Jockey Club/Diane - Chantilly 5.7.20

Qui si parla sul Galoppo in generale, nazionale ed internazionale.. Di tutto tranne del pronostico della giornata odierna, di cui si parla nel topic relativo alla giornata.

Moderatore: Moderatori Galoppo

Rispondi
Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#1

Messaggio da orecchielunghe » 28/06/2020 - 7:26

Domenica 5 luglio l'ippodromo di Chantilly ospiterà il Derby e le Oaks francesi, denominati rispettivamente Prix du Jockey Club e Prix de Diane Longines.

Entrambe le prove si disputano sui 2100 metri, la prima per cavalli di tre anni con dotazione di € 900.000, la seconda riservata alle sole femmine di tre anni, con un montepremi di € 600.000.

La dichiarazione dei partenti per entrambe le prove sarà pubblicata giovedì 2 luglio, dopodichè passeremo alle guide runner-by-runner delle due prove, seguite da pronostici e commenti.

Nel frattempo, andiamo a rivedere l'edizione 2019 delle due corse:

Prix du Jockey Club - Sottsass (Jean-Claude Rouget/Cristian Demuro)


Prix de Diane Longines - Channel (Francis-Henri Graffard/Pierre-Charles Boudot)





 


se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#2

Messaggio da orecchielunghe » 01/07/2020 - 7:43

Aidan O'Brien è intenzionato ad inviare Peaceful, vincitrice delle Irish 1000 Guineas, a Chantilly per il Prix de Diane, anzichè ad Epsom per le Oaks.

Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#3

Messaggio da orecchielunghe » 04/07/2020 - 14:07

Siamo alla vigilia del Derby francese, denominato Grand Prix du Jockey Club, con un campo di 15 partenti dopo il ritiro di Celtic Art.

https://www.geny.com/partants-pmu/2020- ... b_c1150992

Ecco la guida runner-by-runner dei 15 partenti:

DAWN INTELLO
Compito difficile per questo soggetto, nettamente battuto all'ultima in una condizionata vinta da Hurricane Dream, terminando al quarto posto da favorito alla pari, anche se lo svolgimento della corsa non gli ha permesso di correre come avrebbe potuto e voluto, essendo rimasto a lungo sacrificato allo steccato. Vincitore al debutto ed in una condizionata di classe 2 alla penultima, cerca di rimanere sui primi. Il problema è che il livello di questa corsa è talmente più alto del suo da pensare di vederlo a lottare la corsa.

FANTASTIC SPIRIT
Tre vittorie e due secondi posti nelle ultime cinque hanno seguito un debutto anonimo sull'erba. Dopo i buoni risultati su PSF, all'ultima è tornato sul gazon vincendo il Derby du Midi (LR) a Bordeaux, al rientro nella fase 2. Corre al coperto, sia tra i primi che in gruppo o anche nelle retrovie. Il compito mi sembra comunque arduo, in presenza di soggetti di levatura superiore.

GOLD TRIP
Sconfitto nettamente da Port Guillaume in condizionata alla penultima, si riscatta vincendo il Prix Greffulhe (Gr 2) a Lyon. Corre abitualmente dietro i primi, a Lyon aveva trovato un bel varco interno, preso al volo, ma non è che capiti così spesso, comunque la corsa era di ottimo livello e non lo si può escludere.

CHACHNAK
Vincitore delle prime due corse in carriera, aveva deluso nelle due corse successive. Una era il Prix Jean Luc Lagardère (Gr 1), la successiva era una condizionata di Marseille. Senza infamia e senza lode in listed a marzo, poi terzo di Pao Alto in gruppo 3, tornava al successo ancora in gruppo 3 all'ultima, lasciando la tattica da attendista da fondo gruppo e rimanendo dietro i primi. In progresso.

MISHRIFF
Ottimo rientro con vittoria in una listed di Newmarket per l'inviato di John Gosden, correndo tra i primi al largo. A due anni aveva corso tre volte, sempre da favorito, vincendo molto facilmente alla terza, avanzando a palo lontano. Potrebbe anche prendere alla sprovvista gli avversari, e per questo non mi sento di abbandonarlo.

VICTOR LUDORUM
Sembra tutto perfetto per il favorito della corsa, a parte i dubbi per la distanza mai affrontata. Doppio vincitore sul miglio in gruppo 1 (Prix Jean Luc Lagardère a due anni e Poule d'Essai del Poulains a tre), corre all'attesa nella seconda metà del plotone o anche in ultima posizione. L'esperienza di Michael Barzalona sarà fondamentale per tempismo e posizione da mantenere per la fiondata.

SAN FABRIZIO
Compito complesso nonostante la monta di Christophe Soumillon, ma non impossibile. Vincitore alla penultima di una condizionata qualsiasi di Lyon, finiva ultimo da favorito in gruppo 3, anche se per la verità avrebbe potuto forse vincere se non fosse rimasto murato allo steccato per tutta la dirittura. Non mi sorprenderebbe di vederlo a lottare la corsa. Corre abitualmente tra i primissimi.

PISANELLO
Dopo la vittoria di marzo in listed race, temo che abbia mostrato i suoi limiti provando due volte in gruppo 3, giungendo tra gli ultimi e battuto da altri concorrenti che ritrova oggi. Corre tra i primissimi, ma francamente gli manca quel qualcosa in più per poterci credere.

THE SUMMIT
Secondo di Victor Ludorum nella Poule d'Essai des Poulains ad una lunghezza e mezza dal vincitore, era reduce dal successo in gruppo 3 nel quale aveva battuto lo stesso Victor Ludorum (3°) e Ecrivain (2°), ma penso che l'allievo di André Fabre non avesse spinto al massimo. Cercherà di portarsi come d'abitudine sui primi, anche se l'impresa potrebbe costargli parecchio, dovendo partire dalla gabbia # 16. Temo che sarà difficile vederlo al palo. Vincent Cheminaud sostituisce Oliver Peslier, infortunato.

FORT MYERS
Portabandiera del Coolmore, di solito impiegato come gregario per i compagni di training, viene da due prove negative, prima nella Breeders' Cup Juvenile Turf (Gr 1) e poi nell'Irish Derby (Gr 1). Viste le sue attitudini da cavallo di testa e da miler, sembra essere destinato a fare da pacemaker, pur dovendo partire all'esterno di tutti, Chances proprie vicine allo zero.

PORT GUILLAUME
Imbattuto in tre uscite, assolutamente imprevedibile avendo corso sia al comando, che nelle retrovie, che in gruppo, ottenendo il medesimo risultato. Ha battuto nettamente il vincitore del Prix Greffulhe (Gr 2). Limiti sconosciuti e buona gabbia di partenza ne fanno uno dei possibili, se non addirittura probabili, vincitori della corsa.

OCEAN ATLANTIQUE
Due vittorie e due secondi posti in quattro corse, per quello che sembra essere la seconda scelta di André Fabre e di Godolphin. Sale ai massimi livelli dopo la netta vittoria all'ultima in listed race sui 2000 metri, dopo la sconfitta subita ad opera di Pao Alto in gruppo 3. Corre in testa o tra i primissimi, la gabbia di partenza non è favorevole a questa tattica, ma vista la facilità con cui ha vinto l'ultima, potrebbe contare e non poco.

ORDER OF AUSTRALIA
Punta di diamante del Coolmore, per la verità un po' debole, che a mio avviso non si distanzia molto come valori e caratteristiche dal compagno di training. Nell'Irish Derby era comunque buon quarto, dopo aver ceduto ad un avversario la leadership della corsa, mentre in precedenza non aveva fatto parlare di sé. Penso che il Coolmore punti molto di più al Prix de Diane.

HURRICANE DREAM
Imbattuto in tre corse, questo attendista presentato da un allenatore semi-sconosciuto e montato da un fantino più famoso per le monte dei purosangue arabi, proviene dal basso ma alla terza ha convinto, vincendo a Chantilly una condizionata di classe 1, con superiorità e mettendo in mostra un ottimo recupero da fondo gruppo. Distanza ok, sarebbe quasi da leggenda una sua vittoria, ma pur cercando di non farmi condizionare dalla connection non avvezza a questi palcoscenici, trovo che questo livello sia al di sopra delle sue possibilità, anche se penso che possa correre con profitto. Ha il mio tifo a prescindere.

ECRIVAIN
La catastrofica quanto inspiegabile prestazione nella Poule d'Essai del Poulains (Gr 1), quando da controfavorito terminava ultimo tanto da ipotizzare un infortunio, fa calare un velo d'incertezza sulle sue condizioni e possibilità. Quarto del Prix Jean-Luc Lagardère (Gr 1) e secondo in gruppo 3 dietro The Summit, dopo la recente delusione perdono verticalmente quota le sue chances per questa corsa. Per quanto possa essere brutta per essere vera l'ultima, c'è stata. Non lo avevo preso in considerazione allora, tantomeno in questo caso.

PAO ALTO
Ottimo soggetto, vincitore all'ultima in gruppo 3 al rientro, dopo il successo a chiusura del 2019 del Grand Critérium de Bordeaux (LR). Due volte vincitore a ParisLongchamp, aumentando gradualmente il viaggio, viene portato al massimo della condizione e nella migliore situazione possibile a questo appuntamento. Corre al coperto all'attesa. Entra di diritto nei miei calcoli.

Terminata la disamina della corsa, ora passo al Prix de Diane, dopodichè sarà il momento dei pronostici.

 
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#4

Messaggio da orecchielunghe » 04/07/2020 - 15:05

Il Prix de Diane (Oaks francesi) viene considerato ancora più importante del GP du Jockey Club, anche avendo nell'albo d'oro diversi nomi molto importanti. Quest'anno la corsa avrà 11 protagoniste:

https://www.geny.com/partants-pmu/2020- ... s_c1150988

Diamo un'occhiata più approfondita alla carta di tutte le concorrenti:

MISS EXTRA
Reduce da tre vittorie consecutive, sempre salendo di livello, affronta per la prima volta la distanza in una corsa di livello altissimo. A segno nel Prix de Sandringham (Gr 2), corre all'attesa nella seconda metà del gruppo per produrre un ottimo finale. Penso che tenga anche i 2100 metri, ma forse ha già raggiunto il massimo delle sue aspettative, non dimenticandoci che al debutto era quinta in una maiden di Pornichet-La Baule, poi quarta in una di Craon.

VADSENA
Dopo le due vittorie nelle mani di un allievo, passava per la listed race a Christophe Soumillon. All'attesa in coda al gruppo e senza troppo spazio, ha potuto solo guadagnare lungo lo steccato seguendo la vincitrice, senza poi riuscire a minacciarla. Può senz'altro migliorare, ma il livello di questa prova mi sembra al momento al di sopra delle sue possibilità.

EBAIYRA
Compagna di colori ma non di training di Vadsena, l'avevo appoggiata in occasione della vittoria in gruppo 3 all'ultima, recuperando dall'ultima posizione e sfilando una ad uno tutti gli avversari per imporsi nettamente. Non so se Christophe Soumillon abbia potuto scegliere tra le due, io avrei vorse optato per Ebaiyra, che mi ha impressionato più dell'altra. La guardo da vicino.

RAABIHAH
Imbattuta in due corse, aveva debuttato a gennaio vincendo sul PSF, per poi replicare in modo netto in condizionata, dopo aver corso nasino al vento all'esterno della leader ed averla salutata in progressione vincendo con sicurezza e facilità. Da non sottovalutare, nonostante il livello di questa prova sia radicalmente più elevato.

MAGEVA
Terza della Poule d'Essai des Pouliches (Gr 1) di Dream And Do, a due lunghezze da Speak Of The Devil (2°), aveva vinto solo al debutto, ottenendo altri piazzamenti ma finendo np in gruppo 3. Aveva sempre corso sui 1400 metri, allungati a 1600 all'ultima, ora passa ai 2100 e questo doppio salto mi sembra essere un po' troppo in lungo, oltre che in alto. Corre da attendista in coda al gruppo, sperando abbia calmato i suoi bollenti spiriti, non sarà facile da gestire e francamente non la ritengo in grado di lottare per i primi posti.

MAGIC ATTITUDE
Vincitrice a grossa quota al rientro stagionale in gruppo 3, correndo nel cuore del gruppo e mettendo in mostra un bel finish, confermava la sua crescita giungendo al secondo posto nel Prix Saint-Alary (Gr 1) dietro a Tawkeel, assente, ma davanti a Solsticia, presente. Alle spalle della leader, anche abbastanza esuberante, è passata all'ingresso in retta ma poi è stata sorvolata dalla vincitrice, tenendo di poco il secondo posto. Il livello era alto, temo che pur essendo una validissima cavalla, possa trovare nuovamente qualcuna meglio di lei. La vedo più a lottare per le posizioni di rincalzo.

FANCY BLUE
Una delle due inviate del Coolmore, segnatamente da Donnacha O'Brien, vincitrice delle prime due corse in carriera a due anni e seconda di Peaceful nelle Irish 1000 Guineas (Gr 1). Corre all'attesa nelle ultime posizioni del gruppo, non sarà facile recuperare da quella posizione su questa pista, ma non farà da assistente a Peaceful e non riesco ad escluderla, immaginando anche che possa tenere la distanza.

PEACEFUL
Vincitrice delle Irish 1000 Guineas (Gr 1) dopo corsa a traino delle prime, si portava prima in seconda posizione per poi allungare in retta e vincere facilmente. Anche di lei penso che possa raggiungere la distanza del Diane, poiché il miglio del Curragh, quanto a selettività, non è di molto inferiore ai 2100 di Chantilly. Big player.

ALPINE STAR
Dopo il terzo posto al debutto, la sorellastra della grande Alpha Centauri le ha vinte tutte e tre, due sui 1400 metri e l'ultima sul miglio delle Coronation Stakes (Gr 1) del Royal Ascot, vincendo nettamente dopo aver cambiato più volte linea ed aver seguito le prime all'inizio per poi passare a palo lontano. La sua attitudine alla distanza sarebbe da verificare, ma penso che Jessica Harrington sappia perfettamente cosa fare, e se ritiene che possa arrivare ai 2100 metri di Chantilly, io sono con lei. Penso che sarà la mia scelta per questa corsa, ma vorrei pensarci ancora un po'.

SPEAK OF THE DEVIL
Vittoriosa al debutto, era poi seconda in condizionata e successivamente ancora seconda, stavolta ad un muso dalla vittoria, nella Poule d'Essai des Pouliches (Gr 1). Ha avuto anche problemi di traffico, riuscendosi a liberare tardi ma ha mancato di completare la rimonta per un nulla. Penso che anche lei possa tenere la distanza, e la considero una delle principali pretendenti alla vittoria.

SOLSTICIA
Sfortunata terza, a poco dal secondo posto, nel Prix Saint-Alary (Gr 1), con il suo fantino che perdeva la frusta nelle fasi finali. C'è chi dice che avrebbe anche potuto vincere quella corsa, dopo aver stazionato nelle posizioni di retroguardia ed aver fornito un ottimo finale a metà retta, ma quello che è sembrato un incidente le ha precluso le chances di successo. E' naturale pensare che una cosa del genere non potrà ripetersi, e che con uno svolgimento anche solo normale possa essere al palo,

Ora comincia il ritiro spirituale per le decisioni finali, a presto per i pronostici.
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 3059
FC: 1070Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,10
Reazioni: 2424
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#5

Messaggio da pacman » 05/07/2020 - 11:50

A Chantilly due nomi secchi: Port Guillaume nel Jockey Club e Alpine Star - purtroppo senza Frankie - nel Diane.

Cristian per me ha ottime chances su un allievo di Rouget con limiti apparentemente inesplorati ed adatto al terreno allentato previsto in quel di Chantilly, mentre per quel che riguarda la 3 anni da John Harrington resta su un'eccellente prestazione in GR1 al Royal Ascot che la rende la mia personale favorita in una corsa in cui ci sarà da difendersi da RaabihahPeaceful e soprattutto Fancy Blue su tutte, con mia personale stima per quest'ultima che da figlia di Deep Impact dovrebbe fare grandi cose sulla distanza.
1 Immagine

Avatar utente


EXCELEBRATION

Io Sono il Forum
Messaggi: 1286
FC: 120Fanta Coin
Messaggi/giorno: 85,73
Reazioni: 220
Iscritto il: 24/06/2020 - 13:13

#6

Messaggio da EXCELEBRATION » 05/07/2020 - 16:15

pacman ha scritto:
05/07/2020 - 11:50
A Chantilly due nomi secchi: Port Guillaume nel Jockey Club e Alpine Star - purtroppo senza Frankie - nel Diane.

Cristian per me ha ottime chances su un allievo di Rouget con limiti apparentemente inesplorati ed adatto al terreno allentato previsto in quel di Chantilly, mentre per quel che riguarda la 3 anni da John Harrington resta su un'eccellente prestazione in GR1 al Royal Ascot che la rende la mia personale favorita in una corsa in cui ci sarà da difendersi da RaabihahPeaceful e soprattutto Fancy Blue su tutte, con mia personale stima per quest'ultima che da figlia di Deep Impact dovrebbe fare grandi cose sulla distanza.
complimenti per la disamina del Diane :yeah: :yeah:
 
1 Immagine
SCUDERIA NDONIO666- FLIGHT TO DUBAI

Avatar utente

Autore Argomento

orecchielunghe

Pronoman
Messaggi: 17148
Messaggi/giorno: 18,84
Reazioni: 4353
Iscritto il: 11/01/2018 - 9:11
Località: Leggiuno

#7

Messaggio da orecchielunghe » 05/07/2020 - 16:27

EXCELEBRATION ha scritto:
05/07/2020 - 16:15
complimenti per la disamina del Diane :yeah: :yeah:
 

se ti riferisci a me, grazie... non posso lamentarmi, vincente del JC e seconda del Diane :) , ieri prima e seconda delle Oaks :vip:
1 Immagine
se tutto va bene siamo rovinati

Avatar utente


pacman

Moderatore
Messaggi: 3059
FC: 1070Fanta Coin
Messaggi/giorno: 5,10
Reazioni: 2424
Iscritto il: 17/11/2018 - 14:43

#8

Messaggio da pacman » 06/07/2020 - 9:37

Gli ospiti d'Oltremanica la fanno da padrone in questa domenica dedicata a 3 anni maschi e femmine per quel che riguarda la Francia grazie a John Gosden e Donnacha O'Brien che hanno presentato in maniera eccellente Mishriff e Fancy Blue, rispettivamente vincitori di Jockey Club Diane.

I favoriti della vigilia - Victor Ludorum ed Alpine Star - finiscono terzo e seconda nelle rispettive prove, correndo bene ma non abbastanza per contrastare i vincitori; al di la del pronostico in cui esprimevo molta fiducia nelle chances di Fancy Blue (8/1 la sua quota finale) sono ovviamente felice per aver intuito che la linea delle Irish 1000 Guineas con Peaceful (terza qui) era ribaltabile ma anche per il fatto che uno stallone amato come Deep Impact abbia vinto questa eccellente prova di GR1 per 3 anni in Europa, segno che il sangue nipponico al momento è tra i più performanti in circolazione.

Qui di seguito i filmati, prima i maschietti e poi le femminucce rispettando l'ordine cronologico con il quale sono scesi in pista  ;)



1 Immagine

Rispondi

Chi c’è in linea

Ora in questa categoria: Nessuno e 0 ospiti