Palinsesto complementare - galoppo

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 3059
FC: 1070Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,10
Reazioni: 2424
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#31

Messaggio da pacman » 15/06/2020 - 19:25

Primo Royal Ascot dell'era Covid-19 e, per ovvi motivi, speriamo anche l'ultimo. Analizzo le 7 corse in programma in questa prima giornata, sperando di non essere troppo arrugginito.


1) Buckingham Palace HandicapClass 2 per 3 anni ed oltre sui 7 furlongs. Per come è rientrato a Newcastle non vedo come poter andare contro Daarik, che peraltro acquista Frankie Dettori in sella e nello schema ci sta alla grande.
A buona quota intriga il regolare e valido Silent Attack, mentre tra i pesini darei notevole fiducia ad un mio pallino come Cliffs Of Capri a patto che non resti imbottigliato a centro gruppo ed anche a Firmament se non è cotto dopo l'intenso inverno trascorso a Meydan.


2) Queen Anne Stakes, classicissima di GR1 sul miglio in pista dritta nella quale si dovrà designare il successore di Lord Glitters. Godolphin e Saeed bin Suroor hanno spesso primeggiato nelle corsa, così come Frankie Dettori (7 successi) che ha portato alla vittoria cavalli del calibro di Intikhab, Dubai Destination, Refuse To Bend e l'ex Sc. Siba Ramonti che ha segnato peraltro anche la sua ultima affermazione; impossibile non citare cavalli come Cape Cross, Ad Valorem, Paco Boy, Goldikova, Canford Cliffs ed il mostro sacro Frankel che hanno vinto questa corsa.
Quest'anno sono in 16, io sono intenzionato a bypassare Circus Maximus a 5/2 nonostante al Royal Ascot abbia già vinto lo scorso anno le St James' Palace e sembra aver trovato sul miglio la sua dimensione. Mi prendo Terebellum che ha forma accertata come dimostra il rientro vincente in GR2 a Newmarket ma mi intrigano tantissimo due cavalli oltre il 10/1: Fox Chairman e Duke Of Hazzard, al rientro da circa un anno ma entrambi con un apparente gran potenziale che oggi potrebbe pagare.


3) Ribblesdale Stakes (GR2) in cui Frankie e Gosden non dovrebbero avere particolari problemi a bissare il successo di Star Catcher con Frankly Darling, alla prima esperienza in Pattern ma letteralmente devastante al rientro di Newcastle.
Contro mi piacciono Hold Fast, buona vincitrice della sua Maiden qualche giorno fa e proveniente dalla yard di Andrew Balding che ultimamente è in forma eccezionale, e la Coolmore Passion che deve venire avanti dal rientro del 10/06 ma i mezzi per farli li deve avere tutti.


4) King Edward VII Stakes, stringato ma interessante miglio e mezzo di GR2 per 3 anni nel quale Mogul, vincitore di Pattern e piazzato di GR1 lo scorso anno, parte da netto favorito per i colori Coolmore.
Al betting comunque giocherei tutta la vita Papa Power (10/1), allenato da Balding ed apparso un gran cavallo nei primi due mesi dell'anno prima del lockdown.


5) Affrontare le King'S Stand Stakes, ovviamente prova di GR1, dopo che il missile Blue Point lo scorso anno compì l'impresa del "double" con le Diamond Jubilee del sabato, non sarà opera semplice.
Lo stesso Blue Point vinse anche l'edizione 2018, quella dopo della vittoria americana di Lady Aurelia; aggiungerei anche cavalli come Pivotal, Choisir, Takeover Target, Equiano, Prohibit e Sole Power per quel che riguarda l'albo d'oro recente.
Quest'anno parte favorito Battaash, runner up dello scorso anno, ed in effetti le chances sono evidenti anche perchè la debacle subita ne L'Abbaye ad ottobre per me è dovuta esclusivamente al terreno pesante, che invece favorì Glass Slippers, velocista migliorato notevolmente negli ultimi tempi e forse pure ben giocato qui a 5/1.
Come sorpresa non mi dispiace Liberty Beach, ben rientrato ad Haydock e vincitore lo scorso anno di GR3 e Listed.


6) Duke Of Cambridge Stakes, altro GR2 per femmine ma per 4 anni ed oltre e sul miglio. In tante sono rientrate quest'anno e ciò potrebbe rappresentare un vantaggio, come ad esempio per Nazeef che non perde da tempo immemore e può finalmente centrare la prima vittoria in Pattern.
A buona quota consiglio di seguire Invitational e Magic Lily, mentre l'imbattuta Miss O'Connor potrebbe essere ben giocata anche a 6/1 qualora si adattasse al terreno scorrevole finora mai affrontato in carriera.


7) Ascot Stakes, Handicap di Class 2 sui 3900 metri per 20 cavalli anziani di gran qualità.
Vorrei dar fiducia ad un soggetto che sulla carta è di gran qualità e quest'anno ha già corso benissimo prima del lockdown, quel Charlie D che è schierata dai sempre pericolosi Tom Dascombe e Richard Kingscote.
Lo stesso potrebbe valere per Smart Champion, scarico al punto giusto, mentre tra i più qualitativi intrigano Moon King, Yaa Salaam e Verdana Blue, senza sottovalutare Diocletian che essendo un Balding al momento non può essere tralasciato nei sistemi più ampi.
1 Immagine



Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#32

Messaggio da orecchielunghe » 16/06/2020 - 7:53

Ascot, 17 giugno

https://www.racingpost.com/racecards/2/ascot/2020-06-17

Di seguito i miei pronostici per il day two del Royal Meeting:

1m (Str) Silver Royal Hunt Cup Handicap (A Consolation Race For The Royal Hunt Cup) (Class 2) (3yo+)

Salayel (12-1) è un soggetto regolare, sempre nel marcatore nel 2019 senza aver subito gli effetti della campagna emira 2018/2019, con buoni risultati sul dirt, partecipando a quattro handicap tra i 7 furlongs ed il miglio. Al rientro da settembre, ha corso bene da fresco. L'inverno agli ordini di Roger Varian dovrebbe avergli consentito di presentarsi in buone condizioni in questa prova.

1m2f (1m1f212y) Hampton Court Stakes (Group 3) (Class 1) (3yo)

Il promettente Russian Emperor (7-2) ha sostanzialmente deluso in occasione del suo ritorno in pista il 9 giugno, quando a Leopardstown fu sconfitto dal compagno di training Cormorant in gruppo 3, non riuscendo a rimontare il pacemaker di quella corsa, ma dimostrando di poter far meglio. L'allungamento progressivo del viaggio dovrebbe trovare una conferma in questa corsa, per puntare eventualmente ad Epsom in caso di buon esito della stessa. Corre solitamente in gruppo.

1m4f (1m3f211y) King George V Stakes (Handicap) (Class 2) (3yo 0-105)

Forma in crescita dopo un inizio di carriera in ombra, con due vittorie ed un secondo posto nelle ultime tre per Convict (10-1). L'allungamento del viaggio era stato assorbito molto bene, tanto da vincere con largo margine in occasione del primo tentativo sui 10 furlongs all'ultima. Sempre favorito nelle quattro corse dopo il debutto, se in condizione dovrebbe far bene, puntando al Derby in caso di una prestazione super. Attendista da last-to-first.

1m2f (1m1f212y) Prince Of Wales's Stakes (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (4yo+)

Corsa presentata al messaggio # 6 - galoppo in generale / Royal Ascot 2020

Scelgo Barney Roy (6-1), che ho deciso di non abbandonare dopo le buone prove di Meydan.

1m (Str) Royal Hunt Cup (Heritage Handicap) (Class 2) (3yo+)

Alrajaa (10-1) è la scelta di Jim Crowley per questa corsa, da lui vinta nel 2019 con Afaak, stessi colori, in corsa anche quest'anno. Ero sostanzialmente indeciso tra i due, l'anno passato appoggiai proprio Afaak che vinse in foto stretta, ma la scelta del jockey mi ha indirizzato verso questo soggetto, che ha all'attivo un incredibile score di quattro vittorie nelle ultime quattro corse, dopo due secondi posti a seguire. Le ultime tre vittorie sono arrivate sull'all weather, ma i risultati precedenti sono stati conseguiti sul turf. Le quattro recenti vittorie sono arrivate con almeno due lunghezze di margine, in un caso dopo una brutta partenza, mentre come tattica di corsa agisce in gruppo nella prima metà per allungare in progressione a palo lontano, cercando di prendere il comando già all'ingresso in retta.

5f Windsor Castle Stakes (Listed Race) (Class 1) (2yo)

La poca esperienza dei puledri di due anni rende il pronostico praticamente impossibile per questa corsa. Io provo con Mighty Gurkha (10-1), al debutto riottoso alle gabbie ed inserito senza fantino, ma partito benissimo e mai più avvicinato per un'impressionante vittoria con largo margine. Sperando si sia calmato, potrà affrontare anche il turf con buone chances per un'altra cavalcata vincente.

1m6f (1m6f34y) Copper Horse Handicap (Class 2) (4yo+ 0-105)

Provo a dar fiducia a Shailene (16-1), vincitrice l'anno scorso in una listed a San Siro, abitualmente impegnata su distanze inferiori, ma a suo agio anche sui 14 furlongs come dimostrato a Goodwood quando fu terza in un qualititativo handicap. Dopo due tentativi a vuoto in gruppo 3, nell'ultima corsa della passata stagione ed al rientro in questa, scende a livello di handicap con la speranza di trovare avversari meno forti. Non corre sempre allo stesso modo, a me era piaciuta quando si era sistemata nelle posizioni di retroguardia per poi dominare a San Siro con relativa facilità, tattica utilizzata anche in altre occasioni.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#33

Messaggio da orecchielunghe » 16/06/2020 - 19:11

https://www.racingpost.com/racecards/2/ascot/2020-06-18

Ascot, 18 giugno

Ecco i miei pronostici per il day three del Royal Ascot 2020:

1m2f (1m1f212y) Golden Gates Handicap (Class 2) (3yo 0-105)

Provo il top weight Highland Chief (20-1), che allunga gradualmente il viaggio in occasione di questo rientro da settembre, quando finiva nelle retrovie nelle Royal Lodge Stakes (Gr 2), condizionate però da una brutta partenza. Vincitore al debutto su terreno morbido, era successivamente terzo nelle Chesham Stakes del Royal Meeting 2019, quattro lunghezze e mezza dietro Pinatubo, deviando dalla linea retta. La distanza potrebbe essere un problema, anche la monta non è il massimo, ma a questa quota ci provo. Corre in gruppo.

1m2f (1m1f212y) Wolferton Stakes (Listed Race) (Class 1) (4yo+)

Vado con un'altra sorpresa, l'imbattuta Aloe Vera (16-1) che ha vinto due corse a tre anni, entrambe su questa distanza, sempre finendo benissimo dalle retrovie. La seconda era una listed di Goodwood, quando lasciò il secondo a tre lunghezze. Da allora se ne sono perse le tracce, quindi rientra dopo oltre un anno (era maggio 2019), ma questo tentativo mi affascina.

7f Jersey Stakes (Group 3) (Class 1) (3yo)

Concedo una chance a Monarch Of Egypt (7-1), pedina di Aidan O'Brien, promettentissimo a due anni ancora prima del debutto, ha cominciato con la vittoria al debutto a Naas, seguita da due secondi posti nelle Railway Stakes (Gr 2) e nelle Phoenix Stakes (Gr 1) dietro Siskin. Poi ha fallito due corse di alto livello, le Middle Park Stakes (Gr 1) e le Dewhurst Stakes (Gr 1). E' rientrato nelle Irish 2000 Guineas di venerdì scorso con un incoraggiante prova, anche se conclusa al settimo posto di undici, partendo male ma recuperando qualcosa. Scendendo notevolmente di livello e accorciando il viaggio potrebbe finalmente confermare qualcuna delle promesse fatte da puledro.

7f Chesham Stakes (Listed Race) (Class 1) (2yo)

Debutto coi fiocchi, nonostante qualche problema caratteriale e l'inesperienza, per First Prophet (10-1), che pur agitandosi parecchio, ha riportato facilmente la corsa di debutto, allungando nel finale. Ci vorrà tutta l'abilità del suo jockey per tenerlo buono e dritto, spero non abbia dissipato le energie di un mese tutte in una corsa, ma il motore c'è.

2m4f (2m3f210y) Gold Cup (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (4yo+)

Corsa presentata al messaggio # 9 in galoppo in generale/Royal Ascot 2020
Seguo il cuore, e con fiducia il meteo che annuncia qualche precipitazione, e mi azzardo ad andare contro Stradivarius provando Technician (7-1).

1m (Str) Britannia Stakes (Heritage Handicap) (Colts & Geldings) (Class 2) (3yo 0-105)

Come da tradizione, questi heritage handicap sono terribili, anche se per le norme anti Covid sono stati ridotti ad un massimo di 24 partenti, quando solitamente se ne trovavano oltre 30. Provo con Johan (10-1), con due vittorie all'attivo a due anni, entrambe con largo margine, prima del fallimento in gruppo 3 a chiusura di stagione. E' rientrato con una sofferta vittoria il 12 giugno in un handicap di Newbury, quando si metteva in moto dalle retrovie per arrivare a stampare l'avversario sul palo, con un finish che non è passato inosservato. Il terreno ammorbito, qualora lo fosse, non dovrebbe spaventarlo.

1m (Str) Sandringham Stakes (Handicap) (Fillies) (Class 2) (3yo 0-105)

Huboor (16-1) a due anni ha ottenuto due vittorie e due terzi posti, con l'ultimo successo in un ottimo handicap sui 7 furlongs con il quale chiudeva la stagione, sprintando da posizione centrale, passando nell'ultimo furlongs e mantenendo il comando. E' rientrata sull'aw senza strafare, e penso che possa aver tenuto in serbo qualcosa per questa importante prova. Penso che possa arrivare al miglio, che comunque affronta per la prima volta.
 
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#34

Messaggio da orecchielunghe » 18/06/2020 - 0:09

https://www.racingpost.com/racecards/2/ascot/2020-06-19

Ascot, 19 giugno

5f Palace Of Holyroodhouse Handicap (Class 2) (3yo 0-105)
 
Le categorie frequentate non erano particolarmente alte, ma Art Power (11-4) ha destato ottime impressioni nelle ultime due uscite, con un due su due a 5 e 6 furlongs vinte in maniera autoritaria, con largo margine e con qualcosa ancora in mano. Una sul turf ed una sull'aw, una volta correndo dietro i primi e la seconda al comando, quindi sembra anche un soggetto duttile. Un bel missile potenziale, che potremmo vedere anche in futuro in belle prove sulla velocità, qualora dovesse confermare anche in questa corsa le promesse.  

6f Albany Stakes (Group 3) (Fillies) (Class 1) (2yo)

Ovviamente sono pochi i riferimenti a disposizione per le due anni, provo con Setarhe (7-1), che all'esordio ha avuto un percorso davvero difficile e tumultuoso, con partenza in ritardo e dovendo spostare da una parte e dall'altra, riuscendo infine ad andare a prendere la leader. Miglioramento in vista e buone possibilità di raddoppiare, in un campo di qualità.

5f Norfolk Stakes (Group 2) (Class 1) (2yo)

Avevo appoggiato Lipizzaner (13-2) al debutto a marzo, quando fu secondo, ripetendo successivamente il piazzamento ma dimostrando che probabilmente i 6 furlongs sono troppi. Buona idea quella di tornare a 5 furlongs, e l'esperienza di due corse su distanze diverse e con condizioni di terreno opposte parlano a favore di un soggetto già professionale e comunque duttile.

1m4f (1m3f211y) Hardwicke Stakes (Group 2) (Class 1) (4yo+)

Qui mi affido più al cuore che alla testa, proponendo un cavallo che apprezzo moltissimo, Hamish (12-1), che ha all'attivo uno score quasi perfetto nel 2019 (tre primi, due secondi ed un terzo in sei corse). Di solito non considero particolarmente i cavalli da handicap portati in pattern company, più facile il contrario, ma questo soggetto che se sta nascosto ed appare dal nulla per attaccare da lontano, senza un vero cambio di marcia ma in progressione, potrebbe confezionare una bella sorpresa. Mi ha colpito posivamente, come il suo carattere da lottatore all'arma bianca.

6f Commonwealth Cup (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (3yo)

Corsa presentata in geloppo in generale/Royal Ascot 2020 - messaggio # 14

Ce ne sono talmente tanti interessanti da rendere la scelta difficilissima. In casi come questo, mi affido ad un cavallo che conosco bene avendolo seguito fin dal debutto, Mums Tipple (12-1).

1m6f (1m6f34y) Queen's Vase (Group 2) (Class 1) (3yo)

Sangue da stayer per Al Dabaran (4-1), portato a 9 furlongs alla fine della stagione dei due anni ed ora presentato direttamente sui 14 furlongs. Dopo il vittorioso debutto di Newmarket e la replica ad Ascot, corre due gruppi 3 in Francia cogliendo un terzo posto (con qualche problema di gestione in pista) ed un secondo posto, forse costretto dagli eventi a portarsi al comando, lasciando l'amaro in bocca ai tanti sostenitori, Ha corso anche da dietro oppure a ridosso del leader, che a mio avviso sembra la tattica più indicata.

1m4f (1m3f211y) Duke Of Edinburgh Stakes (Handicap) (Class 2) (3yo+ 0-105)

Mai peggio di quarto in sette corse, con sei podi, Durston (8-1) quando non ha vinto si è comunque trovato contro alcuni soggetti che si sono poi ripetuti, o avevano già corso, ad ottimi livelli. Parte lento, forse qualche volta troppo, ed agisce da last-to-first, favorito dalla pista che permette recuperi dalle retrovie. Un fondo allentato lo favorirebbe ulteriormente, ma non è obbligatorio.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 3059
FC: 1070Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,10
Reazioni: 2424
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#35

Messaggio da pacman » 18/06/2020 - 19:30

Dopo un Ladies' Day piuttosto valido per me, con Mountain Angel tra l'8 e il 10/1 che mi ha regalato una bella gioia, è il momento di pronosticare la giornata di venerdì, incentrata su ben 5 prove di gruppo per ogni età e caratteristica.


1) Palace Of Holyroodhouse Handicap, velocisti di 3 anni impegnati sul km secco di questa Class 2.
Tante corse per Keep Busy, potrebbe dunque accusare un pò di stanchezza, però provo ad affidarmi alla forma a freccia in su e ad un'ottima adattabilità al terreno morbido/pesante nel quale in molti stanno arrancando.
Sulla superficie allentata dovrebbe destreggiarsi bene anche Art Power, volante sia al rientro che prima in contesti inferiori, dunque se i mezzi sono quelli parsi dall'impressione visiva ci sta alla grande, mentre come sorprese indicherei Never Dark e Mighty Spirit, anche se quest'ultimo con una bella incognita legata al terreno.


2) Albany Stakes, GR3 per femmine di 2 anni sui 1200 metri.
Ho la sensazione che la statunitense Flying Aletha non faccia il terreno, dunque provo con Golden Melody che invece dovrebbe gradirlo e peraltro è reduce da una vittoria assai convincente al debutto; 4/1 attualmente la sua quota, a mio avviso si può provare tranquillamente.
Occhio alle sorprese, a me non dispiace Valpolicella (20/1) che oltre ad essere terra di un ottimo vino (perdonate la divagazione...) è anche portacolori di un team in grande spolvero.


3) Norfolk Stakes, prova di GR2 sempre per i puledri ma sui 1000 metri; una delle corse più affascinanti per i 2 anni che calcano per le prime volte il terreno di gara, nel corso degli anni ha visto affermarsi soggetti precoci - anche allevatorialmente parlando - come No Nay Never oppure altri ottimi cavalli del calibro di Dutch Art, Sioux Nation e A'Ali lo scorso anno.
Se Eye Of Heaven (Exceed And Excel padre, Shamardal nonno) sono convinto che questi neanche li vede, però i punti interrogativi ci sono eccome e quindi ecco che di fronte ai suoi 7/4 di quota mi orienterei verso un cavallo che ritengo molto solido come Lipizzaner nonostante sia ancora maiden (2 secondi posti per lui, di cui uno sul pesante) e The Lir Jet che al debutto ha rubato moltissimo l'occhio. Loro due per me sono ben giocati, fermo restando che comunque tutto può succedere vista la diversità di fattori presente in pista.


4) Hardwicke Stakes, bellissima e tradizionale prova di GR2 sul miglio e mezzo per 4 anni ed oltre che solitamente era posta al sabato, ma quest'anno per forza di cose si è dovuta anticipare. Un GR2 che ha tutti i connotati del GR1: vincitori del calibro di Doyen, Maraahel, Harbinger, Crystal Ocean e Defoe credo bastino per far capire a che livelli siamo, vero?
Sulla carta Anthony Van Dyck sembrerebbe il più forte, il suo secondo nella Coronation Cup ha rappresentato un rientro importante, però per me ha difficoltà su questo terreno e soprattutto non voglio abbandonare Elarqam in un momento d'oro per Shadwell ed il suo jockey Jim Crowley e dopo un 2019 eccellente, fatto di vittorie, piazzamenti e tanta solidità; senza trascurare il fatto che è secondo di Lord North (vincitore delle Prince Of Wales') pochi giorni fa e che sui terreni morbidi sembra galoppare bene.
Come sorpresa occhio a Fanny Logan, un pesantista come Manduro nel sangue materno innalza di molto le sue chances oltre ad essere un soggetto assai regolare, e direi anche Hamish, la cui carta non dice moltissimo e rientra dallo scorso ottobre, ma se in UK lo seguono avranno i loro buoni motivi...


5) Commonwealth Cup, corsa di GR1 sui 1200 metri per cavalli di 3 anni. Corsa di recente istituzione (2015) per aprire il panorama dello sprint anche ai 3 anni, la cui partecipazione non è ammessa nelle Diamond Jubilee Stakes del sabato; Advertise lo scorso anno forse il vincitore maggiormente di rilievo, avendo realizzato anche il record della corsa.
Sedici al via, l'americano Kimari - secondo di Raffle Prize lo scorso anno sul tracciato nelle Queen Mary Stakes - sembra trovarsi bene sul terreno, ha affrontato una stagione a buonissimi livelli ed il rientro è stato più che valido: a 7/1 perchè non provarci? 
Personalmente sono un fan di Lope Y Fernandez che dopo il terzo posto nelle Irish 2000 Guineas prova a riaccorciare la distanza: vediamolo, sicuramente la forma c'è. Bene in corsa sicuramente anche Mums Tipple, il quale però dovrebbe ritrovare i migliori motivi mostrati nell'exploit di York lo scorso agosto, mentre come sorpresa non dispiace Dubai Station che se di luna buona può far male a molti.


6) Il Queen'S Vase, interessantissimo GR2 per 3 anni sui 2850 metri che nel corso degli anni è stato vinto anche da gente come Mamool, Mikhail Glinka, Hartnell, Kew Gardens, Dashing Willoughby ed ovviamente Stradivarius (quel giorno con Andrea Atzeni a bordo).
Tra i 9 al via mi piace tanto Al Dabaran, il quale nell'albero genealogico sembra avere tracce di sangue che forniscono stamina ed adattabilità ai terreni lavorati (soprattutto nella parte materna), quindi ci provo anche a quota piuttosto buona intorno al 4/1.
Il Coolmore Santiago è un pò da scoprire sulla distanza, un pò come tutti d'altronde, ma se Aidan O'Brien lo getta nella mischia è sicuro che può far bene, mentre un presumibile grande sfangatore è Born With Pride, un nipote di Monsun che è "presentato" dalla genealogia stessa, oltre che per aver preceduto Peaceful al debutto lo scorso novembre.


7) Finita la lunga trafila delle Pattern si chiude con le Duke Of Edinburgh Stakes, Handicap di Class 2 sul chilometro e mezzo per cavalli di 3 anni ed oltre.
Da quando ho visto il campo partenti mi ballonzola per la testa l'impronunciabile nome di Getchagetchagetcha, cavallo che sui terreni allentati ha spesso fatto bene ed ha frequentato contesti rispettabili, assai simili a quello odierno; certo, è a 33/1 ed in pista scenderanno cavalli sulla carta più forti, però nell'incertezza generale ci quasi proverei...
Se dovesse indurirsi un pò il terreno occhio allo scarico Medal Winner, cavallo poco esposto ma rientrato benissimo ed in possesso di buoni mezzi. Tra i pesi alti mi convince solo El Misk, col dubbio terreno, mentre è da vedere come rientrerà Universal Order che per me è un 4 anni assai valido ma rientra dall'inverno di Meydan e va un pò valutato: certo, a 30/1 affascina.
Top
1 Immagine

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#36

Messaggio da orecchielunghe » 19/06/2020 - 7:06

Ascot, 20 giugno

Ecco gli ultimi pronostici per il Royal Ascot 2020, per le otto corse del day 5:

6f Silver Wokingham Handicap (A Consolation Race For The 2020 Wokingham Stakes) (Class 2) (3yo+)

Il regolare Count D'Orsay (16-1) riprova i 6 furlongs, che in passato non gli avevano regalato troppe soddisfazioni, ma le recenti prove sulla distanza minima dei 5 furlongs, con ottime performances sul terreno morbido, autorizzano speranze di successo. Quattro vittorie e due secondi posti nel 2019, ed un buon rientro stagionale con un terzo posto a Newmarket, sono un buon biglietto da visita, sperando che tenga la distanza, nel cui caso potrebbe essere tra i protagonisti. Corre senza uno schema predefinito, avendo provato sia la tattica di testa che all'attesa alla retroguardia.

5f Queen Mary Stakes (Group 2) (Class 1) (2yo)

Pochi i riferimenti a disposizione, quindi scelta soggettiva tra i vari soggetti che nel complesso hanno mosso bene i loro primi passi in carriera. Provo con Sacred (6-1), che due settimane fà vinceva una corsa che si stava facendo difficile, ma riuscendo infine a trovare lo spazio per correre, è passata per imporsi con buon margine. Attitudine all'eventuale terreno pesante tutta da verificare.

6f Coventry Stakes (Group 2) (Class 1) (2yo)

Discorso simile a quello per le Queen Mary, si va un po' a sensazione scegliendo tra coloro che hanno esordito bene. La mia scelta è per Admiral Nelson (11-4), che ha dimostrato in occasione del vittorioso debutto del Curragh di essere un cavallo da corsa già pronto, recuperando dalla posizione mediana ed allungando gradualmente in ottimo stile. Anche qui il possibile terreno allentato potrebbe essere un problema, visto che il successo era arrivato sul buono.

1m (7f213y) (Rnd) Coronation Stakes (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (3yo)

Corsa presentata in galoppo in generale/Royal Ascot 2020/messaggio # 21
Mi affido a Frankie con Alpine Star (5-1), sperando possa ripercorrere le orme della sorellastra, Alpha Centauri, che ho seguito con passione nella sua carriera.

1m (7f213y) (Rnd) St James's Palace Stakes (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (3yo)

Corsa presentata in galoppo in generale/Royal Ascot 2020/messaggio # 24
Concedo la prova di appello a Pinatubo (2-1), che a due anni ha dimostrato di non temere gli impegni ravvicinati, e se Charles Appleby ha deciso di schierare un tale soggetto a così breve distanza dal mezzo fallimento delle ghinee, significa aver fiducia. Le dichiarazioni del trainer sulla positiva reazione del cavallo dopo le ghinee lasciano pensare ad una buona prova, anche in assenza dei top milers della generazione.

6f Diamond Jubilee Stakes (Group 1) (British Champions Series) (Class 1) (4yo+)

Corsa presentata in galoppo in generale/Royal Ascot 2020/messaggio # 25
Le corse non sono solo studi tecnici e complicate comparazioni, in alcuni casi prevale il tifo per qualche soggetto particolarmente apprezzato in carriera. Non sarebbe il mio favorito secondo la carta, ma non riesco a non appoggiare The Tin Man (14-1).

6f Wokingham Stakes (Heritage Handicap) (Class 2) (3yo+ 0-110)

Summerghand (14-1) sembra non aver risentito delle fatiche invernali negli UAE, dove l'ho spesso seguito ma senza particolari soddisfazioni. Interessante il ritorno alle competizioni in UK, con il secondo posto al rientro dietro la sorpresa Tinto, con la sua solita corsa all'attesa ed un recupero finale che in quest'ultimo caso non gli ha permesso di raggiungere il vincitore. L'eventuale terreno ammorbidito non lo metterà in difficoltà, e la monta di James Doyle, pur essendo alla prima in assoluto, offre buone garanzie.

2m5½f (2m5f143y) Queen Alexandra Stakes (Class 2) (4yo+)

The Grand Visir (4-1) è un soggetto incostante, l'ho già seguito in passato trovandolo però nelle sue giornate no. Vincitore al Royal Meeting 2019 nella Ascot Cup con il top weight, ha chiuso la stagione 2019 con un terzo posto in ostacoli. Gradisce il terreno ammorbidito, corre all'attesa e su questa distanza potrebbe raccoglierne molti in retta d'arrivo, spero tutti.

 
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#37

Messaggio da orecchielunghe » 24/06/2020 - 8:37

Marseille-Borely, 24 giugno
 

Sembra un match tra Senlisienne e Sport Dream, scelgo la prima, imbattuta dopo due corse, avendo disperso gli avversari all'ultima su questa C&D. Al debutto aveva faticato a trovare lo spazio per passare all'interno, riuscendo ad imporsi di stretta misura, mentre alla seconda si era portata velocemente in testa senza essere più avvicinata. 


Probabile match tra i compagni di allenamento Otello e Surabaya, con il primo reclamato per poco meno di € 20.000 euro da Frédéric Rossi, dopo il terzo posto al debutto quando aveva corso per colori e training italiani. La corsa non gli era venuta benissimo, dovendo rimanere confinato alla corda con poco spazio, quindi posso presumere un progresso.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#38

Messaggio da orecchielunghe » 01/07/2020 - 9:20

Leopardstown, 1° luglio

1m Derrinstown Stud Fillies Stakes (Group 3) (3yof)

Provo la sorpresa con Ridenza (8-1), tenuta in grandissima considerazione dal trainer Michael Halford, al rientro dal promettente debutto a due anni nella sua maiden sui 7f di Leopardstown, quando dopo aver corso dietro i primi, ha spostato per poi allungare facilmente ed imporsi con autorità.

1m Amethyst Stakes (Group 3) (3yo)

Anche qui provo un colpo a sorpresa con Masteroffoxhounds (13-2), passato da Aidan O'Brien dopo le prime due uscite in chiaroscuro a Jessica Harrington, che l'ha presentato dopo un anno di assenza dalle piste in una maiden di Naas sul miglio, vinta dopo una corsa nelle prime posizioni ed un bello sforzo finale, difficile da immaginare al rientro dopo lunga assenza. Vediamo se le cure mirate della trainer irlandese avranno dato i loro frutti.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#39

Messaggio da orecchielunghe » 01/07/2020 - 10:21

Longchamp, 2 luglio

1° Provo con l'imbattuta La Discoteca, due su due, che beneficia del discarico di 3 kg per la monta di Léa Bails. Vittoriosa sui 1000 metri di Capannelle al debutto dai Botti, è stata portata in Francia dove ha subito vinto una reclamare, partendo in testa ed allungando facilmente. Difesa a € 23.000 su un prezzo di €17.000 e poi ceduta a Gérard Augustin Normand, pur rimanendo in training dai Botti, riprova in una reclamare più qualitativa ed a prezzo maggiore. 

2° Impressionanti le due vittorie di Princesse De Saba, che al debutto perdeva molti metri in partenza, ma lanciata all'esterno recuperava per imporsi di due lunghezze, mentre alla seconda, partita con gli altri, senza essere sollecitata andava a vincere con più di otto lunghezze di margine. Sale fino al gruppo 3 sperando di valere anche la pattern company. 

Kenbaio, declassato a reclamare, potrebbe ritrovare la via del successo dopo tre np, l'ultimo dei quali al rientro stagionale. L'anno scorso aveva ottenuto quattro podi in sette corse inclusa una vittoria, ma dopo le ultime tre senza risultato abbassa il tiro. Corre in ultima posizione, quindi avrà bisogno di tempismo e posizione per poter recuperare dalle retrovie, per questa operazione può contare sull'abilità di PCB.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#40

Messaggio da orecchielunghe » 03/07/2020 - 8:15

Saint-Cloud, 3 luglio

1° corsa
Bene nella categoria con due vittorie nelle ultime due, Black Morning si ripresenta con Aude Duporté in sella, ricevendo 3 kg di discarico. All'inizio dell'anno aveva raccolto anche due podi in condizionata sul PSF, ma dopo un np è di nuovo scesa a reclamare. Ha corso in vari modi, sia in testa che in gruppo, a seconda della situazione. Bene sul previsto terreno morbido.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#41

Messaggio da orecchielunghe » 04/07/2020 - 6:57

Epsom, 4 luglio

Oaks (Gr 1) - corsa presentata in galoppo in generale - Derby/Oaks - Epsom 4.7.20 - messaggio # 4
Scelgo Love (5-4), sia perchè la seguo dall'inizio della carriera, sia perchè penso che possa tenere anche il miglio e mezzo. Come sorpresa aggiungo Ennistymon.

Derby (Gr 1) - corsa presentata in galoppo in generale - Derby/Oaks - Epsom 4.7.20 - messaggio # 6
Sono per Russian Emperor (6-1), poichè come detto in fase di presentazione, mi sembra abbia raggiunto quella maturità necessaria per vincere un derby.

Princess Elizabeth Stakes (Gr 3)
Fooraat (11-8), tuttora inespressa ad alti livelli, ha disputato solo due corse in carriera, vincendole entrambe, sull'all weather. Erano due minor events, ma il modo in cui ha vinto la seconda, al rientro stagionale, ha lasciato intravedere ottime qualità che potrebbero permetterle di vincere al debutto in pattern company. Il passaggio d'età per questa sorella piena di Benbatl. All'ultima ha corso al comando disperdendo gli avversari.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#42

Messaggio da orecchielunghe » 05/07/2020 - 9:19

Sandown, 5 luglio
 
Coral-Eclipse Stakes (Gr 1) - corsa presentata in galoppo in generale - Coral-Eclipse - messaggio # 2
Alla fine propendo per Enable (5-4) più che altro per il fatto che l'ultima corsa di Ghaiyyath non è poi lontassima nel tempo e potrebbe risentire dell'impegno di un mese fà, che per le sue caratteristiche è da considerarsi ravvicinato.

Sprint Stakes (Gr 3)
Ci sono due cavalli che seguo da molto tempo, uno è Liberty Beach, ottima terza delle King's Stand Stakes (Gr 1) del Royal Ascot dietro a reattori nucleari come Battaash e Equilateral, l'altro è il mio cavallo del cuore in UK, Tarboosh (18-1), che non posso e non voglio abbandonare. Secondo al rientro stagionale dietro un buon soggetto come El Astronaute, corre a perdere per poi scattare quasi da fermo nelle fasi finali. Da settembre in poi ha all'attivo due vittorie e tre secondi posti. Non è più il cavallo di fine 2018, vincitore a ripetizione di grossi handicap sui 5f, ma è rimasto nel mio cuore e più per tifo che per questioni tecniche lo appoggio.

Henry II Stakes (Gr 3)
Spanish Mission (4-1), vincitore di gruppo 3 nel 2019 e di un'altra a Belmont Park (USA), non si è ritrovato sulla pista di Meydan fallendo una corsa dove era il favorito. Di ritorno in UK, prova il doppio miglio per la prima volta. Considerando che corre poco e che le corse sono mirate da lontano, se David Simcock ha scelto questa corsa, penso che sia consapevole della stamina del suo allievo. Corre all'attesa nelle retrovie.

Haydock Park, 5 luglio

Lancashire Oaks (Gr 2)
Provo con l'unica tre anni in corsa, Cabaletta (3-1), che al rientro era seconda in listed dopo una partenza difficile che le ha fatto perdere terreno. Ha poi recuperato fino alla seconda posizione, senza insidiare la vincitrice. Al debutto, con percorso più favorevole, vinceva battendo Frankly Darling. 
se tutto va bene siamo rovinati

Rispondi

Chi c’è in linea

Ora in questa categoria: Nessuno e 0 ospiti