livello ma un successo arrivato in modo importante che merita di essere sottolineato.


GIAPPONE: velocisti sotto gli occhi dei riflettori anche qui, a Nakayama precisamente, dove Godolphin si impone con Tower Of London, magistralmente interpretato da CP Lemaire. Cavallo molto cresciuto ed assai regolare, la curiosità è che discende da Raven'S Pass con Dalakhani come nonno materno, dunque un pedigree dal quale tutto ci si poteva aspettare tranne che - probabilmente - un velocista.


SCANDINAVIA: sarà che sono reduce da una meravigliosa vacanza in terre nordiche, anche se non proprio Scandinavia, ma devo aggiornarvi su ciò che è successo domenica scorsa a Bro Park con un GR3 internazionale che ha visto la definitiva affermazione di una stella del nord che presto potremmo vedere un pò più a sud: Square De Luynes. Questo 4 anni da Manduro ha lasciato il secondo a 7 lunghezze battendo anche soggetti piuttosto validi tra cui il Botti Crowned Eagle.
Vedremo ora se verrà - come detto prima - preservato per la prossima primavera europea oppure, aggiungo io, tenteranno il colpo grosso al Carnival vista la predisposizione di norvegesi, danesi e svedesi a portare i propri migliori cavalli a trascorrere l'inverno a Meydan.
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 13007
FC: 1622Fanta Coin
Reazioni: 2736
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#59

Messaggio da orecchielunghe » 01/10/2019 - 7:24

pacman ha scritto:
30/09/2019 - 10:34
E' stato un weekend interessante in giro per il mondo, quando ormai manca circa un mese al weekend della Breeders' Cup e poco più di venti giorni all'apertura della stagione emira, senza dimenticare i grandi appuntamenti di fine novembre e dicembre che riguarderanno soprattutto Giappone ed Hong Kong. Andiamo per ordine...STATI UNITI: velocisti protagonisti nel sabato notte di Belmont con Imperial Hint, terzo dell'ultimo Golden Shaheen, vincitore di una Grade 1 ristretta e discretamente frequentata. Come rientro non c'è male ma per fare bene nello Sprint bisognerà crescere.
Tra i candidati alla Classic vinceva Vino Rosso, poi però declassato e costretto a lasciare il successo a Code Of Honor: i due comunque sullo stesso piano e visti molto bene, al contrario di Tacitus apparso un pochino in ombra dopo una stagione comunque intensa.
Capitolo femmine: altra bellissima prestazione di Midnight Bisou che fa 7 su 7 nel 2019 e si presenterà da favoritissima nella BC Fillies&Mares.
A Santa Anita, nella notte appena trascorsa, è invece arrivata un'inattesa sconfitta per McKinzie, battuto dalla sorpresissima Mongolian Groom, penultimo del campo con quota di 25/1.


AUSTRALIA: sappiamo come in terra d'Oceania i velocisti siano tra i migliori al mondo e ci terrei a sottolineare la crescita esponenziale del Godolphin Bivouac che a Rosehill, sui 1400 metri, porta a casa il primo GR1 della sua carriera. Teniamolo dunque d'occhio per eventuali appuntamenti internazionali.


GERMANIA: GR3 sul miglio allungato a Dusseldorf che si è aggiudicato una vecchia conoscenza come Kronprinz, peraltro in maniera assai brillante avendo vinto con 4 lunghezze di margine sul secondo. Non una corsa di primissimo livello ma un successo arrivato in modo importante che merita di essere sottolineato.


GIAPPONE: velocisti sotto gli occhi dei riflettori anche qui, a Nakayama precisamente, dove Godolphin si impone con Tower Of London, magistralmente interpretato da CP Lemaire. Cavallo molto cresciuto ed assai regolare, la curiosità è che discende da Raven'S Pass con Dalakhani come nonno materno, dunque un pedigree dal quale tutto ci si poteva aspettare tranne che - probabilmente - un velocista.


SCANDINAVIA: sarà che sono reduce da una meravigliosa vacanza in terre nordiche, anche se non proprio Scandinavia, ma devo aggiornarvi su ciò che è successo domenica scorsa a Bro Park con un GR3 internazionale che ha visto la definitiva affermazione di una stella del nord che presto potremmo vedere un pò più a sud: Square De Luynes. Questo 4 anni da Manduro ha lasciato il secondo a 7 lunghezze battendo anche soggetti piuttosto validi tra cui il Botti Crowned Eagle.
Vedremo ora se verrà - come detto prima - preservato per la prossima primavera europea oppure, aggiungo io, tenteranno il colpo grosso al Carnival vista la predisposizione di norvegesi, danesi e svedesi a portare i propri migliori cavalli a trascorrere l'inverno a Meydan.
Ringraziando pacman per le notizie da tutto il mondo, provo ad arricchire l'argomento con i filmati disponibili delle corse descritte:

The Vosburg (Gr 1), 6 furlongs, Belmont Park - Imperial Hint (Luis Carvajal Jr./Javier Castellano, 3-5)


Jockey Club Gold Cup (Gr 1), 10 furlongs, Belmont Park - Code Of Honor (Claude McGaughey III/John Velazquez, 8-5)


Beldame Stakes (Gr 2), 9 furlongs, Belmont Park - Midnight Bisou (Steven Asmussen/John Velazquez, 2-5)


Awesome Again Stakes (Gr 1), 9 furlongs, Santa Anita Park - Mongolian Groom (Enebish Ganbat/Abel Cedillo, 25-1)


Golden Rose (Gr 1), 7 furlongs, Rosehill - Bivouac (James Cummings/Hugh Bowman, 2,50)


Sprinters Stakes (Gr 1), 6 furlongs, Nakayama - Tower Of London (Kazuo Fugisawa/C.P. Lemaire, 29-10)

1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

pacman

Moderatore
Messaggi: 2070
FC: 1880Fanta Coin
Reazioni: 1452
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#60

Messaggio da pacman » 12/10/2019 - 11:20

Stasera, ore 23.42 italiane, occhi puntati su Woodbine dove Andrea Atzeni e Desert Encounter proveranno a portare a casa le Pattison Canadian International Stakes, classica corsa di GR1 sul miglio e mezzo in cui parte come favorito il francese Ziyad ma tra i due la scelta è alquanto sottile. Ricordiamo che il binomio italo-britannico si impose in questa corsa lo scorso anno.


Sempre questa sera, spostandoci di un migliaio di km, ecco che a Keeneland farà il proprio debutto in terra americana Castle Lady, Godolphin pluri-decorata in Francia ed ora alle prese in Grade 1 in terra d'America in un contesto non semplice. Per lei si tratta probabilmente di una presa di contatto in vista Breeders' Cup.

Stanotte invece nella nuova carriera australiana, sempre con i colori Coolmore, di Cape Of Good Hope è subito arrivato un successo - inaspettato, vista la quota di 20/1 - in GR1 in una corsa in cui scendeva in pista anche il Godolphin Dream Castle che però è finito nelle retrovie.

Domani mattina, ore 7.40 italiane, occhi puntati su Kyoto dove si disputerà lo Shuka Sho (GR1), in parole povere le Oaks giapponesi che negli ultimi 3 anni hanno visto la vittoria di Almond Eye, Deirdre e Vivlos, quindi non di certo tre a caso. Mirco Demuro non ha mai vinto questa corsa ma quest'anno sembra avere un'ottima chance in sella a Satono Damsel, una Deep Impact imbattuta e ben vociferata tra gli esperti, anche se in un campo di 18 partenti le incognite sono tante; Espoir, affidata per l'occasione ad Andrasch Starke, non dispiace, così come potrebbero fare belle cose Beach SambaChrono Genesis e Danon Fantasy.

Infine, per gli amanti degli ostacoli, domani in Repubblica Ceca sarà la volta del Velka Pardubicka, appuntamento storico sui circa 6900 metri del tracciato di Pardubice dove gli occhi saranno puntati sul vincitore dello scorso anno, Tzigane Du Berlais, che con Jan Faltejsek parte con i favori del pronostico anche quest'anno; conosco poco la specialità ed il resto del campo, quindi se l'amico e grande esperto di ostacoli Markus volesse deliziarci con un'analisi noi saremo ben lieti di leggerla.
1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti